Jump to content

Stati di grave confusione mentale


stefanino
 Share

Recommended Posts

19 minuti fa, ferrocsm ha scritto:

se mi capita che debbo andare in farmacia per la mia dose di Tripliam

Oppure un vaccinato che deve fare il tampone perché ha sintomi, deve fare la coda con i cretini? Io i vaccinati li farei passare avanti.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

50 minuti fa, mozarteum ha scritto:

l crodino sull’incerata aumentera’ il lavoro degli psicologi

C'è già tanto bisogno fin da subito (*).

Il problema è che la maggior parte di costoro non sa di averne bisogno, e quelli che hanno qualche dubbio dopo ponderata riflessione concludono che anche lo psicologo fa parte del complotto e non ne fanno di niente.

*

(*) avendo la figlia che studia psicologia, faccio ovviamente opera di propaganda: andate dallo psicologo che vi fa bene 😁.

  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, nullo ha scritto:

Posso capire come sia equiparabile dal punto di vista scolastico

ma non e' una scuola privata regolarmente autorizzata

 

dato che in italia vige l'obbligo scolastico e queste scuole non sono, direi che si deve procedere come quando un genitore volontariamente sottrae il figlio dall'obbligo scolastico: il figlio va in affido, i genitori vanno in tribunale.

Che ne pensi?

 

 

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Guru ha scritto:

Se la scuola dalla quale hanno ritirato i figli è quella dell'obbligo mi sa che la cosa non passa

Ma perché fare  affermazioni del genere senza conoscere nulla di realtà che sono al di fuori della tua.

Non sto parlando di gente sprovveduta, e di scelte garantite dalla legge.

E sono ovviamente cresciuti enormemente tali alunni negli anni del covid.

Link to comment
Share on other sites

Adesso, stefanino ha scritto:
1 ora fa, nullo ha scritto:

Posso capire come sia equiparabile dal punto di vista scolastico

ma non e' una scuola privata regolarmente autorizzata

dato che in italia vige l'obbligo scolastico e queste scuole non sono, direi che si deve procedere come quando un genitore volontariamente sottrae il figlio dall'obbligo scolastico: il figlio va in affido, i genitori vanno in tribunale.

Che ne pensi?

Non conosci il tema, è possibile in Italia, come in molti casi all'estero.

Per quanto mi riguarda non lo farei, anche se il livello attuale delle scuole italiane sia piuttosto discutibile. 

Link to comment
Share on other sites

17 minuti fa, nullo ha scritto:

Ma perché fare  affermazioni del genere senza conoscere nulla di realtà che sono al di fuori della tua.

Non sto parlando di gente sprovveduta, e di scelte garantite dalla legge.

E sono ovviamente cresciuti enormemente tali alunni negli anni del covid

A parte il fatto che sei l'unico che non ha ancora imparato a quotare, il tuo intervento non l'avevo nemmeno letto. Esprimevo il mio parere su quanto riportato da Stefanino. 

Link to comment
Share on other sites

52 minuti fa, Guru ha scritto:
1 ora fa, nullo ha scritto:

 

A parte il fatto che sei l'unico che non ha ancora imparato a quotare, il tuo intervento non l'avevo nemmeno letto. Esprimevo il mio parere su quanto riportato da Stefanino.

A parte il fatto che ho risposto a te quotando in toto il tuo intervento di ben un paio di righe.

L’intervento era assolutamente fuori luogo perché si basava su presupposti sbagliati.

E adesso bona, sennò ricomincia il solito linciaggio senza senso, e solo perché uno non si mette prono a dare dell’ebete a destra e a manca secondo omologazione.

la questione è un pelino complessa e il pregiudizio non aiuta.

addio.

Link to comment
Share on other sites

Ultime dalla stampa locale: Il leader del gruppo novax "Norimberga2" è uscito dalla rianimazione covid dove ha trascorso una bella vacanza con un tubo in gola e uno in cool a spese dei contribuenti.  Si dichiara pentito, ora  dice che bisogna ascoltare la scienza e aderire alla campagna vaccinale. Aggiunge che Covid e vaccino ora esistono ma, si badi bene, esistono a seguito di un complotto.            

Link to comment
Share on other sites

16 minuti fa, nullo ha scritto:

Ho scritto che capisco come sia equiparabile, non che sia scontato.

quello di cui si parla non e' una istruzione parentale (il cui iter autorizzativo sembra tutt'altro che banale) ma di una piu semplice presa di posizione "allora gli facciamo scuola noi" 

aggiungerei che trattandosi di scuola con "docenti" e "studenti" sia anche un po diversa dalla istruzione parentale e piu simile a una scuola privata
 

Link to comment
Share on other sites

Adesso, stefanino ha scritto:

nel caso da me portato l'iniziativa e' di un mese fa e nessun procedimento e' stato portato all'attenzione del dirigente preposto

Ok, ma non mi interessa entrare nel merito delle questioni burocratiche, sottolineavo solo il fatto che, ad onta di quanto generalmente si creda, è invece possibile scegliere quale dei percorsi preferire, e ho semplicemente riferito di una conoscenza diretta di un fatto simile tuttora in essere.

Si può fare perché la legge lo consente, ovviamente nei suoi termini.

Link to comment
Share on other sites

@stefanino basta una comunicazione alla scuola e una al provveditorato.

Poi i bambini devono comunque sostenere un esame di idoneità a fine anno.

Mi era informato io, durante il primo anno di pandemia, ma per motivi diametralmente opposti a quelli degli idioti oggetto del thread.

Cioè scegliere l'educazione parentale per evitare il rischio contagio a scuola.

Link to comment
Share on other sites

22 minuti fa, Martin ha scritto:

Aggiunge che Covid e vaccino ora esistono ma, si badi bene, esistono a seguito di un complotto.            

e' sulla giusta strada , un po' per volta.

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, Oste onesto ha scritto:

Poi i bambini devono comunque sostenere un esame di idoneità a fine anno.

Mi era informato io, durante il primo anno di pandemia, ma per motivi diametralmente opposti a quelli degli idioti oggetto del thread.

Io ho insegnato come supplente per un anno in un istituto di ragioneria.

Sinceramente , con tutta la buona volonta' possibile , non riesco proprio a capire come si faccia a preparare un figlio per fargli fare un esame da privatista a fine anno. E' un lavoro enorme che va organizzato , lezioni e verifiche.

Lezioni di che poi??

 

Link to comment
Share on other sites

Viene a mancare il confronto quotidiano con i compagni e con i diversi professori. Metodologie di insegnamento diverse, tempistiche diverse, scambio di opinioni, lavoro nel team, scontri e discussioni. Confronti, spesso aspri ma produttivi, esperienze, magari non sempre positive ma efficaci. Misurarsi con gli altri o essere anche trainati dal gruppo.

 

Link to comment
Share on other sites

@criMan mia figlia era in seconda elementare e mia suocera è una professoressa di lettere in pensione, io e mia moglie entrambi laureati, quindi, il programma scolastico, era perfettamente fattibile.

È ovvio che resta il problema della socializzazione.

Comunque non è detto che l'educazione parentale (a prescindere dal nome) debba essere fatta necessariamente dai genitori, esistono maestri privati ed istitutori.

Detto ciò, è chiaro che sono a favore della scuola tradizionale, la mia era solo un'ipotesi per fare fronte alla pandemia, per quando era stata interrotta la dad.

Link to comment
Share on other sites

 Share




×
×
  • Create New...