Jump to content

Un casco per mio figlio


Gabrilupo
 Share

Recommended Posts

Gabrilupo

Come da oggetto, mio figlio sta esplorando le possibilità di acquisto di una moto, la sua prima, ed io vorrei regalargli il casco.

Potete segnalarmi qualcosa di realmente sicuro? Grazie. 

Link to comment
Share on other sites

Gabrilupo

@verdino Ti ringrazio e la penso perfettamente come te, figurati che le due ruote che io mi sono concesso sono quelle di una bici e, anche lì, i problemi non mancano.

Mio figlio è già maggiorenne quindi non è che possa imporre chissà quali diktat. Dato che è determinato preferisco che entri in questo mondo progressivamente che, piuttosto, vi si fiondi malamente non appena in possesso di quattro soldi.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Collegatiper
7 ore fa, Gabrilupo ha scritto:

mio figlio sta esplorando le possibilità di acquisto di una moto, la sua prima, ed io vorrei regalargli il casco.

Potete segnalarmi qualcosa di realmente sicuro? Grazie. 

Mediamente ogni casco omologato di marca nota offre a mio avviso una sicurezza analoga. Astenersi cineaste da supermercato.

Direi di rimanere su Bell e Arai, assolutamente INTEGRALI FISSI, con calotte in composito ed interni smontabili (per pulizia, sostituzione, ecc…).

L’esterno robusto deve resistere all’impatto, distribuendolo su una superficie più ampia del capo tramite l’imbottitura.

Esistono anche caschi disaccoppianti ma non ne ricordo la marca.

Sostituire il casco dopo ogni impatto.

Accanto al casco prevedere paraschiena e giubbotto in pelle (meglio tuta intera non divisibile) con airbag.

Se possibile evitare di usare la moto in strada ma solo in pista.

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

toctoc60

@Gabrilupo Tassativamente un casco integrale. Shoei è una scelta eccellente e certamente non sbagli anche in relazione al costo. Arai forse è il top ma dai costi esorbitanti. Alternativa HJC rpha70 che dispone anche di una vasta gamma di grafiche ed dal costo poco inferiore a Shoei. Regola è provarli per valutarne il confort. Inoltre non dimenticare, come ti è già stato indicato @Collegatiper , l'abbigliamento tecnico che deve essere obbligatorio ad ogni uscita. Infine cerca di orientare il figliolo su una scelta progressiva del mezzo meccanico, ma soprattutto di osservare sempre i criteri di prudenza stradale. Il patema d'animo l'abbiamo avuto in tanti. 👍

Link to comment
Share on other sites

Uso un AGV K5 come integrale e un BMW System 7 Carbon come modulare, entrambi fabbricati dal gruppo Dainese. Mio modesto consiglio, casco chiaro per una maggiore visibilità.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
oscilloscopio

Ho sempre usato Shoei e mi sono trovato bene sia come sicurezza, comfort ed aerazione interna, anche in giornate molto calde.

Link to comment
Share on other sites

Dr.Faust

Ciao, nei miei 38 anni in moto (iniziato a 12 con una Beta da cross) sono caduto solo due volte, in entrambi casi avevo un casco integrale in kevlar, in tutte e due i casi AGV, ora utilizzo un ARAI Chaser, consigliatissimo (non guardare il costo! è la sua testa).

Aggiungo e ricordo a tutti che il solo casco non basta! Un collega è caduto qualche settimana fa, signora sbadata s'è dimenticata le precedenze (!), rotta clavicola (poi sistemata con chiodi e piastrina) e due costole, andato a sbattere contro un cordolo, cosa l'ha salvato?

Giacca completa di tutte le protezioni: paraschiena integrato, su gomiti, spalle ed avambracci. IL danno nel punto dell'impatto con il cordolo, le altre protezioni deformate hanno tenuto ed assorbito tutto il resto.

Ti dirà che ha caldo ma non importa, imponi le protezioni, nei miei due casi conseguenze quasi nulle perchè con tuta integrale in pelle (grazie Gimoto!), sono una di quelle poche cose che ti possono aiutare se non salvare cadendo in moto.

Sempre coperti, sempre protetti, guanti compresi e... chiudere la visiera.

Mi raccomando, prediche e protezioni!

Fausto (ormai oltre i 500milaKm in moto).

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
oscilloscopio

Concordo, le protezioni sono necessarie già da ragazzo avevo l'integrale (anche se non lo usavo sempre ) poi da adulto la tuta di pelle che mi ha salvato in un paio di occasioni, non esistevano le protezioni accessorie disponibili oggi, altrimenti le avrei utilizzate.

Link to comment
Share on other sites

toctoc60
13 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

le protezioni sono necessarie

È questa mentalità che distingue il "vero" motociclista dallo scuterista in abiti svolazzanti  🤭

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
oscilloscopio

@toctoc60 se giri tanto in moto vedi cosa può capitare spesso non per colpa tua ma di quello che c'è in giro, e la pelle è una sola...😉

Link to comment
Share on other sites

Fazer802

Anch'io motociclista. Ho uno Shoei con cui mi trovo benone. Anche se l'Arai che avevo prima è di categoria (e costo) superiore. Mi raccomando il paraschiena integrale completo. Anche se scomodo. Roberto.

Link to comment
Share on other sites

Armando Sanna

@Gabrilupo

mi sento di consigliare per un figlio o anche per una moglie un casco di primaria marca Shoei, Arai, AGV …

Poi in seconda battuta di provarli sempre ognuno di noi ha una testa diversa e a secondo delle marche ogni brand ha una calzata diversa, io adopero da molti anni Shoei ma non è detto che vada bene per tutti, è un po’ come le scarpe per andare a correre ognuno ha le sue .

Non per ultimo un consiglio il casco va preso un po’ più stretto, non deve essere comodo, poiché le imbottiture dopo un po’ di uso cedono e se preso troppo comodo ti ritrovi con una “zuppiera “ al posto del casco che in caso di sfortunata caduta non fa il suo dovere.

Per ultimo avere sempre abbigliamento adeguato giacca con tutte le protezioni ( paraschiena integrato lungo) , guanti , scarponcini da moto e un paio di jeans da moto.

Ricordarsi che in città avvengono più frequentemente le collisioni, l’abbigliamento da moto deve essere indossato e non lasciato nell’armadio 😉

 

Lamps

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

toctoc60
8 ore fa, oscilloscopio ha scritto:

può capitare spesso non per colpa

Proprio per questo le protezioni (paraschiena lungo, giacca con protezioni, scarpe, guanti, casco ben allacciato) vanno indossate sempre anche e per brevi tragitti. Speriamo lo capiscano anche gli scooteristi. Poi anche i motociclisti sportivi del fine settimana dovrebbero avere su strada un comportamento meno "pistaiolo" anche se attrezzati di tutto punto. 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Paolo 62

Ma non è per caso che gli scooteristi usano le due ruote come mezzo di trasporto e non possono presentarsi vestiti da motociclisti ovunque? Poi c'è il problema del caldo: se l'abbigliamento tecnico fa sudare non tutti lo useranno perchè non obbligatorio.

Link to comment
Share on other sites

toctoc60

@Paolo 62 concordo con quanto scrivi. Ma se si matura l'esigenza della sicurezza su due ruote, soprattutto quando si fanno tanti km quotidiani ed in qualsiasi condizioni atmosferiche, ciascuno si può organizzare con il tipo di lavoro che esplica. L'abbigliamento tecnico è ormai così vario e ben confezionato da soddisfare qualsiasi esigenza climatica e lavorativa. Inoltre alcune Aziende dispongono di una linea tecnica sportswear seppur costosa. Beninteso che non vuole essere assolutamente una critica ma soltanto una esortazione ad entrare in un negozio ben fornito per verificare di persona la propria esigenza. Lamps✌️

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...