Jump to content

Elettroniche Plinius


Lukas82
 Share

Recommended Posts

Lukas82

Buongiorno, mi piacerebbe leggere qualche vostra impressione su tali elettroniche, anche confrontandole con altri marchi. Io possiedo l'integrato Hiato e ne sono molto soddisfatto.

 

Grazie a tutti

Link to comment
Share on other sites

bluesky

Ho avuto il 9200 anniversary,un bellissimo integrato,pilotava di tutto con grazia e raffinatezza e con un senso del ritmo non indifferente. 

Link to comment
Share on other sites

eduardo

Io ascoltai il  Kio Kio,  in un impianto di altro audiofilo ma con il mio pre che,  all'epoca,  era lo Shindo Claret. 

Mi piacque molto il risultato, e piacque anche al proprietario.

Link to comment
Share on other sites

magoturi

@bluesky concordo, ce l'ha un mio amico  che lo descrive come te ed io approvo dopo averlo ascoltato, il padre di un mio collega ha invece un pre muse ed un finale Plinius da 100 watts per canale  e ci pilota con ampia soddisfazione delle grosse Magneplanar: anche qui prevalgono ritmo e raffinatezza, inoltre le sue Magneplanar hanno anche acquistato in corposita' rispetto al precedente finale Muse.

SALVO.

Link to comment
Share on other sites

@bluesky anch'io ho avuto il 9200 abbinato al suo lettore CD, il 101. All'epoca pilotava delle Audio Physic. Non sono però d'accordo sulle sensazioni avute dagli altri forumer in questo tread. Ottima capacità di pilotaggio, dinamico e veloce. Ma dopo un primo momento di entusiasmo, è sopraggiunta la mancanza di raffinatezza dell'Accuphase che avevo prima. Un integrato che mi stancava e che ho venduto senza rimpianti. 

Link to comment
Share on other sites

@Fazer802 come raffinatezza e morbidezza effettivamente un Accuphase di pari livello e' superiore al 9200 che pero' lo supera in termini di capacita' di pilotaggio...fattore che comunque non ho mai considerato di fondamentale importanza poiche' diffusori "civili" interfacciabili ad un Accuphase ce ne sono tanti ed infatti anch'io pur rispettando tantissimo il Plinius 9200 preferisco un Accuphase.

SALVO.

Link to comment
Share on other sites

@dadox se parliamo dei vintage Kenwood tipo l'8006 o il model 600 suonano più simili quelli di ieri, oggi si sono un po' velocizzati e "brillantati" giusto per stare al passo coi tempi ma meno dei Luxman che, insieme ai Denon e ai Sansui, ai tempi erano sul corposo.

SALVO 

Link to comment
Share on other sites

15 ore fa, magoturi ha scritto:

oggi si sono un po' velocizzati e "brillantati" giusto per stare al passo coi tempi

Concorderai con me che molto lentamente (ma nemmeno così tanto lentamente) ci hanno rifilato una bella "equalizzazione di gregge"! 🙄  I più ostinati tentano ancora oggi di rinverdire il suono di prima applicando valvole ai lettori cd, ma niente, il digitale ha i suoi pro e i suoi contro. Io il brillante (sarà perchè sono un vecchio residuato bellico) ma non mi appaga come il suono old style. Chissà perchè però quando gli audiofili delle ultime generazioni ascoltano l'hi-end anni 80/90 godono come ricci.🦔 

Il brillante lo si otterrebbe giocherellando con un equalizzatore, ma il suono digitale anche caricarlo di basse frequenza mantiene ancora oggi quella pecca da distacco naturale che una qualsivoglia elettronica di vecchio stampo non aveva. La tanto decantata dinamica digitale ha pure lei il suo lato oscuro. Io paragono "l'old sound" al caminetto acceso e un brandy di marca, seduto in poltrona, il digitale ad un Martini bianco con ghiaccio bevuto al bar al banco.

Sai come ero riuscito ad ovviare la cosa? In tempi oramai lontani, quando la tecnologia spingeva l'acceleratore sull'imporre il cd, il quale vantava i 90db di dinamica rispetto al vinile, io stortavo continuamente il naso rispetto alle versioni su cd dei dischi neri, mentre ricostruivo la mia collezione ad ogni uscita digitale. Ho provato a registrare (senza necessariamente ripiegare su costosissimi bobinoni) sul videoregistratore hi-fi, che anch'esso vantava la dinamica del cd. Certo, la videocassetta non aveva la stessa versatilità di una cassettina audio stereo 7, ma la registrazione era perfetta, idem la dinamica, ma il suono perdeva per strada quella strana percezione di suono "perfettino ma innaturale". È abbastanza naturale che oggigiorno si tenda a non più reputare le elettroniche "vintage", ma per forza, oramai ci hanno addestrato ad ascoltare così. È come ascoltare l'autoradio col Treble a manetta, quando lo riporti in flat si ha l'impressione di aver cotto i tweeters! 😄 Uguale, solo in maniera più ruffiana, diluita nel tempo.  Ops, forse me ne sono andato in OT tutto da solo...🤭

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share



×
×
  • Create New...