Jump to content

L’economia del baratto e dello scambio sociale, qui sui colli Euganei.


vaurien2005
 Share

Recommended Posts

Schelefetris

@vaurien2005 a parte l'accento, che rende difficile comprendere bene, le parole le capisco con facilità, sarà che alla fine abbiamo avuto molte dominazioni si,mili 😄

anche qui funziona spesso così, un amico avvocato per consulenze non "gravi" ricava vino, galline, prosciutti etc. 😄 

Noi si fa più in maniera comunista, oggi cambiamo il mio scaldabagno e qualche tubo, poi passiamo a casa tua e alziamo un tramezzino, poi dalla sora Adele a ripararle le tegole che si muovono... 😄 

Link to comment
Share on other sites

46 minuti fa, Schelefetris ha scritto:

parte l'accento

Io oltre a capire riesco a immaginare anche l'intonazione veneta ... 

@vaurien2005 fino a quando non hai specificato che la Diomira era una novantina pregustavo un risvolto picaresco ... 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, wow ha scritto:

fino a quando non hai specificato che la Diomira era una novantina pregustavo un risvolto picaresco ... 

Il nostro Vaurien xe mica un buéo...

Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, vaurien2005 ha scritto:

economia di baratto/ scambio qui funziona perfettamente😂

Questo è niente: Aspetta che la Diomira diffonda la notizia... !  Ti conviene far scorta di siringhe 😁

Link to comment
Share on other sites

vaurien2005

Comunque, ho pensato, se si sparge la voce; in un paio di mesi potrebbero arrivare anche quarantine😂 a farsi la puntura.

Link to comment
Share on other sites

eh beh, dopo le bisnonne poi le nonne e giù a scendere con le madri e le figlie. secondo me ci arrivi anche sulle trentenni, magari a queste te ghe fè uno spuncion de botulin..

Link to comment
Share on other sites

Il 22/10/2021 at 17:26, vaurien2005 ha scritto:

voi omani non servite a gnente, si al mondo solo parche’ xe posto

🤣🤣🤣🤣

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, vaurien2005 ha scritto:

ma par carita’ no sta portarghe a torta paradiso, che come che tea fe ti xe piu’ torta purgatorio

🤣🤣🤣🤣🤣

Link to comment
Share on other sites

la torta paradiso era un classico delle nostre nonne, perchè di costo basso e "apparentemente" facile da fare. in realtà se non veniva più che bene quando la mangiavi tendeva a farti soffocare.

Link to comment
Share on other sites

@vaurien2005  "incombensa de stomego" e "madego" non li sentivo da almeno 40 anni. 😁


 

(cmq la pinsa de l'Ottavia dovrebbe meritare, specie se a gà un fià de brustoìn par fora)

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

a me manca il "piron"

premesso che io sono meticcio, pur credendo di saper parlare il dialetto locale, quando sentivo mia nonna

e sua sorella discutere, nemmeno con il traduttore universale di star trek se ne sarebbe venuti fuori.

Link to comment
Share on other sites

vaurien2005

@Martin ma la hai mangiata anche tu la pinsa, gheva prorio chel brustolin crocante che te pare quasi frita; sicuro xe el struto de mascio.

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, vaurien2005 ha scritto:

la hai mangiata anche tu la pinsa,

Era un classico proposto nei panifici più o meno da Ottobre a Febbraio ! Altro classico oggi difficilmente reperibile, "el panin co l'ùeta" che si comprava prima di andare alle elementari per "el marendin"

Link to comment
Share on other sites

vaurien2005

@audio2 audio, io sono fortunato, da piccolo 65 anni fa mi vergognavo della mia lingua madre, ma devo confessare, sono stato molto, molto fortunato i miei genitori consideravano le nostre radici, pur avendo papi e mami laureati, uno nel 45 e mami nel 46, in famiglia ci hanno sempre parlato in Venedig, mi ritrovo tuttora a pensare in venedig e tradurre in tricolore; so che Guru non sara’ in accordo, ma la lengua scieta no xe dismentega.😊

Link to comment
Share on other sites

 Share




×
×
  • Create New...