Jump to content

Preamplificatore McIntosh C504-C712 e C15


salva57d
 Share

Recommended Posts

Buon giorno a tutti, sono circa 2 anni che frequento questo forum ma non ho mai letto discussioni che riguardavano questi 3 pre McIntosh . Mi piacerebbe conoscere le vostre opinioni ed esperienze d'ascolto di questi pre in formato slim della McIntosh , ad esempio : confrontati con altri pre attuali a stato solido , tipo le varie serie C4x o C5x , come suonerebbero i 3 piccoletti ? Possono considerarsi comunque dei veri McIntosh ,anche se il loro prezzo era da entry level ? Avrebbe senso un eventuale acquisto sull'usato o è meglio lasciar perdere ? Oppure erano solo una manovra commerciale per entrare in punta di piedi nel mondo McIntosh , quindi slim sia la macchina , sia il prezzo ma soprattutto la qualità ?

Grazie, Salvatore

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

@salva57d ho avuto l'occasione di ascoltare il C712 abbinato ad un MC7300. In linea di massima il risultato era apprezzabile. Purtroppo il proprietario dell'impianto aveva il "cattivo gusto" di utilizzare i controlli dei toni al massimo poichè, essendo costretto dalla coniuge ad ascolti a basso volume e quasi sempre notturni, per poter avere un minimo di intellegibilità era costretto a pompare il suono. Il C15 l'ho visto solo sui cataloghi e del 504 non ne sapevo nemmeno l'esistenza. Personalmente un C712 lo proverei, anche il C15 a trovarlo.

Link to comment
Share on other sites

Premetto che non ho ascoltato nessuno dei tre, non essendo mai stato attirato dalle elettroniche "slim", sia Mc sia di altri marchi.
Trovo però una combinazione estetica praticamente perfetta, magari con i mobili dedicati, tra il C 504 ed il mitico sinto MR 78, che ho avuto, del quale ancora rimpiango la voce inarrivabile.
Può essere lo stimolo a creare un impianto old style, ma di certo dal lato prestazioni i pre a stato solido più moderni si lasciano preferire anche e soprattutto per la riconosciuta versatilità di utilizzo per ingressi/uscite.
Del modello che ti ho citato mi ha però colpito la presenza di un equalizzatore a tre bande, in prosieguo appannaggio sempre dei modelli top.

Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, codex ha scritto:

ma di certo dal lato prestazioni i pre a stato solido più moderni si lasciano preferire

La penso allo stesso modo visto che è un pò riconosciuto da tutti che i preamplificatori attuali della McIntosh, siano molto migliorati in confronto al passato. Sarei curioso di sapere come si comporterebbero i 3 "piccoletti" con finali prodotti in questi ultimi 10-15 anni , indipendentemente che siano a valvole o ss.

Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, codex ha scritto:

mi ha però colpito la presenza di un equalizzatore a tre bande,

......Lo ammetto, lo comprerei anche e soprattutto per quello, l'equalizzatore McIntosh mi affascina oltre ogni logica.

Link to comment
Share on other sites

@salva57d

La sinergia con i finali moderni è tutta da verificare, ipotizzo comunque una "amplificazione" sia dei pregi che dei difetti.
Per comprendere bene quale fosse l'impronta timbrica dell'epoca bisognerebbe ricostruire un minimo di coerenza cronologica che, sono convinto, potrebbe anche stupire, data la semplicità degli schemi costruttivi e l'assenza totale del digitale.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share



×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.