Jump to content

[sondaggio] La discografia essenziale dei Pink Floyd, secondo voi


oscilloscopio
 Share

Pink Floyd discografia essenziale  

226 members have voted

  1. 1. Quali sono, secondo te, i dischi immancabili dei Pink Floyd?

    • 1967 - The Piper at the Gates of Dawn
      64
    • 1968 - A Saucerful of Secrets
      46
    • 1969 - More
      20
    • 1969 - Ummagumma
      75
    • 1970 - Atom Heart Mother
      114
    • 1971 - Meddle
      86
    • 1972 - Obscured by Clouds
      24
    • 1973 - The Dark Side of the Moon
      180
    • 1975 - Wish You Were Here
      175
    • 1977 - Animals
      85
    • 1979 - The Wall
      153
    • 1983 - The Final Cut
      42
    • 1987 - A Momentary Lapse of Reason
      23
    • 1994 - The Division Bell
      31
    • 2014 - The Endless River
      10
    • 1988 - Delicate Sound of Thunder (live)
      32
    • 1995 - Pulse (live)
      26
    • 2000 - Is There Anybody Out There?: The Wall Live 1980-1981
      15
    • 2021 - Live at Knebworth 1990
      7

This poll is closed to new votes

  • Please sign in or register to vote in this poll.
  • Poll closed on 11/24/2021 at 10:48 AM

Recommended Posts

Io iniziai la conoscenza dei Pink Floyd andando al contrario. Il primo album fu "A Momentary Lapse of Reason" con il conseguente album Live "Delicate Sound of Thunder" e poi iniziai andando a ritroso anche se in maniera abbastanza confusionaria con The Wall, The Dark Side Of The Moon etc che aveva mia madre in musicassetta. 

Essendo abbastanza ragazzino all'epoca in cui iniziai ad ascoltare questi fantomatici Pink Floyd sempre nominati da amici molto più grandi di me che vissero comunque l'epopea dall'inizio, mia madre che li faceva girare per casa, quando misi i dischi della prima "era" dei Pink Floyd ebbi una sorta di rifiuto, non li capivo e infatti tra me e me dicevo "che ci troveranno in sta roba" e infatti li accantonai. Passa qualche annetto e mentre risistemavo i cd mi esce fuori il cd di "Delicate Sound of Thunder" e lo rimisi sotto e la testa iniziò a ragionare in maniera totalmente differente, vuoi che avevo qualche annetto in più e non ero più ragazzino, vuoi che anche la mia "educazione" musicale era differente cosi provai di nuovo ad ascoltare i Pink Floyd fin dai primi lavori con Syd Barrett e fu una fulminazione istantanea che mi è servita, e mi serve tutt'ora quando ascolto degli album o gruppi abbastanza impegnativi che non mi colpiscono all'istante, di lasciare un attimo perdere e ritirarli fuori più in là perché sicuramente ci sta qualcosa che col tempo riesco a capire e che mi piace. 

Certo consigliare una persona sugli album immancabili dei Pink Floyd è difficile perché ogni album ha la sua storia che racconta passo-passo la loro epopea ed evoluzione. A me ogni loro disco racconta qualcosa e sono come dei pezzettini di un puzzle, se ne manca uno il puzzle non riesce, ecco ogni album dei Pink Floyd è un pezzettino di un puzzle che bisogna avere o almeno ascoltare perché ogni album è una pagina di un libro che è propedeutica per continuare la lettura, capire, assorbire e cogliere ogni istante di questo enorme e grandissimo gruppo. 

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Meddle, The Dark Side Of The Moon e Wish You Were Here sono gli album che preferisco e mi piacciono di più rispetto ai tanti altri, probabilmente anche per il picco raggiunto in termini di sonorità elettroniche negli ultimi due album... 

invece The Wall non mi piace molto, troppo lungo per la mia pazienza sebbene contenga brani notevoli e poi Animals non lo sopporto per via del suono, lo sento troppo ovattato...

Link to comment
Share on other sites

Ammetto a malincuore che non riesco a digerire bene Piper....ma apprezzo A.S.F.O.S anche se a piccole dosi. Adorazione per A.E.M. 

Poi da Meddle fino a Final Cut per me tutto oro colato 😁

 

Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, azn131 ha scritto:

poi Animals non lo sopporto per via del suono, lo sento troppo ovattato...

Deve suonare così, e visto il contenuto dei testi lo trovo congruo.

Dogs su tutte !! 😁

Link to comment
Share on other sites

gorillone

Ho votato

ummagumma

atom heart mother

meddle

tdsotm

wish you were here

the wall

Spiego: mi piacciono di più i pf fino a tdsotm escluso (l’ho messo per l’importanza storica innegabile, ma non l’ho mai amato …. bello con poca anima).

Mi piacciono molto anche the nile song da more e a saucerful of secrets.

Ovviamente sono idee strettamente personali

Link to comment
Share on other sites

Difficile per un fan scegliere, hanno avuto un evoluzione non di poco conto, da The Piper ad Ummagumma, da Atom/Meddle (fase prog) al mio poker d’assi The dark/Wish/Animals/The wall, li adoro tutti, anche senza Waters .. Gilmour è stato bravo comunque a tenere alto il nome anche se con un rock più “mainstream”, A momentary e Division hanno un loro perché e Pulse un ottimo live,  vedo i Floyd come un maiale .... non butto via nulla, se proprio devo scegliere un album anche se purtroppo mai stampato ufficialmente direi At Pompeii, ...Caraful, Echoes, Set the control ... che dire.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

ernesto14

The piper e saucer full imperdibili, per inventiva e originalità.   Relics una discreta  antologia di cose  perse e diverse.  Poi ottimi, fino a atom heart mother o wish you were here, ma la trovata e la maniera a fare capolino. 
Dopo faccio fatica, li trovo noiosi, potrei ascoltare per completezza della trattazione. Certo non per il puro piacere musicale.  Imho. 

Link to comment
Share on other sites

Progressive

Li ho votati quasi tutti.

Gli album che non mi hanno mai attirato sono More e Obscured by Clouds, A Saucerful of Secrets e The Endless River li ho ascoltati poche volte il resto è tutto da avere.

Non ho un album preferito, posso dire gli album in studio più belli.

.

Meddle

The Dark Side Of The Moon

Wish You Were Here

Animals

The Wall

.

Edit...

Li ho in CD versione 2011, non mi posso lamentare di come suonano.

.

... E poi c'è questo

 

20211023_222829_copy_1024x1365.jpg

Link to comment
Share on other sites

Adoro i Pink Floyd, fino a "Wish You Were Here" sono stati tra i miei gruppi preferiti. Se dovessi consigliare un disco ad un principiante, sarei molto indeciso tra "Atom Heart Mother" e "Meddle" (per me i migliori LP dei Floyd, decisamente): gli direi di prenderli entrambi. I primi due lavori, capolavori del genio indiscusso di Barrett; di "Ummagumma" va preso tutto, anche se preferisco il live; già con "The Dark Side Of The Moon" e "Wish You Were Here" si era entrati in una fase decisamente meno sperimentale (specie con Wish) e più commerciale. Dopo non ho trovato più la carica emotivo-rivoluzionaria-sperimentale dei Floyd e, pur avendoli tutti, ho praticamente lasciato perdere. Delle documentazioni video, "At Pompeii" su tutti, senza se e senza ma: cinque spanne sopra tutti i live seguenti. Qualche buon brano, dell'era sperimentale, anche su "Obscured By Clouds", meno su "More". Ah, per me i Floyd sono tali fino a "The Wall". No Waters, no Pink Floyd....

Link to comment
Share on other sites

@Progressive Per me non serve svenarsi per The Wall, ho prime stampe, Americana francese Giapponese e ristampe comprese, questo disco nasce bene di suo e si casca sempre in piedi, ci hanno provato ad abbattere con la compressione in cd ma non ci sono riusciti 😂😜

Link to comment
Share on other sites

Armando Sanna

Nella mia personale graduatoria dei dischi dei PF da avere assolutamente gioca un fattore emotivo dei ricordi legati a questi album:

 Obscured by Clouds

WYWH

Middle

DSOTM

Ovviamente nella mia raccolta vi sono

almeno altri 4 album, che ritengo meno importanti rispetto a quelli citati.

Il formato da avere per me è quello in LP , rigorosamente d’epoca ,

l’unico album che ha più edizioni è ovviamente DSOTM ( Lp normale e OMR, CD/SACD e Cassetta dei bei tempi…)

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
oscilloscopio

Atom heart mother è stato il primo album acquistato insieme al primo impianto "serio" che ho avuto, avevo 13 anni ed ha un posto particolare nel mio cuore, comunque oltre a questo, Meddle, WYWE, TDSOTM ed Umma Gumma sono gli album che preferisco.

Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

Umma Gumma

Si parla sempre cosi poco di questo album, tutti pezzi straordinari, la copertina poi è fantastica.

Link to comment
Share on other sites

The wall, perché sta alla musica rock come la nona sinfonia di Beethoven sta alla musica sinfonica. 

Mi sorprende invece il successo di Animals, album fra i miei preferiti, che - chissà perché - ho sempre creduto poco considerato dai fans. 

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

Io ho votato "The Piper at the Get of Down"  "Wish You Were Here" e "Delicate Sound of Thunder".

"The Piper..." è uno dei miei preferiti: Barrett in questo disco e stato semplicemente geniale ed innovativo , come in alcuni brani di "Saucerful..."

"Wish You ..." è quello da me più ascoltato e pertanto ho messo il voto.

"Delicate Sound..." è il live che ascolto maggiormente....

Il mio voto avrebbe dovuto comprendere tutti gli album, non ne escluderei nessuno (forse "Endless River" che non mi riesce ancora a piacere...) ma il voto sarebbe stato "nullo", in pratica ho votato i tre album che ascolto di più.

Link to comment
Share on other sites

Progressive
13 ore fa, floyder ha scritto:

ho prime stampe, Americana francese Giapponese e ristampe comprese

Non ti sei fatto mancare nulla 😆

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...