Jump to content

Finale Onkyo m-508 ed altri modelli


Discopersempre2
 Share

Recommended Posts

Discopersempre2

Sera qualche anima pia mi vuol parlare di questo finale dai vu-meters bellissimi e grandi? E una sua corretta valutazione +o-. Grazie.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
BEST-GROOVE

Non l'ho mai avuto per le mani ma l'ho ascoltato sovente come i fratelli minori della serie (502-504) in negozio dove il commesso addetto alle vendite era un'amico.
Posso dire che sono molto ben suonanti, meglio di tanti concorrenti dell'epoca; della Onkyo i finali rispetto ai pre sono la parte migliore e il bello è che sono rimasti in catalogo molti molti anni a differenza di altre case che rinnovavano il catalogo ogni anno.
Sarebbero da prendere a occhi chiusi se non fosse che di questi tempi la follia nel chiedere cifre inusitate per ogni apparecchi usato Hi Fi è diventata la regola; posso però riferirti per una valutazione attuale i prezzi a listino nei quasi 10 anni che è rimasto in commercio....
nel 1988 2.600.000  nel 1996 3.950.000 con il 508 integra (che deduco abbia avuto poche marginali modifiche)

 

Link to comment
Share on other sites

@Discopersempre2 Io con Onkyo ci andrei a nozze! È uno di quei marchi che nel periodo d’oro dell’hifi costruiva dei pezzi da novanta spesso irraggiungibili alla maggior parte degli appassionati, qualità da primato, prezzi da capogiro. Oggigiorno come molti, han tirato un po’ i remi in barca, ma quello che esce dai loro stabilimenti è tutt’ora da tanto di cappello 🎩.

Link to comment
Share on other sites

@Discopersempre2 Potrei dirti che all’epoca lo sentii mi piacque alla grande, ma purtroppo son passati tanti anni, ricordi troppo sbiaditi. Ricordi positivi, ma lontani. Gli Onkyo odierni tengono banco grazie all’esperienza maturata, se quell’ampli non ha problemi di salute, per me è un acquisto che farei a scatola chiusa.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@Discopersempre2 gli onkio all'epoca erano considerati i più musicali tra gli amli jap. la casa si costruì una solida fama con gli integrati di medio prezzo, prima di mettere a catalogo la serei top  integra e grand integra, pre finali ma anche integrati cop e tuner. il 508 dichiara 800 watt pe canale, è stao a catalogo per una diecina di anni, mi paere fin quasi a fine anni 90.

E' bello ben suonante e ben costruito (ho ascoltato a suo tempo i fratelli minori che andavano davvero molto bene), sulla quotazione non ti saprei dire, non è un apparecchio comune da trovare, ma attento a chi pnsa che ohni ampli di 30 e passa anni fa valga due fortune

Link to comment
Share on other sites

Discopersempre2
6 minuti fa, cactus_atomo ha scritto:

508 dichiara 800 watt pe canale, 

Ma io sapevo essere 200 watt p.c.🤔

Link to comment
Share on other sites

Discopersempre2

Scusate l' ot, ma a proposito degli ampli con i vu meters (integrati, pre o finali) ho delle titubanze, date dalla mia totale inesperienza con tali macchine:

1)Il fatto di avere o no questa tecnologia può portare ad avere un "suono meno hi-fi"?

2) In caso di guasto ai suddetti sono "volatili per diabetici" nel senso di eventuale reperibilita dei pezzi oltre la difficoltà di reperire eventuali pezzi di ricambio; daltronde aanche se ben tenuti sono apparecchi di c.a. 30 anni.

3) Non capisco l' utilità del regolare i "livelli" del guadagno dei vu-meters, tipo i Mac per capirsi.

4)Come mai, alla fine codesti ampli, ai tempi d' oro dell' hi-fi, erano una minima parte? (Costi maggiori, snobbismo da parte di una "certa" clientela o......)

Grazie e scusate se mi sono espresso male e scritto eventuali sfondoni, ma come ormai sapete la passione è tanta, come tecnico "lassamo perdè":classic_blush: e l' unico che c'è dalle mie parti s' "arrangia" come può:classic_unsure:.

P.S. Però quanto sò belli, insieme al fascino delle valvole:classic_love:.

Link to comment
Share on other sites

oscilloscopio
12 minuti fa, Discopersempre2 ha scritto:

Il fatto di avere o no questa tecnologia può portare ad avere un "suono meno hi-fi"?

Direi di no

13 minuti fa, Discopersempre2 ha scritto:

In caso di guasto ai suddetti sono "volatili per diabetici"

Difficile si rompano ne ho su ampli e deck e mai rotto uno

14 minuti fa, Discopersempre2 ha scritto:

Non capisco l' utilità del regolare i "livelli" del guadagno dei vu-meters, tipo i Mac per capirsi.

Sugli ampli li reputo ai fini pratici inutili, è solo un fatto estetico (discorso diverso per i deck o Rtr)

15 minuti fa, Discopersempre2 ha scritto:

Come mai, alla fine codesti ampli, ai tempi d' oro dell' hi-fi, erano una minima parte?

Credo inutilità pratica e maggiori costi

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@Discopersempre2 come hai detto i vumeter sono belli ma praticamente inutili. Sono una complicazione ed un costo in più. Ripararli di norma non è un problema, il livello di guadagno ha senso, se hai un diffusore molto efficiente bastano pochi watt e con una regolazione standard gli aghi resterebbero fissi

Link to comment
Share on other sites

Discopersempre2
11 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

Credo inutilità pratica e maggiori costi

Sono d' accordo; però se dovessi scegliere tra i vu-meters ad ago e quelli a "scala di led rossi" tipo gli Yamaha, Sansui o altri, beh... allora meglio i primi, per me.

Link to comment
Share on other sites

Discopersempre2

@cactus_atomo Scusa, ma a livello sonoro? Cioè il fatto che ci siano o no, può portare ad un "degrado" del suono o sono solo fisime le mie?

5 minuti fa, cactus_atomo ha scritto:

se hai un diffusore molto efficiente bastano pochi watt e con una regolazione standard gli aghi resterebbero fissi

Nel mio caso abbinate alle Cerwin, che se non sbaglio dovrebbero essere un 92/93 db, allora li dovrei tarare di conseguenza, giusto?

 

Link to comment
Share on other sites

Discopersempre2
25 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

maggiori costi

Però, ripensandoci, a volte venivano montati anche su degli ampli no di élite; tipo qualche piccolo Toshiba o similare.....boh

Link to comment
Share on other sites

Tito, Enrico ... saranno anche realmente poco utili, concordo, ma alla vista ti cotanta grazia ....

camelady1122-img600x400-1497269809qgnzhz

.

Come direbbe il Gabriello Pontello, di Supersexiana memoria ..... IFIX TCHEN TCHEN !!!!! 💥

Link to comment
Share on other sites

Discopersempre2

Ho notato che alcuni, come il finale in questione, usano nei vu-meters una "scala"  diversa rispetto ad altri; sono forse più precisi?

Link to comment
Share on other sites

oscilloscopio
7 ore fa, Discopersempre2 ha scritto:

, ripensandoci, a volte venivano montati anche su degli ampli no di élite; tipo qualche piccolo Toshiba o similare.....boh

Commercialmente parlando la scena e l'estetica in un prodotto hanno la loro importanza.

6 ore fa, Discopersempre2 ha scritto:

notato che alcuni, come il finale in questione, usano nei vu-meters una "scala"  diversa rispetto ad altri; sono forse più precisi?

La precisione è sempre relativa e dipende anche dall'impedenza dei diffusori.

@tapesrc che siano belli non ci sono dubbi, piacciono molto anche a me.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...