Jump to content

Frasi celebri... sui muri


alberto1954
 Share

Recommended Posts

Sul muro esterno della prima carpenteria dove ho lavorato ad anni 14 durante L’estate del 1969, due scritte cubitali a pennellessa tinta rosso br recitavano cosi’ ;  Paron, da a giusta Mercedes,  ai operai, e subito nel pannello a fianco; Paron , ti to cani, to morti .( Con aggiunta dwg  a mo di gigantografia di  artistico organo maschile spruzzante) in f..a de chea roia de to mare.

ritengo che Cattelan ci possa fare un baffo 😊

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, vaurien2005 ha scritto:

Paron, da a giusta Mercedes,  ai operai, e subito nel pannello a fianco; Paron , ti to cani, to morti .( Con aggiunta dwg  a mo di gigantografia di  artistico organo maschile spruzzante) in f..a de chea roia de to mare.

per questa occorre traduzione, ho capito l'ultima parte relativa alla reputazione della madre ...  

Link to comment
Share on other sites

Un altro classico triestino: Messaggio minaccioso di matrice politica: 

image.png.3decae428d8cc131b5e8ef5bad78c294.png

 

(Gli insider locali mi dicono che tale Visioli era nientepopodimenoché assessore provinciale, area rifondazione, un tipo braga-larga e birkenstock all-season

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, melos62 ha scritto:

qundi fuoco amico

Potrebbe trattarsi anche di inganno tramite falso-bersaglio, infatti il ricorso al fuoco distruggitore non è coerente con la matrice politica apparente che avrebbe piuttosto osato qualcosa come:  "Visioli, ti rieduco alle scarpe" . 😁

Link to comment
Share on other sites

briandinazareth

a cagliari c'era un gigantesco "craxi torna" e qualcuno ha aggiunto "in su cunnu", che è un "simpatico" modo sardo di invitarti a ritornare esattamente da dove sei nato... 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Mio padre mi raccontava che durante la guerra non di rado si trovavano dediche nei cessi pubblici: "Qui l'ho fatta e qui la lascio, mezza al duce e mezza al fascio".  Altri con mano più artistica raffiguravano un profilo del duce con l'elmetto foggiato perfettamente a mo' di glande.   Una volta vide la "buoncostume" intenta a fotografare le scritte in uno di questi vespasiani, con tanto di macchina a cavalletto e flash al magnesio. Pensò che dovevano essere davvero scritte ardite e sopratutto nuove, inedite.  Si propose di andarle a vedere non appena fossero andati via i poliziotti, ma vennero subito ricoperte con generose mani di pittura. A quei tempi essere sorpresi con una matita o  un carboncino in tasca senza apparente giustificazione poteva costituire un problema.

  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites

Vi ricordate quando i manifesti funebri li si potevano attaccare anche sui muri e non solo come ora negli spazi appositi? C'era un muro a cui passavo davanti tutti i giorni per andare a scuola, una mattina avevano attaccato un manifesto funebre, al pomeriggio al ritorno avevano appiccicato al muro di fianco a quello funebre un grosso manifesto che pubblicizzava il film che sarebbe stato proiettato in sala il giorno seguente e il film era  Addio fratello crudele. 

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

 Share




×
×
  • Create New...