Jump to content

Bluesound Node 2i miglior collegamento a dac esterno


minollo63
 Share

Recommended Posts

 

Bene, in un’altra stanza, ho letto in più di un intervento che molti utilizzano con soddisfazione il Bluesound Node 2i in abbinamento con un dac esterno per sfruttarne al massimo le potenzialità.

Mi sembra però che non venga quasi mai citato che tipo di collegamento sia utilizzato, se quello coassiale o quello ottico, e se ci sia una qualche differenza tra i due.

Inoltre non vengono nominati marche e modelli dei cavi di collegamento, così giusto per farsi un’idea di come vengano interfacciate le due elettroniche.

Ovviamente la mia domanda non è del tutto disinteressata, avendo ricevuto proprio quest’oggi il Bluesound in questione e avendolo collegato al mio dac North Star Extremo che già possedevo, tramite un cavo ottico che avevo in casa. Quindi mi piacerebbe avere qualche altro parere ed esperienza in merito.

Se non ho capito male da quanto scritto in precedenti interventi, l’amico @avv condivide la mia stessa configurazione e un suo parere sarebbe ancora più gradito, così come quello di qualsiasi altro forum ed che volesse intervenire per dire la sua in proposito.

Grazie fin d’ora a chi avrà la pazienza e la voglia di rispondere.

Ciao

Stefano R.

ps: abbiate pazienza se ho postato anche in questo forum, ma mi è stato suggerito che qui dovrebbero essere più pertinenti le informazioni (marchi e modelli) di eventuali cavi suggeriti.

 

Link to comment
Share on other sites

@minollo63 Io utilizzo questa configurazione su due impianti. Al momento il Node 2i è uno, ma non escludo che alla prima occasione ne prendo un secondo.

Attualmente utilizzo un Wireworld Mini Stratus 8 come cavo di alimentazione di 2 metri di lunghezza attaccato ad una ciabatta Dynavox X4100S lato filtrato.

Come collegamento in coassiale utilizzo un Mogami 2964 75 Ohm Canare Gold RCA (ne ho uno da 0,5 e uno esagerato da 5 metri).

Più recentemente ho preso un AUDIOPHONICS CANARE Digital Coaxial Cable 75ohm RCA-RCA 3m.

 

Da sempre uso il coassiale perché avevo letto che sull'ottico ci potevano essere delle limitazioni di frequenza, quindi ho lasciato perdere subito e non me ne sono più interessato.

 

Il beneficio con il cavo di alimentazione è stata immediatamente percepibile in termini di maggiore pulizia ed effetto "nero" di sottofondo, non so come si dice meglio tecnicamente.

 

Per quanto riguarda i cavi di segnale RCA... l'evoluzione è in progress.

 

Già che ci siamo estendere la richiesta di esperienze, consigli e conferme, sull'utilità di una ciabatta dedicata, più o meno professionale, con o senza filtri. Io penso di aver trovato un giusto compromesso con la Dynavox, però sono aperto come sempre ad ogni suggerimento per il secondo impianto.

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

@minollo63 io ho fatto alcune prove di collegamento del Node 2i fra ottico e coax e, nel mio setup, risulta netta la migliore qualità di quest'ultimo. Uso un XLO Signature 4.1 che avevo già in casa.

Come ottico ho usato un Audioquest, non ricordo il modello....

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

giannifocus
3 ore fa, SalD ha scritto:

coassiale utilizzo un Mogami 2964 75 Ohm Canare Gold RCA

il top perchè realmente 75 Ohm

3 ore fa, SalD ha scritto:

attaccato ad una ciabatta Dynavox X4100S lato filtrato.

proverei anche sulla presa non filtrata...a tal riguardo ti consiglio la Wireworld Matrix 2.

3 ore fa, SalD ha scritto:

Per quanto riguarda i cavi di segnale RCA... l'evoluzione è in progress.

Node 2i sensibilissimo ai cavi di segnale ma si fa presto a spendere più del Node stesso.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

52 minuti fa, giannifocus ha scritto:

a tal riguardo ti consiglio la Wireworld Matrix 2.

Grazie @giannifocus ce l'ho infatti nel mirino ma ho qualche perplessità... costa un po' di più ma soprattutto a favore della Dynavox c'è il tema della spia della messa in fase sulla presa principale... a proposito c'era un bellissimo topic su un aggeggio per la verificare della fase nel vecchio Melius ... chissà se qualcuno lo riapre... 

Link to comment
Share on other sites

@minollo63  Salve Stefano, ti rispondo con piacere. Sì sono io che ho la tua stessa configurazione( nel senso di un Node 2i abbinato al dac Extremo( anche se questa cosa mi sembra un pò da Soliti Ignoti 😂😂).

Comunque tornando serio ti dico che utilizzo la connessione in coax con cavo di segnale Madrigal HPC( MArk Levinson), un vecchio cavo anni 80/90.  Il cavo in questione secondo me asseconda bene il "carattere" neutrale del dac non mortificando quelle che sono le sue caratteristiche di trasparenza, velocità ed equilibrio timbrico.

Ho provato anche un cavo Van Den Hul The First ma no meglio il Madrigal. Quindi da ciò ne desumo che che il cavo sia importante.

 

Aggiungo che, come magari avrai avuto modo di verificare,  le differenze tra Node 2 versione liscio e versione con Extremo ci sono tutte ma non sono eclatanti, certamente non sono di quelle che apprezzi dopo un semplice "attacca e stacca".

 

Pur non avendo provato cavi di alimentazione alternativi, ma lo farò, sono convinto che il Node sia abbastanza sensibile all'alimentazione in generale.

Non so se può avere un nesso ma nel mio impianto proprio il Node e solo il Node( nonosatnte tante altre elettroniche presenti) risente di un disturbo nel momento in cui entrano in funzione i relè degli interruttori di accensione dei punti di luce di casa.  

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

giannifocus

@SalD Oehlbach Phaser. 
comunque per me meglio evitare i filtri sulle multiprese si può sempre ovviare con un aggeggino tipo IFI da inserire nella ciabatta x ripulire la corrente semmai. 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

giannifocus
7 minuti fa, avv ha scritto:

cavo di segnale Madrigal

Sto usando come cavo di segnale anche se non sul Node un Cello Strings 1 che fa parte della stessa famiglia Madrigal ML. 
Ottimo

Link to comment
Share on other sites

Summerandsun
6 minuti fa, giannifocus ha scritto:

si può sempre ovviare con un aggeggino tipo IFI da inserire nella ciabatta x ripulire la corrente semmai.

Di quale aggeggio si tratta?

Può essere interessante. Grazie

Link to comment
Share on other sites

Presumo che non interessi la codifica MQA,non ricevibile da quasi tutti i dac su ingressi diversi dalla USB...     ... problema che non si pone, ovviamente,se abbonati a servizi diversi di Tidal.

Link to comment
Share on other sites

@Gici HV eppure ti dirò che in streaming da Tidal, utilizzando l'Extremo,  i file MQA  vengono letti dal dac come 24/96.  

 

E aggiungo che alcuni di questi file si sentono effettivamente meglio.

Link to comment
Share on other sites

Summerandsun
6 minuti fa, avv ha scritto:

streaming da Tidal, utilizzando l'Extremo,  i file MQA  vengono letti dal dac come 24/96. 

Certo, il Node esegue sempre il primo unfold, quindi si arriva a 24 88/96.

Faccio la stessa cosa col dac del mio amplificatore collegato in coassiale al Node. Il risultato, con certe registrazioni è per me molto buono e superiore al Node liscio (nonostante possa avvalersi del secondo unfold).

Il cavo coassiale che utilizzo è un semplice Thender, che secondo il negoziante permette poca spesa e molta resa

Link to comment
Share on other sites

Concordo con @Gici HV per quella che è la mia esperienza con il Node ci vuole un dac con MQA sul coassiale per fare anche solo una parte dell'unfold sul DAC. Il Sony Ta non ha la funzione, quindi l'unfold lo fa totalmente il Node. Il Gustard X16 fa l'MQA Rendering sul coassiale, quindi il primo step lo fa il Node e il secondo il Gustard. Questa codifica si chiama OFS.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, giannifocus ha scritto:

IFI è sempre stata un punto di riferimento per me. Ho un paio di ampli dac "da viaggio" del loro repertorio più classico. Poi ho provato ogni sorta di purificatore quello USB, quello Coax, ... Mah, su questi ultimi ho reso tutto o quasi. Però questo purificatore mi intriga non poco, anche in rapporto al prezzo che mi sembra molto onesto.

 

Ma non capisco però come funziona. O meglio, è chiaro che si infila nella presa e poi ci si attacca il cavo... ma è proprio questa parte che non mi è chiara. Dove sta il lato "femmina"... nelle foto vedo uno spinotto tipo rca o a banana o simile... funziona così? Non sono due prese Bosch maschio da un lato e femmina dall'altro?  

 

Mi rispondo da solo... forse ho capito. Non è una presa filtro... ma praticamente "sprigiona" il suo potere pulente sulla ciabatta? Boh? ... ecco un difetto della IFI sono i manuali minimal...

Link to comment
Share on other sites

giannifocus

@SalD si mette in un frutto della ciabatta e stop. Il buco sopra funge da messa a terra se hai un apparecchio che vuoi far scaricare la terra. 
IFI consiglia più di uno di questi bussolotti, nella ciabatta al primo frutto vicino la iec, in un frutto libero vicino la presa dove è collegata la ciabatta, in un’altra presa della casa. 
comunque si può partire da uno. 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

@avv Al mio orecchio non ho avvertito differenze sostanziali tra i due, anche se l’Audiophonics ce l’ho da poco tempo e non ho fatto confronti diretti tra i due cavi. Però sono due cavi molto diversi tra loro, per cui forse la scelta va fatta in base anche alle loro caratteristiche.

 

L’Audiophonics ha un diametro decisamente maggiore, rivestito e molto più rigido. Mentre il Mogani è più sottile, rivestito in gomma e decisamente più flessibile. Forse i 5 metri del mio Mogani sono esagerati, ma anche sui 3 metri temo che l’Audiohonics inizia ad essere piuttosto ingombrante e rigido.

Almeno per quella che è la mia valutazione sulla funzione di un cavo coassiale.

Viceversa su dimensioni più ridotte, sotto i 3 metri, se uno vuole avere una netta sensazione di isolamento e robustezza forse meglio l’Audiophonics.

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...