Jump to content

Testine top anni 90 e testine top attuali


alberto1954
 Share

Recommended Posts

alberto1954

Mi ritrovo con alcune testine di alto livello della metà degli anni 90 tipo:

Dynavector XX1

Fidelity Research  201

Audioquest B200 (prodotta da Scan-Tech quella che ora si chiama Lyra)

 

Sicuramente bensuonanti... ma.....

....sarei curioso di capire se quelle di alto livello  di produzione attuale sono  superiori .....eventualmente  di quanto....

Ovviamente spero risponda chi ha le top vintage e le top odierne... 

Link to comment
Share on other sites

alberto1954

Dopotutto ci sono delle testine che sono in produzione da tanti anni e sono ancora molto apprezzate come :

Denon 103 

Goldring Eroica

Per non parlare delle Spu di Ortofon

 e sicuramente qualche altra che ora non mi viene in mente....

Link to comment
Share on other sites

Armando Sanna

Penso che come qualità costruttiva nel periodo anni ‘80 e ‘90 sia stato il top per le testine, diverso il discorso dei pre phono che sono migliorati notevolmente nell’ultimo decennio a prezzi più “umani”.

Per quanto riguarda le testine in tuo possesso la Dynavector la producono anche attualmente con solo qualche modifica le altre 2 probabilmente i costruttori di allora hanno cambiato nome ( vedi Excel Sound ora Hana) o hanno chiuso i battenti.

 

Link to comment
Share on other sites

Nella mia lunga carriera audiofila ho preferito non spendere cifre particolarmente elevate per questo componente, il tutto in equilibrio con il resto dell'impianto. Tra le semimoderne Benz Ruby, Koetsu Black, Dynavector XX2, Ortofon Jubilee, ma nessuna di queste ha lasciato il segno. Tutte avevano un ottimo  equilibrio nei vari parametri, ma non mi hanno mai entusiasmato fino in fondo. Ho trovato, al contrario, grande musicalità, senso del ritmo, effetto live con una vecchia F.R.7 . Sarei curioso anch'io di metterla al confronto con testine attuali top da 10.000 euro ma nessuno ti  darebbe in prova oggetti così costosi.

Luigi.

fr 7.jpg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@alberto1954 una grande tesyina resta una grande testina, prendiamo ad esempio una ortofon spu, una decca london, una fidelitu research fr7 (leprime due ancora in produzione). Nel nostro mondo è sempre possibile migliorare (ma anche peggiorare) però se facciamo i conti con i listini oggi sono molto aumentati (e nsele prestazioni lo fossero al pari dei listini, non ci sarre storia, invece..)

Mi trovo benissimo con ma lia vecchia kiseki blue, tra le attuali sono eccellenti le emt (ma troppo al di sopra di quello che posso/voglio spendere per una testina)

 

Link to comment
Share on other sites

Le top di oggi sono du un altro pianeta rispetto alle top anche di pochi anni fa.

uno dei pochi settori ove l‘asticella continua a salire.. idem pre fono e pre.

si parla tanto di progresso digitale, ma quello analogico nel settore dei piccoli segnali è inarrestabile..

Link to comment
Share on other sites

Le top di oggi hanno listìni che superano i 10k€, e sono inaccessibili ai più. Esiste poi una fascia media , con listìni dai 3k€ ai 6k€,dove sono anche presenti modelli di punta di alcune case, che è invece più abbordabile e diffusa, e su queste andrebbero fatti i confronti con le testine top di un tempo. Sarei curioso di leggere se qualcuno si è cimentato, a casa propria e con il proprio setup, e quali risultati ha ottenuto.

Link to comment
Share on other sites

il mercato internazionale  delle testine d'epoca, quelle di qualita', e' in decisa ascesa 

segno che il mercato riconosce alla qualita' di quei prodotti il giusto prezzo 

il mercato delle testine attuali si regge sul prezzo di listino che e' il metro di valutazione  piu' farlocco che esista. 

 

 

Link to comment
Share on other sites

alberto1954

@radio2

 

Credo che i prezzi delle testine d'epoca top  siano in crescita.... sia  perche ora ci sono diverse aziende che le ristilano, sia per i prezzi  delle top attuali.

 Infatti avendo io diverse top d'epoca le ho mandate a fare il tagliando e non mi sogno nemmeno lontanamente di spendere 10000 euro per una testina top attuale..

Forse non vedrò l'infinito che queste promettono....   ma saprò farmene una ragione...☺️

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Insieme ai diffusori, le testine sono il componente che introduce le maggiori variazioni sul suono, e al tempo stesso fra i più critici da installare. Per questi motivi non esiste IMHO la testina perfetta. In più, come per i diffusori il gusto personale è una variabile altamente incidente nel giudicare questo componente. Di conseguenza può benissimo accadere ad esempio, che una ottima testina come la XX-1 (la mia prima MC di rango..), possa risultare per tutti questi fattori preferibile anche alla sua sorella ben più giovane come potrebbe essere la XV-1... 
 

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

Aggiungerei che le testine "vintage" diciamo così, possono presentare piuttosto un altro limite, ovvero l'effetto del tempo sulle parti meccaniche come la sospensione, la centratura o la rettilinearità del cantilever, l'usura del diamante, e dunque può accadere anche il contrario, ovvero che una testina di alto rango ma molto datata possa risultare anche notevolmente inferiore ad una attuale  più economica

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

La Denon 103,è una testina poco costosa,molto robusta e longeva.

La testina è nata per essere accoppiata ai trasformatori Denon,e vuole un braccio a massa medioalta.

Poi ovviamente segue il pre,il finale,i diffusori,l'ambiente,i gusti,le orecchie.

Il più delle volte,il mi piace,non mi piace,è dovuto a mortificazione delle prestazioni per errato interfacciamento.

La mia l'avevo pagata 119 euro in un Mediaworld,nella confezione vi era il tracciato di misura.

Lo stesso tracciato è presente nella MC 30 ( 1981 ) ,MC 2000 ( 1987 ) MC 5000 (1994 ).

 

Oggi quanti produttori,forniscono le caratteristiche elettriche e meccaniche, e le certificano ?

 

Gli stessi che esistevano mezzo secolo fa,Denon,Audio-technica,Ortofon,Dynavector.

 

I dati sono importanti,e devono essere attendibii,altrimenti trovare 'la soddisfazione' diventa complicato,a prescindere dal costo della testina.

 

Parlando dei tagliandi delle testine,la mia amata SL15Q con diamante a taglio Shibata ( sviluppato mezzo secolo fa con la nascita della quadrifonia ) compie 47 anni.

Avrei dovuto spedirla alla casa ogni tre anni per un totale di 15 tagliandi e 30 rischiosi viaggi,lasciamo perdere i costi,il tempo e lo sbattimento a impacchettare e spacchettare.

 

A mio avviso l'impianto è e deve rimanere in primis,fonte di relax,se deve essere motivo di preoccupazione,patemi,paturnie,meglio lasciar perdere.

 

 

 

 

 

 

 

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

@pino Non ho ben capito cosa intendi per dati certificati, Tra le testine moderne che ho/ho avuto tutte hanno il manuale con le caratteristiche elettriche e meccaniche, Benz, Lyra, Zyx e Miyajima allegano anche la strisciolina di carta con la risposta in frequenza dell’esemplare acquistato, e penso che anche altri marchi attuali lo facciano.

Link to comment
Share on other sites

Io sono un felicissimo possessore di Empire 2000 Gold E/III, sicuramente non al livello delle tante testine da voi citate e sicuramente inferiore alle testine oggi presenti già da 300€ in su... Forse, ma non di sicuro. Ma per spiegarmi meglio, vedo di darvi le mie impressioni e le mie motivazioni di tale affermazione. Ho fatto varie prove e confronti tra altre tesine quali : DL 103, Ortofon 2m Blu, Rega Bias 2 e Grado REFERENCE Wood 2(mi pare). Allora la, Empire era all'epoca sua una testina assai valida ed onesta, molto ben bilanciata nel suo e con un dettaglio ricco ma morbido. In basso invece risulta dolce, non molto frenato e nemmeno troppo veloce. Ha un'apertura, un'ariosità quasi palpabile ed una buona tracciabilità sulla traccia, scusate il gioco di parole. Io la trovo (in accoppiata al mio Dual 1219) senza alcun dubbio la migliore testina che io abbia mai avuto e montato(quelle che ho provato sono tutte di mio padre). È a mio parere una testina ancora oggi molto piacevole e non affaticate nel suo, quando c'è da suonare suona che è una meraviglia, una goduria e non ti fa mai venir voglia di spegnere l'impianto, a differenza della Ortofon 2m Blu che dopo un'oretta (almeno nel mio setup) fa quasi sanguinare le orecchie per la sua impressionante precisione, traccia il solco del vinile come una lama. La Grado la trovo in qualche modo vagamente simile come timbrica alla Empire ma più chiusa e decisamente più secca sul basso, ma non dico che non ne ha. La DL 103 è un caso a parte, suona sempre benissimo ma forse in alto è leggermente "scatolata", alle volte le trombe ed i pizzichi sulle corde della chitarra classica le percepisco quasi "digitalizzate", non so spiegarlo meglio purtroppo. Forse tra tutte la migliore (a mio avviso sotto la suddetta Empire) è,per assurdo,  la Rega Bias 2. La trovo veramente equilibrata ma non troppo, mette quel pizzico di piacevole colore sul basso, quasi enfatizzato alle volte, in alto risulta dettagliatissima e veloce, le voci sono una goduria ed ha pure un buon palcoscenico, abbastanza largo ed alto, forse poco profondo però, alle volte si fa fatica a distinguere la separazione tra orchestra e cantante, dove la Grado Wood la fa da padrona. In conclusione la Empire a mio avviso ha tutte queste caratteristiche (mescolate ad un'estetista davvero accattivante e ricercata nel suo)  che la rendono a mio avviso (ed anche secondo i miei amici che hanno ascoltato con me alcune prove fatte e mio padre incluso) la migliore ed il miglior compromesso tra tutte queste testine. Forse meglio è la Empire 4000 D, ma purtroppo qui non mi pronuncio perché l'ho ascoltata troppo poco e per di più senza particolare attenzione a casa di un amico su un Hitachi PS 38. Vale però la pena di investire in testine/cartucce Vintage oggi? Secondo me si, io ne ho varie appunto (Shure m75 II, Ortofon FF15O, Shure M44-7, Shure V15 III), e le mie preferite rimangono sempre la Empire e la Shure V15 III, e spesso se ben si sceglie la testina da abbinare a tutto il setup, ecco che si può raggiungere anche un ottimo livello di riproduzione senza svenarsi e sentendosi comunque appagati. 

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

  • 11 months later...

Io metto pure la mayware 7v fatta da Excel che ancora inspiegabilmente suona, senza segni di cedimenti. Un saluto a @pino un eminenza nel settore.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...