Jump to content

atc scm 7/11, totem sky/signature one, pro ac tablette signature , diapason Micra /adamantes ?


vaurien2005
 Share

Recommended Posts

 

e di queste cosa ne dite?     MOREL OCTAVE 6 LIMITED EDITION BOOKSHELF

 

Link to comment
Share on other sites

Demian
23 ore fa, Pigu ha scritto:

e di queste cosa ne dite?     MOREL OCTAVE 6 LIMITED EDITION BOOKSHELF

Ascoltate anni fa pilotate da luxman (non ricordo il modello purtroppo, ma era 100 watt) Suono notevole, tanto dettaglio ma anche la gamma bassa non era da meno. Riascoltate in negozio con MC, non ho ritrovato la stessa magia. 

Cmq secondo me ottime, le comprerei.

Per diapason avute tanti anni le Micra, per quel che costano e per le dimensioni che hanno per me diffusori fantastici, soprattutto se pilotate con valvolari. Certo qualche limite c'è.

Le adamantes sono un altro pianeta.

Link to comment
Share on other sites

Demian
Il 7/5/2022 at 08:32, ALLMUSIC ha scritto:

@long playing Ce ne puoi parlare? Io abito a 5 km da Sound Center di Brescia. Spesso me le propongono, ma duemila euro con gli stand mi sono sempre sembrati eccessivi. 

2000 con gli stand anche per me sono troppi. Però sono ottime. Anche se nella loro stanza trattata non sono mai riuscito a valutarle bene

Link to comment
Share on other sites

@Collegatiper  Sono in sintonia con te , occorre considerare un'altezza massima 300/310mm per considerarle micro

altrimenti il confronto diventa impari

es. le adamantes sono quasi 400mm e hanno woofer da 170  

 

@Demian

2 ore fa, Demian ha scritto:

Riascoltate in negozio con MC,

scusa cosa è MC ? 

 

Una perplessità che ho sulle Morel octave  è che hanno un progetto un po datato , dovrebbero essere del 2013 e prenderle nuove ora si ha il dubbio che tra qualche anno potrebbe uscire l'aggiornamento

 

E poi in generale le micro vanno posate su un mobile , se uno ha spazio prende delle torri o bookshelf non micro 

 

Link to comment
Share on other sites

Nacchero

PMC Twenty5 21? 

Ho le Twenty 21 e le ho prese usate confrontandole con delle Totem One (non signature). Per quel poco che ci prendo io, le Totem avevano un suono più "grande e potente" (il virgolettato è d'obbligo), mentre le PMC più precisione e basso articolato. Ho scelto le PMC principalmente in rapporto alla mia disposizione, ma le ho trovate entrambe ottime.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
fafadim

Sono tornato ai diffusori da piedistallo dopo una lunga parentesi passata ad ascoltare con le torri. Ero caduto anch'io nel tranello "che la torre occupa lo stesso spazio del piedistallo....ecc. ecc."

Certo volevo fare quell'esperienza e l'ho fatta quindi con vera consapevolezza posso ritenermi estimatore dei boockshelf.

Dei loro pregi e difetti è stato detto tutto.

Secondo me bisogna distinguere tra midi e mini. Spesso i midi non fanno rimpiangere i diffusori da pavimento per estensione in basso.

Visto che nel titolo si parla di mini, il mio voto va alle Elac 312 che posseggo e che mi hanno riaperto il mondo che avevo stoltamente lasciato e ricondotto sulla retta via.

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

Renato Bovello
8 minuti fa, fafadim ha scritto:

che posseggo e che mi hanno riaperto il mondo che avevo stoltamente lasciato e ricondotto sulla retta via.

Ti capisco perfettamente. Magari non concordo sulla Elac ma sul concetto di base la vedo come te . 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

fafadim
30 minuti fa, Renato Bovello ha scritto:

Magari non concordo sulla Elac

Hai ragione, più che mini sono micro😁😁

Link to comment
Share on other sites

Renato Bovello

@MiaN Ad esempio , se ami pressioni sonore quasi sempre elevate , scegliere un mini sarebbe un’operazione priva di senso . Faresti , infatti , sempre lavorare il diffusore al di fuori del suo habitat ideale . Sono molteplici le considerazioni da fare nella scelta del diffusore giusto . 

Link to comment
Share on other sites

@Renato Bovello intanto grazie per il tuo intervento,

Sono sicuro che il giorno in cui avrai tempo e vorrai scrivere in modo esaustivo sulle differenze dei diffusori fari un grande regalo alla comunità.

Detto questo ascolto a pressioni sonore che vanno dai  i 50 agli 80 db in un ambiente di una trentina di metri quadri ad una distanza di circa 2,5 metri dai diffusori che fortunatamente posso posizionare con un  po di aria intorno.

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

ALLMUSIC
9 ore fa, Renato Bovello ha scritto:

pressioni sonore quasi sempre elevate , scegliere un mini sarebbe un’operazione priva di senso

Però e' vero anche il contrario. Ossia che chi ama l'ascolto a basso volume di solito sceglie (ambiente permettendo) un diffusore ad alto litraggio, a maggior efficienza e completezza di gamma anche a ridotte pressioni sonore. Se ascolti a bassissimo volume un mini diffusore, spesso ascolti solo il tweeter. 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

fafadim

La disamina sulla magia dei mini fatta poco sopra è, di fatto, abbastanza esaustiva, poi come dice l'autore stesso, si potrebbero scrivere pagine e pagine. 

Molto in effetti è stato scritto, anche nelle riviste cartacee del passato.

Vorrei solo aggiungere che spesso quando si parla di mini diffusori ci si riferisce allo stereotipo 3/5a degli anni 70. Tralascio i pregi, già riconosciuti allora, e vado ai difetti: divoratrici di corrente, forte limitazione in basso, scarsa tenuta in potenza. La tecnologia e soprattutto i materiali di oggi, ma anche di vent'anni fa, hanno ridotto se non eliminato quei difetti. 

Dico vent'anni fa perché mi riferisco, per fare un esempio concreto, al wooferotto da 13 cm della concertino home che non andava facilmente in crisi.

In ambiente piccolo il mini può essere una scelta obbligata ma non si pensi che serve per sentire solo campanellini.

In ambiente medio il boockshelf di medie dimensioni non sottrae nulla in bassa frequenza pertanto considero il "midi" l'anello di congiunzione tra i due estremi torre-mini che offre i pregi dell'uno e dell'altro senza caricarsi dei relativi difetti.

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

flamenko

Totem signature one tutta la vita a condizione di avere muscoli e palle😉🤷🏻‍♂️

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...