Jump to content

501


5mare
 Share

Recommended Posts

In passato ho avuto un MA6300 e un MA2275.

Non posso certo dire quindi di essere un esperto del mondo Mcintosh, ma solo di averlo assaggiato.

Adesso per attrazione estetica vorrei prendere i finali in oggetto.

Non potendo accedere alle passate discussioni, ahimè, ahinoi,  chiedo a voi esperti del marchio che suono  mi devo aspettare. 
I diffusori sono le R909 Jamo.

 

 

Link to comment
Share on other sites

giannisegala

@5mare Ciao, un suono bellissimo. Vincenzo  potrà dirti  di più visto che li ha da parecchi anni. I 501 quando vennero presentati   furono accolti  straordinariamente dalla critica e dal pubblico.  Insieme al finale MC 252 i 501 furono  gli amplificatori McIntosh che aprirono il nuovo corso  del suono Mac.  Nuovo corso che poi ha proseguito  sulla strada aperta da questi finali e che ha successivamente   accentuato  le modifiche  portate da questi due apparecchi. Diciamo che il 252 e i 501 hanno un piede legato al passato e il resto del corpo  dentro il  presente  che guarda al futuro. Non è un suono  scuro e  mieloso ,  è un suono avvolgente , molto musicale e allo stesso tempo  dettagliato  senza sfociare nell' iperdefinizione. Qualcuno preferisce  l'ultimo corso, leggermente più aperto , altri preferiscono  il vecchio corso , più ambrato e caldo . In questo caso è questioni di gusti. Diciamo che in politica i 501 e il 252 sarebbero i moderati, i nuovi apparecchi i progressisti e i vecchi apparecchi  i conservatori.  I 501 tra l'altro sono bellissimi  anche a livello estetico.  Secondo me se li acquisti li terrai a vita. Facci sapere . Buona giornata .

gianni

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
11 ore fa, 5mare ha scritto:

che suono  mi devo aspettare. 

meraviglioso. Il giusto connubio tra la delicatezza delle valvole e la forza dello stato solido. 

Link to comment
Share on other sites

A me sono sempre piaciuti moltissimo, tanto da preferirli ai successori, ovvero i 601.
Li ricordo in abbinamento al C2300, davvero un connubio spettacolare.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

@5mare Sono molti ad aver comprato i 501 ma, purtroppo, sono pochi i possessori di McIntosh in Italia che scrivono nel nostro Club. Preferiscono avere un profilo basso e leggere le discussioni senza intervenire. Alcuni di essi lo fanno con me in privato ma fuori da questo contesto.

Link to comment
Share on other sites

Hanno sostituito i 275 dopo un botto di una valvola, li uso in biamplificazione sulle medie mentre sui bassi ho i 601 come pre il 1000, le casse de jbl 4343. Hanno tentato più di volte di carpirli con altri finali ma non ci sono riusciti e rimarranno a vita nel mio impianto.

 

Link to comment
Share on other sites

@5mare Ciao, utilizzo i 501 ed un 462 (simile, come impostazione di fondo, al 452) e mi permetto di riportare un intervento di @vignotra Vincenzo  fatto in un altro post, perchè lo trovo davvero centrato ed utile ad evidenziare il carattere dei 501:

"tra i 501 e il 452 ci sono più di dieci anni di distanza. In questi anni McIntosh ha introdotto diversi miglioramenti tra i quali l’uso dei thermal track come dispositivi di potenza. Tra i vantaggi dall’uso di questi c’è sicuramente una maggiore trasparenza nel suono e una maggiore reattività ai transienti. Ne consegue che il suono dei 501 è più ambrato e valvolare rispetto al 452 che è più trasparente. A livello di potenza i 501 arrivano ad erogare anche 750 watt dove il 452 si ferma a circa 650 se non ricordo male. Allora la scelta tra i 501 e un 452 è una questione logistica (cioè di spazio a disposizione) e di gusto nell’ascolto. I 501 come il 452 resteranno nella storia  di McIntosh come tra i migliori amplificatori mono e stereo a stato solido."

L'esperienza condotta mi trova perfettamente d'accordo e trovo azzeccata la conclusione.

Aggiungo che la corrente erogata dai 501 è tanta (mi sembra di ricordare 75 ampere) e che sanno anche essere capaci di gestire diffusori impegnativi (e in questo si differenziano dal 252, che ne rappresenta la sintesi stereofonica senza steroidi). Rappresentano un connubio di tanta sostanza e di raffinatezza, con una impostazione di fondo che tende al caldo.

Resterebbe da verificare il fatto che le tue Jamo, che non conosco, possano gradire gli autotrasf. ... collegaci poi un pre aperto ed avrai spremuto ed ottenuto il massimo dai 501 ...

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
20 minuti fa, nizzo ha scritto:

collegaci poi un pre aperto

il connubio con il C2300 era semplicemente perfetto.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

@5mare domanda....pelosa. I miei 501 non li venderei a meno di 8000 euro ma credo che in giro (se li trovi) le quotazioni possano essere intorno ai 7000 euro.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
Adesso, 5mare ha scritto:

differenze ?

i 601 risultano più "freddi" e mancano un pò di quella magia di suono che i 501 hanno nel loro primo watt, cioè nell'intervallo tra i 0,5 ed i 5 watt. In questo intervallo danno la paga a moltissimi valvolari puri.

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, vignotra ha scritto:

cioè nell'intervallo tra i 0,5 ed i 5 watt. In questo intervallo danno la paga a moltissimi valvolari puri.

questa caratteristica è sicuramente un plus

Link to comment
Share on other sites

Ege Bamyasi

@5mare ti va di descrivere il suono ?

Ebbene, detto che il suono finale di un impianto è, ovviamente, la risultante dell'interazione di molti fattori (abbinamento delle elettroniche, tipo di ambiente, posizionamento diffusori,...), quando  sono ben presenti parametri come gamma dinamica-equilibrio timbrico-dettaglio-profondità-spazialità- immagine della scena, allora tale suono non può che essere da molto buono a eccellente ed è in quest'ultima categoria che collocherei il mio sistema. E naturalmente è merito del pre valvolare e dei finali MC501 se si avverte quel tocco di "morbidezza" e di "aria fra gli strumenti" così peculiare a queste elettroniche . Poi il resto lo fanno i Kef Blade, ma risultati ugualmente eccellenti si ottengono con diffusori anche molto diversi (ho ben presente i giudizi appassionati di tantissimi possessori di McIntosh delle loro amate Sonus Faber, JBL, Wilson, B&W, Tannoy, Monitor Audio, eccetera). Qui però è l'orecchio di chi ascolta ad essere determinante.

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.