Jump to content

Dopo un McIntosh...


Giovanni1966
 Share

Recommended Posts

Giovanni1966

Buongiorno 

 Dopo un 6900 che ha suonato per più di 10anni con buoni risultati con alcuni diffusori  e ottimi con altri .

Ora mi è  venuta la scimmia di cambiare , così senza motivo ma vorrei sostituire ...

Di solito chi sostituisce un Maclintosch su quali brand indirizza il suo interesse?

 

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Giovanni1966 ha scritto:

racconta

Provo a riassumere brevemente la mia lunga esperienza di appassionato audio e di musica:

ho avuto la fortuna di ascoltare/provare (quasi sempre a casa mia) tante eccellenti amplificazioni: tra cui   Pioneer (il primo amore non si scorda mai), Proton, Rotel, Luxman, Monrio, Naim, Audio Note, VTl, Krell, ARC, Gryphon, Audia Flight  Gamut, Pathos (che fu sostituito dal Mac MC2102), MBL (che sostituì il mio ex Mac a valvole, e che è stato sostituito poi dal mio attuale MC452). Quando poi circa 12 anni fa provai per la prima volta un Mac (il finale a valvole MC2102), più per curiosità che per acquistarlo, è stato amore a primo ascolto, ed è rimasto con me per oltre 7 anni. Venduto poi senza troppa convinzione (più per problemi logistici che altro) dopo circa 1 anno ho “dovuto” riprendere un Mac (il 452 appunto). Secondo me una amplificazione Mac a valvole, o a SS con gli AF, non si batte per naturalezza e bassissima distorsione dell’evento musicale riprodotto. Se poi si cerca la “spettacolarizzazione” dell’evento musicale, meglio cercare altro. 
E questo senza nulla togliere agli ottimi prodotti che ho avuto la fortuna di avere / ascoltare.

 

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@Giovanni1966 vado controcorrente, non essendo un fanboy. personalmente non mi interessa la marca (se non a volte per motivi puramente esttici) io cerco un suono che mi soddisfa, e il suono è dato dalla catena nel suo complesso (ampli sorgente diffusori) più ambiente più sw. Il sw varia, ovviamente, ma in linea di massima classica e metal non sono registrate nella stessa maniera.

Una volta individuato il sound che cerco, poovo a realizzarlo tenendo contesto delle situazioni al contorno (spazi in casa, spl che posso realmente utilizzare, ingombri massimi dei vari componenti, budget sostenibile per le mie tasche senzamandare la famiglia a medicare)

Il marchio non sta a monte ma a valle del processo decisionale.

Se ho già un mcintosh e voglio cambiare , la domanda è

a) voglio cambiare sound?

b) voglio cambiare marchio/estetica?

c) voglio mantenere la stessa impostazione affinandola?

A seconda di quel che cerco, oriento la scelta, 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

giannisegala

Cactus  ha risposto in maniera   corretta. Ora caro Giovanni spetta a te rispondere, poi noi ti  diremo la nostra . 

gianni

Link to comment
Share on other sites

Se ti è comunque piaciuto il tuo MA6900, io proverei ad ascoltare come si è evoluto il suono McIntosh nel corso degli anni. Concordo con Vignotra che un integrato come l'MA9000 (ma anche l'MA8000) rappresenti un significativo miglioramento anche per quanto riguarda la capacità di pilotare "qualsiasi diffusore", rispetto alla pur fascinosa impostazione sonora del  MA6900. Poi, a mio avviso, un McIntosh, sia a livello di mantenimento del prezzo nel tempo che di garanzia sull'investimento fatto in termini di qualità costruttiva e di presenza di centri di assistenza in Italia, trova pochi rivali anche tra altri marchi blasonati.

Luca

Link to comment
Share on other sites

Il 16/5/2021 at 08:20, Giovanni1966 ha scritto:

Buongiorno 

 Dopo un 6900 che ha suonato per più di 10anni con buoni risultati con alcuni diffusori  e ottimi con altri .

Ora mi è  venuta la scimmia di cambiare , così senza motivo ma vorrei sostituire ...

Di solito chi sostituisce un Maclintosch su quali brand indirizza il suo interesse?

Certo però chiederlo qui dentro non è proprio elegante 😈

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, gug74 ha scritto:

Certo però chiederlo qui dentro non è proprio elegante 😈

ma invece è giusto che uno ad un certo punto della vita voglia provare altro...poi tanto prima o poi ritornerà a MC a riconferma che chi ama il brand magari farà anche qualche scivolone, ma poi ritorna sempre a MC.

Come diceva quella canzone di Venditti:"...gli amori fanno dei giri immensi e poi ritornano..." (Cit. Amici Mai).

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Un tizio con la sua vecchia Audi, va in un concessionario di questo marchio e chiede al venditore: quale BMW mi consiglia? 😂

Link to comment
Share on other sites

granosalis
Il 16/5/2021 at 08:20, Giovanni1966 ha scritto:

Di solito chi sostituisce un Maclintosch su quali brand indirizza il suo interesse?

Ti suggerisco un marchio storico americano, fondato nel 1949 e con sede Binghamton, NY

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Mah, io ricordo una comparativa tra 6900 e 7000, che erano obiettivamente assai diversi, più fluido e rotondo il primo, più prorompente e deciso il secondo.

A parità di sistema, quindi stesse casse, stessi cavi, stesso lettore, posso ricordare che l'uditorio si divise equamente tra i due contendenti: sono quasi certo che ciò accadrebbe ancora, considerati i tantissimi seguaci del suono Mc di una volta.
Dopo dieci anni di piacevole convivenza, io sinceramente mi terrei il 6900, se non ha problemi di altro tipo.

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.