Jump to content

Musical Fidelity A1


micort1
 Share

Recommended Posts

Chi mi parla di questo ampli.  Ne ho acquistato uno strausato e sono rimasto molto sorpreso dal suo suono, allo stato attuale sta nella mia stanza da letto collegato ad una coppia di Dynaudio 2/6 ( altra sorpresona) ed ad un poco vintage cocktail audio x 14. L’insieme suona da paura con ogni genere musicale. Non avrà L’ immanenza o l’autorità di amplificatori più potenti ma lo ascolto a bocca aperta senza stancarmi mai.


 

Link to comment
Share on other sites

Si suona bene io ho avuto una serie particolare denominata "Avalon" fatta per il decennale della casa .Era più potente (se non ricordo male 50 W per canale in classe A) Scalda molto, tieni controllati i componenti interni con regolarità.

Link to comment
Share on other sites

Sono stato a lungo incerto se prendere uno Ion Obelisk, un Creek 4040 o un Cyrus...tutti anzianotti come pure il mio, insomma volevo un “piccolo ampli inglese”. Di sicuro, a mio avviso, suona meglio dell’ Audio Analogue primo cento VT che usavo prima e che si trovava piuttosto bene con le Dynaudio (anche queste acquisto recente), ma questo sembra un altro mondo. potere della classe A?

Link to comment
Share on other sites

Ne serbo un ricordo piacevole, gamma media molto bella e musicale, non estesissimo in basso e in alto, messo in condizioni ideali era un bel sentire, col jazz d'atmosfera e la cameristica era una goduria, vero, scaldava tanto, era un piccolo calorifero aggiuntivo in ambiente.

Link to comment
Share on other sites

Ottimo integrato, molto piacevole.

Da diversi anni ho il pre 3ax ed i finali mono ma50 . Suonano simili all' A1, ma sono più estesi agli estremi banda , più raffinati e potenti.

Ovviamente scaldano parecchio pure questi

Link to comment
Share on other sites

@Bazza Ha la spiacevole tendenza ad autocucinarsi negli anni, a volte provocando cedimenti a catena di vari componenti passivi ed attivi. Questo a causa dell'elevata temperatura di funzionamento e della pressocchè totale assenza di ventilazione interna dovuta a spazio ridotto e assenza di circolazione naturale d'aria

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Boh... io ho il MF A200 che è il top  degli integrati di quella serie, 60W per canale, classe A (non so fino a che potenza). Scalda tanto, suona molto bene, ha buona estensione sia in alto sia in basso, senza problemi da quando l'ho comperato nuovo ad inizio anni '90, a volergli trovare un difetto ha il basso un po' lungo.

Prima ho avuto per pochi mesi il MF A120 da 40W che definirei un po' schizofrenico, bella gamma media, gamma bassa lunga e poco autorevole, molto simile come suono all'A1. Con alcuni generi musicali sono a proprio agio, con altri proprio non vanno.

 

A1, A120, A200 sono senza ventola.

 

Ho anche avuto il B1, 32 W belli corposi, ho dovuto restituirlo all'importatore perchè con piatto e testina allora in mio possesso, auto oscillava.

 

4 ore fa, claudiofera ha scritto:

Per ovviare,certi modelli superiori della stessa serie in classe A...montano piccole ventole,che si bloccano per la polvere.

E' il modello A100 da 50W, monta due ventole a ridosso dei condensatori di alimentazione. 

Link to comment
Share on other sites

Jonas Rainer

Ho comprato il circuito stampato dalla cina. Prima o poi dovrei clonarlo.

I MF sono ingegnerizzati molto male. Ricordo la riparazione di un integrato Tempest. Piste da 1mm che terminavano sopra delle resistenze da 2w che scaldavano parecchio.

Immaginate lo stato di quelle piste, completamente staccate dalla scheda e parti di scheda completamente cotte.

Siccome l'amplificatore era senza protezione, in uscita si avevano in modo random +35v a causa di alcune piste staccate e saldature fredde.

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Ciao a tutti,

quale modello, tra i vari Musical Fidelity in Classe A, è il più emozionante all'ascolto? Forse l'originario A1?

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Beh, non per nulla il soprannome bistecchiera è assolutamente azzeccato. Io lo uso con estrema parsimonia, per me è un pezzo da collezione, se vuoi usarlo tutti i giorni necessita di accurato raffreddamento. 

Link to comment
Share on other sites

Il 8/4/2021 at 10:10, miky8 ha scritto:

Da diversi anni ho il pre 3ax ed i finali mono ma50 . Suonano simili all' A1, ma sono più estesi agli estremi banda , più raffinati e potenti.

Ci credo !
l'MA50 è costituito dai due canali dello stadio finale dell'A1 collegati in parallelo, e alimentati a una tensione maggiore rispetto all'A1 per avere, al contempo, più potenza e maggiore capacità di lavorare su carichi difficili (lo schema circuitale dell'A1 permette, senza troppe preoccupazioni, di parallelare i due stadi finali). Infatti il circuito stampato dell'MA50 è lo stesso dell'A1.
Tuttavia risulta ancora meno affidabile in quanto, sull'alimentazione dello stadio pilota, la casa madre non si è preoccupata di ricalcolare, per via della maggiore tensione di alimentazione, il valore ohmico e la potenza delle resistenze di caduta sugli zener che stabilizzano l'alimentazione dello stadio pilota. Questo causa una certa frequenza di guasti in quella sezione, in quanto le resistenze e gli zener tendono ad arrostirsi, rompersi e a rovinare anche le zone di circuito stampato dove sono montati.

http://ftbw.de/xp/amplifier-xp/musical-fidelity-pair-ma-50-x.html

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...