Jump to content

Tool Fear Inoculum LP 8 Aprile


rabass6
 Share

Recommended Posts

rabass6

Assai. Non ho il CD con cui confrontarlo, ma rispetto alle versioni HD che ho sentito l'LP lo trovo piú ricco e musicale (ma il mio setup analogico é comunque un paio di spanne superiore a quello digitale). Certo avrei fatto a meno di tutta quell'opulenta presentazione, il prezzo onestamente non l'ho trovato spropositato visto quello che ormai costa un singolo LP di una buona/ottima edizione. 
Unico problema, nessun disco é completamente piatto. 

Link to comment
Share on other sites

breso96

@rabass6 purtroppo essendo una delle due parti non incisa è molto difficile riuscire ad avere un disco perfettamente piatto. Ma in ogni caso non dovrebbe incidere sul suono ne creare problemi di sorta su un giradischi ben settato.

Link to comment
Share on other sites

SimoTocca

Ad ascoltarlo in cuffia mi pare che la registrazione sia in digitale nativo, DDD.

Io la sto ascoltando in cuffia (la nuovissima elettrostatica Audeze CRBN) con un set up digitale eccellente (no, non costoso, ma semplicemente eccellente) in versione HiRes 24/96 e l’album suona in maniera davvero notevole.

Da qui la domanda: ma la registrazione nativa è in analogico o è in digitale? Perché se sui 5 vinili a 160 euretti c’è una versione analogica, nulla da eccepire alla bella cifra spesa. In fondo ci sono vinili direct cut del Berliner Philharmoniker che costano assai di più...

Ma se sui 5 vinili c’è la registrazione in digitale nativo...? Merita lo stesso l’esoso esborso? Lo chiedo all’autore del Thread, senza alcuna polemica ma giusto per capire...

Perche in formato HiRes il suono che esce dalle Audeze è davvero molto molto bello...

 

 C05-FC49-C-47-A1-4-F83-9452-34313-FD1-A4

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

niente da dire se non che il vecchio vinile è avanti. Basta con le vecchie promozioni 5 dichi a prezzo di 2,, qui abbiamo 2,5 dischi a prezzo di 5

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Il 7/3/2022 at 18:16, rabass6 ha scritto:

A quasi 3 anni dall'uscita dell'ultimo lavoro dei Tool, la band ha annunciato per l'8 Aprile 2022 l'arrivo sul mercato della versione in vinile. 
Si tratta di un'edizione limitata (ma non ho visto indicato il numero di copie che saranno disponibili), composta da ben 5 LP, ciascuno inciso con la musica sul lato A, e con un eletto grafico sul lato B, quindi di 10 facciate solo 5 conterranno la musica. 
il prezzo in Europa, secondo il rivenditore, varia tra 180 e 200€ MA su Amazon.fr é prenotabile a €139 piú spedizione e adeguamento IVA 

 

A quel prezzo se lo possono tenere. D'altronde con il volume di vendite (scarso) che i rispettabilissimi Tool hanno, qualche dollaro lo devono pur recuperare :classic_biggrin:

Link to comment
Share on other sites

Progressive

@maximo

1 ora fa, maximo ha scritto:

A quel prezzo se lo possono tenere.

Si devono rifare dei tredici anni senza aver fatto un disco. 😁

Certo è un po' una rottura di scatole doversi alzare cinque volte dal divano per sentire l'intero album, leva, metti uff... 😒

Con tale cifra preferisco comprare più vinili.

Comunque sia i vinili in generale costano davvero troppo.

Link to comment
Share on other sites

Jackhomo
2 ore fa, cactus_atomo ha scritto:

niente da dire se non che il vecchio vinile è avanti. Basta con le vecchie promozioni 5 dichi a prezzo di 2,, qui abbiamo 2,5 dischi a prezzo di 5

i Tool sono bravissimi a prendere per i fondelli e con questo box riescono a farlo a livelli altissimi 😁

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
davenrk

Io personalmente non so se comprerei il cofanetto, già quello dell'edizione cd è molto bello, ma non ho il vinile, il problema non si pone :-).

Per il resto Fear Inoculum è un capolavoro, registrato benissimo, suona perfino molto smooth ed un un "contrasto" che ci sta benissimo, ti fa venire voglia di alzare il volume a livelli di volume da concerto.

La batteria poi come è registrata...libidine pura.

 

Per chi ama i Tool non so se ancora disponibile ma negli anni '90 o inizio 2000, non ricordo bene il momento esatto,  avevo preso un cofanetto chiamato "Salival" contenente una versione live di "Pushit" con intro da pelle d'oca e una cover di "No Quarter"....beh insomma ve lo consiglio...semplicemente strepitoso...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...