Jump to content

Basta spendere soldi in cd e vinili, passate allo streaming


Recommended Posts

8 minuti fa, Kouros ha scritto:

con l'aggravante che appena smetti di pagare non ti resta nulla

Esattamente come quando finisce l’abbonamento alla stagione operistica ! 😂 oppure ritieni che quell’abbonamento ti lasci qualcosa in più ? Se sì mi dici cosa ?

Link to post
Share on other sites

Completamente quasi d'accordo. Io il servizio Qobuz lo uso moltissimo, soprattutto x ascolto di nuove uscite. Son diventato molto curioso e riesco ad ascoltarne moltissime, anche se non tutte sullo stereo. Sugli acquisti però, soprattutto su quello che mi piace, qualcosa ci scappa ancora.

Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, diego_g ha scritto:

Perché rinunciare a qualcosa? È necessario prendere partito per forza?

Diego, tu sei troppo democratico.

Scegli una fazione, perbacco, e difendi la posizione  fino alla morte (degli avversari ) !!!

  • Haha 2
Link to post
Share on other sites

@diego_g Che fai finta di avere un supporto che non c'è e che scompare del tutto appena non paghi l'abbonamento è un bordello virtuale che a me proprio non appaga .

Meglio una che puoi toccare che tante che puoi solo immaginare (ed ascoltare) 😁🥴😉

Link to post
Share on other sites

@Pippo87 Alla stagione operistica vado a vedere fisicamente un evento REALE con la liquida (che schifo sto termine però....fa venire in mente proprio ...va beh...)mi sciroppo un miliardo di roba virtuale .

Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, Dufay ha scritto:

Questo invece è prprio il problema' principale

Vero! Capita spesso, almeno a me, di curiosare / cazzeggiare qua e là e di perdere così del gran tempo con opere spesso dimenticabili...

Link to post
Share on other sites

@eduardo non sono d'accordo , per mia esperienza , a parità di Dac , uguale al cd o addirittura meglio lo streaming , probabilmente dipenderà dalla bontà degli apparati e gli interfacciamenti .

  • Melius 1
Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, Bazza ha scritto:

Ed io che pensavo che fosse pure troppo un millino

Dipende dal momento e dal contesto di discussione.

Alle volte è funzionale asserire che basta una manciata di Euro per raggiungere il paradiso, altre volte che bisogna investire parecchio 😁😁

Link to post
Share on other sites

Facciamo un esempio: chi di voi si è comprato il nuovo disco dei Dik Dik? 

Io li amavo da bambino, amavo "L'eschimese" .. ecco comprarmi il disco proprio no, ma ascoltarmi "L'isola di Wight' mentre chatto mi piace...

Screenshot_20210501-181130_1.jpg

Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, diego_g ha scritto:

azzeggiare qua e là e di perdere così del gran tempo con opere spesso dimenticabili.

Devi gua sapere prima. Se hai una scelta limitate fai più attenzione.

Link to post
Share on other sites

@baldo68 mah, ogni tanto faccio un po' di confronti con stesso dac (quello del Pioneer PD70) e il Blue Node collegato in coassiale ne esce perdente.  

Però ascolto comunque molto in streaming, soprattutto web radio, che sono una ficata.

Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, Kouros ha scritto:

lo streaming è un audio-finzione con l'aggravante che appena smetti di pagare non ti resta nulla.

Anche se vai al cinema o ad un concerto non ti rimane nulla 

 

Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, baldo68 ha scritto:

ma la possibilità di ascoltare qualunque cosa ti passi per la mente è impagabile .

Ho lo streamer da qualche mese, circa 1 anno, direi.

In effetti puoi ascoltare un po’ di tutto, ma, non so come mai:

- di tutti i dischi che ho provato a sentire via streamer, credo di non averne ascoltato uno una seconda volta;

- se ho voglia di sentire un disco che conosco, non lo faccio mai via streamer.

non dico sia una legge, è solo la mia esperienza.

Link to post
Share on other sites

Rigorosamente streaming ormai, non amo accumulare "hardware".

Il piacere di voler ascoltare qualcosa ed è li a portata di tasto è impagabile.

Ascolto in streaming anche la roba che ho già in CD.

CS

  • Melius 1
Link to post
Share on other sites

@daniele_g i dischi che mi sono piaciuti li riascolto anche più volte , con il vantaggio di scoprirne anche altri senza il rischio di acquisti sbagliati , e conoscere interpreti che diversamente non avrei mai conosciuto . Forse questo vasto e sterminato bacino a cui puoi attingere musica può inizialmente mettere un pò di frenesia nell'ascolto , poi ci si abitua a far andare la riproduzione di ciò che piace e salvarlo nei preferiti per riascoltarlo.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



  •  

  •  

  •  

  •  

×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.