Jump to content

Un disco bellissimo che non riuscite più ad ascoltare per vari motivi, esclusa la noia


Velvet
 Share

Recommended Posts

A me succede con vari dischi e per vari motivi. 

Ma quello che dopo il primo ascolto non ho più ascoltato è la OST di Into the wild di Eddie Vedder.

Un disco bellissimo, ispirato, profondo. 

Ma triste, troppo triste. Come la storia vera del bel film di Sean Penn.

 

Mi mette i lucciconi e una depressione profonda, non ce la faccio.

A voi capita?

153749229_Schermata2021-04-01alle14_54_47.png.0d971b409c473101f7e454173aefdcb7.png

 

Link to comment
Share on other sites

Io odio quel film, il protagonista lo reputo solo un idiota. Per questo motivo non ho mai ascoltato la colonna sonora 😉

In compenso per i tuoi stessi motivi non ho sentito più di due volte l'ultimo disco di Cohen (non quello postumo), pur avendolo comprato. Troppa tristezza addosso.

Link to comment
Share on other sites

A me succede con Blackstar di Bowie, da un anno a questa parte proprio non riesco a ascoltarlo, mi mette troppa tristezza il testamento del Duca Bianco

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, Velvet ha scritto:

Ma quello che dopo il primo ascolto non ho più ascoltato è la OST di Into the wild di Eddie Vedder.

Un disco bellissimo, ispirato, profondo. 

Per me lo stesso. Ma il film l'ho visto 4/5 volte. E non lo trovo triste...

Ho comprato subito il CD della colonna sonora ma forse non l'ho neanche mai ascoltato per intero:

8 ore fa, Velvet ha scritto:

Ma triste, troppo triste.

Credo sia uno dei casi in cui la OST (bellissima) funziona solo con le immagini

Link to comment
Share on other sites

@clapat71

anch’io reputo il protagonista un idiota, soprattutto vedendo il film, la storia reale la conosco fino ad un certo punto.

Però ..... la colonna sonora di Vedder è veramente bella .... ho il vinile Music on vinyl che suona da paura sul mio impianto.

Link to comment
Share on other sites

non ho in mente un disco in particolare, ma a volte faccio fatica con certi dischi di quando ero giovane: da una parte sono ancora quelli che preferisco, dall'altra troppi ricordi di ciò che fu e anche di ciò che non fu e non sarà più.

 

ah, dimenticavo: "Into the wild" è un film bellissimo e io capisco e apprezzo la scelta del protagonista. tiè 😄

Link to comment
Share on other sites

37 minuti fa, daniele_g ha scritto:

un film bellissimo e io capisco e apprezzo la scelta del protagonista. tiè

+1.😀

Uno che non riesco piu' a riascoltare e' Prince, per cui impazzivo ai tempi.( A parte un bellissimo ricordo di un concerto del tour di Sign of the times).

Link to comment
Share on other sites

I dischi che non ascolto sono quelli he non mi piacciono, ma ho capito che non mi piacevano soltanto dopo averli comperati o i dischi registrati o conciati talmente male che ascoltarli è più che altro una sofferenza.

Per il resto ascolto più o meno tutto. 

Alberto.

Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, deaf ear ha scritto:

A me succede con Blackstar di Bowie, da un anno a questa parte proprio non riesco a ascoltarlo, mi mette troppa tristezza il testamento del Duca Bianco

Uguale, anche a me... L'ho ascoltato una volta e basta

Link to comment
Share on other sites

È una sensazione che provo quando penso di mettere “laid” dei James... che non ascolto da tantissimi anni e che, nella mia memoria, sebbene molto bello, è pure estremamente triste.

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, daniele_g ha scritto:

da una parte sono ancora quelli che preferisco, dall'altra troppi ricordi di ciò che fu e anche di ciò che non fu e non sarà più.

 

Anche questo è un buon punto. Certi dischi legati ad un preciso momento irripetibile é difficile goderseli senza cadere inevitabilmente nel nostalgico. 

Perciò magari li si evita 

Link to comment
Share on other sites

A me succede con Lucio Dalla del 1978.... Facevo le scole medie.... Andavo a trovare un amico (che ho sentito giusto ieri sera) il quale aveva in quel momento dei problemi psicologici (adesso è perfettamente a posto)  per i quali mi lasciava da solo sparendo con la madre o da qualche parte... Io aspettavo... A volte anche per più di un'ora (mi ricordo che la sua mamma mi ringraziava sempre tantissimo) e mettevo su dei dischi, ma questo di Dalla mi è rimasto.... Adesso ascolto raramente questo bellissimo disco..... Alla radio è per fortuna diverso: se mandano "Anna e Marco" o "La settima Luna" alzo il volume, ma a casa, difficilmente compio l'atto di prendere il vinile e metterlo sul piatto.......

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share



  • News

  • Obiettivi Recenti

    • Great Content
      Dufay
      Dufay earned a badge
      Great Content
    • Reputation
      pino
      pino earned a badge
      Reputation
    • Green Vinyl Badge
      ferroattivo
      ferroattivo earned a badge
      Green Vinyl Badge
    • Great Content
      plinth art
      plinth art earned a badge
      Great Content
    • Reputation
      spersanti276
      spersanti276 earned a badge
      Reputation
  • Last Adverts

  • GA_EU_EvergreenBanner_IT-300x250.webp.3beda3d55520411fdcdd2b1fc9bf8ea9.webp

×
×
  • Create New...