Jump to content

Auricolari Shure SE215 SE315 SE425 SE535 ed SE846. Differenze, esperienze d'ascolto e possibili alternative.


transaminasi
 Share

Recommended Posts

transaminasi

Da qualche tempo, avendo work in progress nell'impianto principale, sto utilizzando assiduamente gli auricolari con Tidal e Qobuz da computer, tablet e cellulare. Devo dire che ho un po' iniziato ad apprezzare questa tipologia di ascolto, forse anche per questione di abitudine. Un paio d'anni fa avevo provato a lanciarmi anche nell'ascolto in cuffia utilizzando un impianto composto da Hifiman HE1000v2, Dcs Rossini e Luxman L590AX mk2 a cui avevo collegato i cavi delle cuffie direttamente ai morsetti, ma avevo subito desistito. Preferisco l'auricolare anche perché permette un isolamento totale dall'ambiente circostante, la possibilità di appoggiare la testa sui lati da sdraiati e ovviamente un ascolto in mobilità. Attualmente ho delle cuffie Sennheiser Hd480 Classic del 1991 che non utilizzo da anni e gli auricolari Shure SE 215 ed SE 425. I primi adatti ad ascolti superficiali e dal sound un po' 'gonfietto', i secondi più lineari e hifi. Gli SE 215 li terrei a prescindere perché possono sempre servire per i lavori sporchi, tipo ascoltare musica in spiaggia dove in caso di furto nel momento in cui si trovano incustoditi non sarebbe un grave danno, oppure durante la corsetta. Gli SE 425 devo dire che mi hanno fatto invogliare ad un upgrade. Quando li acquistai valutai anche gli SE 535, però temevo fosse necessario un ampli cuffie per muoverli a dovere, per non parlare degli SE 846, che però tra l'altro iniziano pure a costicchiare abbastanza. Qualcuno ha provato gli SE 535 con i vari cellulari e tablet e magari ha avuto modo di confrontarli con gli SE 425? E le SE 846 sono un altro pianeta rispetto ai modelli inferiori? Infine quali potrebbero essere le alternative per migliorare gli SE 425 cambiando brand senza spendere tanto e magari conservando la possibilità di non doverli pilotare con ampli dedicati?

Link to comment
Share on other sites

Tante domande. Rispondo solo su ciò di cui ho contezza come possessore.

Le SE846 sono un altro pianeta rispetto alle SE535, immagino lo stesso rispetto a tutte le altre sotto.

 

Finché avevo solo le SE535 stavo già bene. Poi grazie ad un acquisto sul mercatino di Melius sono passato alle SE846. Come puoi immaginare le SE 535 sono finite in un cassetto.

Link to comment
Share on other sites

@transaminasi no, perché hai questo dubbio? Si pilotano tranquillamente con tutto come ogni IEM. Volendo anche con il loro cavetto speciale con Bluetooth che costa 60 euro. 

 

Io le uso soprattutto di notte per addormentarmi perché come dici tu sono in effetti comodissime anche con la testa sul cuscino. In questo caso collegate all’ampli dac della Sony TA-ZH1ES. Però uso un adattatore della IFI per ridurre il gain che altrimenti è fin troppo alto per delle IEM.

Link to comment
Share on other sites

transaminasi
1 ora fa, SalD ha scritto:

perché hai questo dubbio?

 

Mi pareva di averlo letto qui su Melius prima che il server andasse in fumo. Sicuramente tra il pilotaggio con un semplice telefonino e con un ampli dedicato la differenza si sente, però mi chiedevo quale potesse essere l'entità di tale differenza soprattutto per sapere se nel caso del telefonino le SE 846 risulterebbero mortificate oppure se si esprimerebbero comunque in modo accettabile. Sappiamo benissimo che suona meglio un diffusore di fascia più bassa ben pilotato che uno di fascia alta mal pilotato. 

Link to comment
Share on other sites

@transaminasi tranquillo, quando colleghi la SE846 anche soltanto ad un telefonino percepisci subito l'entità della differenza rispetto alle altre IEM. E' proprio un altro progetto tecnico con un subwoofer interno. Non si può non percepire questa cosa. E "purtroppo" non si torna più indietro dopo. A mio avviso anche con un telefonino (addirittura anche in BT) è giù un passo notevole rispetto ad altre soluzioni con IEM diciamo di tipo "tradizionale" cioè senza subwoofer interno.

 

Poi chiaramente come in tutte le cose l'appetito vie mangiando. Per dirti, oltre a collegarle a vari dac e ampli fissi e portatili, da ultimo proprio una settimana fa mi sono fatto are un cavo ad hoc da Forza Audio e ancora di più, anche con il cavo aftermarket sono migliorate ulteriormente... a mio modesto avviso sono solo fenomenali (poi anche qui, so che sul mercato ci sono IEM magari anche migliori, ma questo è il top cui sono arrivato io al momento).

Link to comment
Share on other sites

transaminasi
21 minuti fa, SalD ha scritto:

oltre a collegarle a vari dac e ampli fissi e portatili, da ultimo proprio una settimana fa mi sono fatto are un cavo ad hoc da Forza Audio e ancora di più, anche con il cavo aftermarket sono migliorate ulteriormente...

Quindi gli 846 li hai provati con più apparecchi...  ottimo! Certo che se le fanno pure pagare... Speravo in un gap prestazionale inferiore tra 535 e 846...  Oltre al cavo aftermarket hai un altro upgrade a disposizione, cioè la realizzazione del gommino su misura (l'ho chiamato gommino ma magari si chiama in un altro modo la parte che si inserisce nell'orecchio). 

http://www.auricolariauri.com/

Ti prendono l'impronta come i dentisti e un paio di persone che li utilizzano sono rimasti molto soddisfatti sia in termini di comodità che di prestazioni.

Link to comment
Share on other sites

Il mercato è ampio ormai, la Cina la fa quasi da padrone con prodotti di grande livello e in tutte le fasce di prezzo. Io ho preso da poco delle Mangird Tea, ho avuto le Shure SE315 e il confronto non è proprio possibile, troppi inferiori alle Mangird. Alle Shure è partito il canale destro, forse del sudore o forse solo sfortuna, può capitare.

Link to comment
Share on other sites

@transaminasi Per I gommini ho provato diverse soluzioni. Tra le migliori quelli della Comply https://www.amazon.it/gp/product/B07PY4PQ46/ref=ppx_yo_dt_b_asin_title_o06_s00?ie=UTF8&psc=1

 

In ogni caso, alla fine quelli per me migliori in assoluto sono quelle originali Shure bianchi a flangia. Bisogna imparare bene come si indossano, ma una volta superato questo scoglio ci si abitua e sono quelli in assoluto migliori per l'ascolto in tutte le posizioni (cuscino incluso).

Link to comment
Share on other sites

transaminasi
43 minuti fa, Rick82 ha scritto:

Il mercato è ampio ormai, la Cina la fa quasi da padrone con prodotti di grande livello e in tutte le fasce di prezzo. Io ho preso da poco delle Mangird Tea, ho avuto le Shure SE315 e il confronto non è proprio possibile, troppi inferiori alle Mangird. Alle Shure è partito il canale destro, forse del sudore o forse solo sfortuna, può capitare.

Esistono concorrenti cinesi con prestazioni simili agli SE 846 ma ad una frazione del prezzo?

Link to comment
Share on other sites

Condivido quanto scritto da @SalD, anche per me sono ottimi auricolari che valgono il prezzo (alto). Si pilotano facilmente con ogni device, unico problema riscontrato trovare i tips adatti, ho impiegato mesi... Un difetto: mettono in luce i limiti della sorgente/amplificatore. Io le uso con un dap A&K sr 25, ma forse meritano di piú. 

@SalD posso chiederti se la differenza di costo con le Sony che possiedi é giustificata dalla (eventuale) maggiore qualitá?

Link to comment
Share on other sites

Ciao @Paolo.68 tu intendi le Sony MDR-Z1R o gli auricolari Sony WF-1000XM3 che pure posseggo?

Rispetto a questi ultimi, così come altre soluzioni IEM true wireless che ho sperimentato, chiaramente non c'è confronto. Anzi, direi che se gli auricolari true wireless costano ca. 200 euro, forse sono questi che costano troppo nel rapporto qualità/prestazione.

 

Se intendi invece le Z1R il confronto diventa arduo. Come puoi intuire non c'è anche in questo caso possibilità di un confronto vero. Però capisco il tuo punto, sul piano logico. Ti rassicuro che sono pari per me. Cioè nel rapporto qualità/prezzo tra i due oggetti nei rispettivi ambiti entrambi sono top performer per me. Ogni volta che indosso l'uno o l'altro ho sempre una piena soddisfazione e quel senso di soldi ben spesi cui penso tu ti riferisca.

 

Chiaramente la Sony si confronta con altre cuffie della stessa fascia e ha una serie di costi di produzione credo maggiori non fosse altro per i padiglioni e tutto il resto. Quindi è normale che costi di più delle IEM. Però in confronto il prezzo delle SE846 ci sta tutto ugualmente. C'è una soluzione tecnologica miniaturizzata che ha dell'incredibile. 

Link to comment
Share on other sites

@SalDMi riferivo proprio alla Z1R. Io posseggo una vecchia Sony cd 1000 reference del 1995 che ancora dice la sua e mi intriga parecchio la Z1R abbinata al suo ampli dac dedicato, ne avevamo giá parlato tempo fa. Appena mi sará possibile ascoltarli mi decideró. Peró giá il fatto che tu le confronti con le 846 la dice lunga sulla bontá delle Shure considerato che costano il 40% delle Sony. Anche il forumer @djansia le possiede (o possedeva) entrambe e mi sembra che la sua opinione fosse molto vicina alla tua. Scusa Andrea se ti ho citato. 

Link to comment
Share on other sites

@Paolo.68 Si, diciamo che è come uno che si compra una spider e poi una berlina. Parliamo di due prodotti top nel rapporto qualità/prezzo (anche se alto) nei rispettivi segmenti e per le rispettive funzioni.

 

Per il combo Sony Signature (ma anche solo il DAC Ampli), adesso che sto sperimentando soluzioni alternative per il secondo impiantino, non posso che straconsigliarlo ancora più di prima. C'è un thread dove si parla della sinergia delle catene delle elettroniche. Quello della Sony è un binomio formidabile, ti lascio immaginare quanto sia difficile trovare una soluzione degna di un confronto senza andare nel mondo Stax o su dac ampli di ben altro budget. Mi fermo qui altrimenti andiamo troppo OT

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

transaminasi
37 minuti fa, Paolo.68 ha scritto:

Scusa Andrea se ti ho citato. 

Altro che scusarsi! Anzi speriamo che @djansia intervenga perchè anche lui la sa lunga su questo argomento! 

Link to comment
Share on other sites

@transaminasi  non ho scritto questo... io ho scritto: "prodotti di grande livello e in tutte le fasce di prezzo".

Non riesco proprio a capire perché quando si parla di qualcosa prodotto in Cina deve essere per forza a bassissimo costo ma qualità enormemente più alta...

Per rispondere comunque alla tua domanda... non ho mai ascoltato le 846 quindi non lo so, forse si o forse no (sono più propenso a pensare di si se vuoi proprio che mi sbilancio senza aver ascoltato).

Link to comment
Share on other sites

transaminasi

@Rick82

Forse c'è un equivoco...

Tu hai scritto (ri-cito):

5 ore fa, Rick82 ha scritto:

Il mercato è ampio ormai, la Cina la fa quasi da padrone con prodotti di grande livello e in tutte le fasce di prezzo. Io ho preso da poco delle Mangird Tea, ho avuto le Shure SE315 e il confronto non è proprio possibile, troppi inferiori alle Mangird. Alle Shure è partito il canale destro, forse del sudore o forse solo sfortuna, può capitare.

e io ti ho chiesto:

5 ore fa, transaminasi ha scritto:

Esistono concorrenti cinesi con prestazioni simili agli SE 846 ma ad una frazione del prezzo?

Forse ho esagerato a scrivere 'una frazione del prezzo'. Riformulo la domanda: esistono auricolari con prestazioni simili alle 846 ma dal prezzo sensibilmente inferiore?

Link to comment
Share on other sites

@transaminasi ripeto non le ho ascoltate le Shure SE846, ti dovrei rispondere solo in base ai grafici che si trovano online e sinceramente non avrebbe molto senso.

Magari guarda qualche recensione online e cerca di fare la tara tra i gusti del recensore e i tuoi. Ad esempio Thieaudio (Oracle, Legacy 4, o salendo Clairvoyance e Monarch), Dunu SA6, Tansio Mirai Land, Moondrop, Unique Melody 3DT, Penon Globe... solo per farti i nomi di alcune che avevo preso in considerazione per poi prendere le Mangird Tea, ma ce ne sono molte altre (da meno di 300 a più o meno 700 dollari).

 

Poi migliore è difficile da dire, sopratutto con le iem. Magari i tuoi gusti ti fanno ritenere migliore un modello da 200€ piuttosto che uno da 7/800.

 

Non volevo sminuire le qualità delle 846 solo far notare che il mondo delle iem si è espanso in modo pauroso e non ci sono più solo i soliti due o tre marchi tra cui scegliere.

 

P.S. dipende anche da cosa ascolti e da che firma sonora preferisci. 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...