Jump to content

Siete in grado di percepire questa differenza?


paolippe
 Share

Recommended Posts

Trattasi di due delle mie Denon DL-103, la prima acquistata nel 2007 da Di Prinzio e la seconda poco dopo sull'web. 

Che ne dite? Io percepisco una lieve, ma SICURA differenza.

 

A voi è capitato mai?

 

Grazie a chi interverrà

 

Paolo

Denon DL 103.jpeg

Link to comment
Share on other sites

@paolippe beh, guardando i grafici, riguardo alla seconda già la risposta in frequenza è di 2 db inferiore sugli acuti (e si percepisce quasi la metà della potenza rispetto alle medie e basse), inoltre l’uscita è più bassa quindi è normale che tutto ciò sia facilmente percepibile….

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

FabioSabbatini
3 minuti fa, Marvin7 ha scritto:

quindi è normale che tutto ciò sia facilmente 

 

Certamente 

La differenza è su banda molto ampia e non è nemmeno piccolissima 

Sono cose facili da verificare,  non a sentimento (se so quale è quella con meno alti allora vale ben poco il giudizio all'ascolto) ma in modo oggettivo,  basta un buon dsp tipo fabfilter o analoghi e si verifica fino a quale differenza si percepiscono le differenze.  In cieco e cambiando al volo. 

Sono prove che faccio spesso.  Hanno il difetto/pregio di farti capire cosa riesci a percepire e cosa no. Quel tipo di differenza (giudicando ad occhio le curve) non dovrebbe essere insolito percepirla. 

Inoltre se quelli sono i certificati originali,  magari le misure sono state fatte decenni fa e a decenni di distanza l'una dall'altra 

Sarebbe curioso rimisurarle oggi

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, paolippe ha scritto:

Io percepisco una lieve, ma SICURA differenza.

Il grafico mostra una differenza per oltre due ottave e mezza da 1 a 2 db. 

Quasi impossibile non sentire la differenza. Son cose che con i dsp si provano in pochi minuti. Tanto che potresti

farle suonare al contrario. 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

40 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

Inoltre se quelli sono i certificati originali,  magari le misure sono state fatte decenni fa e a decenni di distanza l'una dall'altra 

Sarebbe curioso rimisurarle oggi

In effetti la situazione potrebbe essere cambiata e sarebbe un bel paradosso sentire ciò che non c'è ma ciò che ci aspettiamo di sentire.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

FabioSabbatini
30 minuti fa, 31canzoni ha scritto:

sarebbe un bel paradosso sentire ciò che non c'è ma ciò che ci aspettiamo di sentire.

Che poi è ciò che capita nel 94.5 +/- 0.02% circa degli ascolti che commentiamo amabilmente con locuzioni tipo "le differenze erano eclatanti" o peggio "piccole ma evidenti" e giù di compagna iperudente perennemente in cucina

🙂

 

Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

e giù di compagna iperudente perennemente in cucina

🙂

Pipistrella cuciniera la mugliera.

  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

FabioSabbatini
45 minuti fa, grisulea ha scritto:

Son cose che con i dsp si provano in pochi minuti. 

Già detto

Ma giusto ribadire l'ovvio 

Anche se temo che ben pochi audiofili siano interessati a sapere le differenze che sono in grado di percepire 

Ma in caso qualcuno lo sia... almeno sappia che è facile 

 

 

Link to comment
Share on other sites

55 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

Anche se temo che ben pochi audiofili siano interessati a sapere le differenze che sono in grado di percepire

Credo che differenze nell'intera ottava da 5000 a 10000 di mezzo db siano già udibili, quasi sicuramente 1 db. Pacifico di due. Che non siano interessati può essere, temo invece non vogliano credere che talune differenze specie se evidenti, altro non siano che differenze di rif aggiustabili in un minuto. Potremmo chiedere a Paolo quale gli piace di più e fargliela piacere ancora di più dando o togliendo un altro db 😁

Link to comment
Share on other sites

@FabioSabbatini tempo fa qualcuno aveva postato un link di un sito nel quale c'erano alcuni brani musicali registrati in diversi formati (credo mp3, wav e HR) dove si poteva "giocare" a indovinare quale fosse il corrispettivo ascoltato e si avevano i risultati solo al termine della prova....non ho mai azzeccato nulla con sicurezza! Da quel giorno sono crollate le mie sicurezze audiofile!!! 🙂

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

@paolippe che dire....''onore'' alla trasparenza di denon ma la seconda ha una risposta ''anomala''...ho cercato per confronto il grafico dell'ultima acquistata 3 anni fa, ma come solito lo troverò quando cercherò altro... un paio di esempi dal web:

 

 

spacer.png

 

spacer.png

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

long playing

Credo che la curva di risposta della seconda , quella calante , sia notevolmente sotto la media dei grafici delle risposte delle DL 103. Le rispsoste in freq. individuali discostano un minimo e poco caratterizzanti ed e' normalissimo data la costruzione ancora manuale ,  ma non in modo cosi' evidente e sicuramente percepibile all''ascolto...un esemplare non perfettamente riuscito? 

Link to comment
Share on other sites

appecundria
22 ore fa, FabioSabbatini ha scritto:

Che poi è ciò che capita nel 94.5 +/- 0.02% circa degli ascolti che commentiamo amabilmente

Tu sei sempre presente in tutti gli ascolti, ma la Chiesa lo sa?

Link to comment
Share on other sites

appecundria
22 ore fa, FabioSabbatini ha scritto:

temo che ben pochi audiofili siano interessati a sapere le differenze

Adesso pure la lettura del pensiero a distanza. Ti manca la castità e la canonizzazione è assicurata. 

Link to comment
Share on other sites

appecundria

@paolippe le chiacchiere dei santoni stanno a zero, la testina è difettosa (o di seconda scelta che dir si voglia), questo è il mistero gaudioso. Mi dispiace per te, vedi se Mino ha qualche idea sul da farsi.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

in genere ascolto, non amo le gare a chi ha l'orecchio più sensibie,  e solo dopo se qualcosa non mi convince vado a vedere i grafici. Con le testine poi le vraibili sono tante, anche lil solo passaredel tempo può influire sulle sosensioni, quindi sulla cedevlezza della testina e sulla sua capacità di tracciamento. a differenza dei dac, testine e diffusori con misure perfettamente identiche sono fenomeni rarissimi 

Link to comment
Share on other sites

22 ore fa, FabioSabbatini ha scritto:

Per non parlare dei tifosi del patetico dsd. 

Io non sono un tifoso di nulla, però noto una cosa: i Giappi usano questa tecnologia, con successo, da anni, per tutti i loro lavori di rimasterizzazione. Tutti i loro ultimi riversamenti su supporto partono da acquisizioni da nastri usando questo formato. Ora, non penso siano stupidi... (Oltretutto la qualità  media di quei riversamenti va da buono a eccellente e qui ne parliamo spesso, ma questo sappiamo dipendere dal manico). Evidentemente ci trovano qualche vantaggio, suppongo di tipo tecnico, no? Altrimenti avrebbero preferito altre tecnologie.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

FabioSabbatini
14 minuti fa, one4seven ha scritto:

non penso siano stupidi

Stupidi? 

Ma scherzi? 

Sanno perfettamente come tirare fuori il sangue dalle rape. 

Buon marketing 

Conoscono i loro potenziali clienti

Sono particolarmente intelligenti, direi 

14 minuti fa, one4seven ha scritto:

Evidentemente ci trovano qualche vantaggio, suppongo di tipo tecnico, no?

Non credo

Marketing per una limitata ma accorata popolazione 

Contenti tutti quindi 

Pensa che riescono perfino a vendere i CD MQA...no, dico, genio allo stato puro 

Beati loro

🙂

 

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...