Jump to content

Mountain biking (e Strada)


rebeccariccobon
 Share

Recommended Posts

8 ore fa, luigi61 ha scritto:

Un giretto nel bosco della Panfilia di Sant’Agostino FE: in questo periodo è molto ben tenuto ed adatto a gravel e a mtb

 

5059FD0F-BA89-4545-B9F7-731F0912A0CD.jpeg

Per arrivarci hai percorso l'argine destro del Reno? A mio parere anche il tratto di argine è molto bello con i campi coltivati alla destra e il fiume a sinistra 😉

Link to comment
Share on other sites

33 minuti fa, garmax1 ha scritto:

Per arrivarci hai percorso l'argine destro del Reno? A mio parere anche il tratto di argine è molto bello con i campi coltivati alla destra e il fiume a sinistra 😉

Da Cento verso Sant'Agostino ho percorso l'argine dalla parte di Cento, fino a Dosso; poi sono passato sull'altro lato che è sempre tenuto benissimo. Al ritorno ho fatto tutto l'argine da Sant'Agostino a Pieve di Cento.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Vero anche quello, a marzo solo Strade fra le risaie ( e pure ad aprile). Ma non era rivolto alle persone ma ai luoghi, qui i boschi al 90% sono sul ripido. 

Link to comment
Share on other sites

Da me , provincia di Ravenna , puoi trovare le colline nella zona sopra Faenza dove ci sono tantissimi percorsi per MTB , ovvio che non ci sono i dislivelli che trovi nelle alpi , però si può far fatica ugualmente  .

La zona dove giro io è più vicina al mare e il GPM è un cavalcavia .

Però la zona della pineta è molto bella e percorrerla in MTB è fantastico .

Link to comment
Share on other sites

rebeccariccobon

@buranide  Purtroppo no, è in zona San Vito al Tagliamento (Pordenone).
Mia moglie è di queste parti, infatti mi manca moltissimo il meraviglioso Carso triestino (che tu conoscerai bene, mi pare tu sia di Trieste, giusto?).
Riki

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, rebeccariccobon ha scritto:

infatti mi manca moltissimo il meraviglioso Carso triestino

Nell'ultimo periodo purtroppo preso d'assalto da orde barbariche...

Link to comment
Share on other sites

piergiorgio

domanda da 2 lire : uso/ho sempre usato una mtb, ma data la penuria di itinerari decenti negli immediati dintorni ( e non ho tempo/voglia di spostarmi in auto per raggiungerne di carini) giro ormai praticamente solo su strada.

e se passassi ad una bdc o gravel ?

mi spaventa, non avendone mai provata una, la postura da tenere in sella : con la mtb sono piuttosto 'dritto' visto che soffro già di mio di mal di schiena, ho paura che con una bici da strada dovrei stare troppo abbassato e quindi dover soffrire tale posizione.

ci sono parecchi offerte di usato in giro, stante anche il buono mobilità 2020; non mi interessa una bici recente o costosa (la mia mtb cinelli ha 10 anni ed è ancora una 26"), soprattutto ora che vanno di moda i dischi quelle a freni tradizionali te le tirano dietro.

pareri ?

Link to comment
Share on other sites

rebeccariccobon

@piergiorgio  Ciao Piergiorgio, io vedrei bene una bella Gravel, mezzi eccezionalmente versatili, e dotati di telai decisamente meno rigidi e di geometrie meno estreme (agonistiche), naturalmente curando molto la posizione in sella come sottolinea Panurge
(partendo dalla scelta della corretta taglia di telaio, altezza e arretramento sella, lunghezza attacco maubrio ed eventualmente tacchette per i pedali).
In realtà poi una posizione troppo eretta peggiora i problemi alla schiena, mentre stare moderatamente (!) abbassati e allungati facilità una sorta di stretching naturale; per lo stesso motivo molto importante è cercare di mantenere una pedalata in "agilità" evitando i rapporti troppo duri (e soprattutto nei primi tempi prediligere il piano alle salite, in maniera da abituare tutta la muscolatura e i tendini alla nuova postura).
Riki

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

 Share


×
×
  • Create New...