Jump to content

Lettori cd/sacd Accuphase 99/2010 macchine senza tempo: parliamone.


Mister66
 Share

Recommended Posts

  • Moderators

Come da titolo molti lettori seppur datati sono sempre sulla cresta dell’onda e ricercati da moltissimi appassionati del marchio, macchine che ad oggi mantengono prezzi notevoli sul mercato usato.macchine che se in ottime condizioni durano pochi giorni nei mercatini di tutto il mondo.

Pochi se non pochissimi brand hanno tali richieste nel mercato usato.

Molti non acquisterebbero mai un lettore con 10 o più anni di onorato servizio sulle spalle… eppure si vendono come il pane.

Sarà per la grande affidabilità, sarà per l’impronta sonora Accuphase ma è così.

Come in firma si legge ho un DP78, lettore datato, ma lettore che ogni giorno mi delizia. 
Ho letto in un altro 3d la caratteristica che si nota di più nei lettori del brand è il peso del messaggio, peso che aumenta sempre di più salendo di categoria nel catalogo Accuphase.

E’ un dato di fatto, seppur ottimi gli entry level, i top di gamma o ex hanno un suono più completo su tutti i parametri, specie il peso del messaggio. 

Unica nota dolente è il prezzo che aumenta in modo considerevole.

Se si è fortunati a trovare un buon esemplare datato specie della parte alta del catalogo si può già raggiungere un ottimo risultato, risultato che con il mio 78 abbinato al nuovo 650 non mi fa’ innescare la scimmia di possedere un lettore più moderno. 
Sarebbe interessante che i possessori o ex possessori di questi lettori postino le proprie esperienze, pregi, difetti, passaggi di modelli etc… 

nella foto i vari modelli con anno di produzione.

 

D830BA53-8D6C-4487-A84E-2D1490FF1B20.jpeg

Link to comment
Share on other sites

Armando Sanna

Come non essere d’accordo, il mio DP 77 funziona da tanti anni nel mio impianto ha avuto una revisione 3 anni fa e continua ad allietarmi come sempre.

Quando devo valutare un nuovo setting o fine tuning di qualche accessorio utilizzo sempre lui , per me è un po’ come la cartina di tornasole…

Spesso chi ha un Accuphase non cerca altro, ha deciso di stare nella sua “comfort zone” 😉

Link to comment
Share on other sites

Tra quelli elencati, ricordo il mio primo cdp Accuphase, il DP 55V, comprato usato più per curiosità che per altro. Fino a quel momento avevo posseduto lettori Marantz, McIntosh, Audio Research.
Mi si è aperto un mondo, che da allora non ho più abbandonato, passando anche alle amplificazioni.
Quel lettore, in verità, non mi soddisfaceva appieno, forse era un po' troppo morbido e rotondo, ma la costruzione era spettacolare e la qualità di pari livello.

Intrapresa la strada del sacd, ad un certo punto sono arrivato al DP 700, uno degli ultimi commercializzati in Italia, che anche nel mio impianto ha manifestato le sue proverbiali e conosciutissime caratteristiche, che avevo apprezzato da un amico con il quale ho condiviso il percorso di studio della cd. musica liquida, con questi lettori sempre inferiore alla resa del supporto.

Confermo quanto detto da @Mister66, nella riproduzione del supporto, cd o sacd che sia, queste macchine si esaltano e donano al messaggio musicale una pienezza ed un corpo che non hanno eguali, per molti battendosi ad armi pari con i migliori set-up analogici.

Naturalmente, come ho già avuto modo di affermare in altre discussioni, il contenuto tecnologico delle macchine top di gamma le rende apprezzabili e competitive per lungo tempo, circostanza che si riflette sulla tenuta delle quotazioni dell'usato.

Link to comment
Share on other sites

Renato Bovello

Vado leggermente controcorrente . Ho avuto per un paio d’anni un DP65V al quale , tuttavia , ho poi decisamente preferito l’attuale Lector CDP07 con valvole Telefunken e alimentazione separata . Molto ma davvero molto bello , invece , il DP67 che , per quanto anziano , comprerei volentieri anche adesso ( previo verifica ). Questo per dire che è sacrosanto avere simpatie per uno o più marchi ma attenzione a non perdere lo spirito critico . Non sempre e , soprattutto, non tutti i prodotti  sono ciambelle col buco . 

Link to comment
Share on other sites

29 minuti fa, Renato Bovello ha scritto:

non tutti i prodotti  sono ciambelle col buco

Voglio farti contento e te ne cito uno: il DP 600.
Forse perché offuscato dal 700, non ha avuto grande fortuna e sinceramente, ogni volta che l'ho ascoltato, mi sono chiesto se ne valesse la pena.

Ciò detto, converrai anche tu sulla longevità di gradimento dei prodotti elencati da Alessandro, molti dei quali sono oggi ricercati proprio per le caratteristiche sonore legate ai chip al tempo utilizzati, oltre che per l'indubitabile qualità costruttiva.

Link to comment
Share on other sites

Renato Bovello
1 ora fa, codex ha scritto:

Ciò detto, converrai anche tu sulla longevità di gradimento dei prodotti elencati da Alessandro, molti dei quali sono oggi ricercati proprio per le caratteristiche sonore legate ai chip al tempo utilizzati, oltre che per l'indubitabile qualità costruttiva

Ma certamente . Il punto finale , quando non hai più tanta voglia di complicazioni,  è un lettore CD e un buon integrato . Non penserei  che ad Accuphase e pochissimi altri nomi  

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, cactus_atomo ha scritto:

Un cdp accuphase che ho molto apprezzato è il dp67, l'ho preferito al dp77 e 78

Ricordo un 3D del vecchio Melius, dove un forumer che credo conosca anche Mariano @codex, usava il DP67 per i CD e il DP700 per i SACD, non solo per preservare le meccaniche, ma perché a suo dire, se non ricordo male, altrimenti correggetemi, riteneva per i CD il DP67 superiore al DP700.

Link to comment
Share on other sites

@hypercell, sono stato dall’amico Rodolfo ed ho ascoltato con molta attenzione il dp67, proprio in ragione di quanto si era detto in proposito su questo forum. 

È un ottimo lettore,  forse dal rapporto qualità/prezzo imbattibile; ma non va meglio del dp700 e questa è una circostanza che lo stesso Rodolfo non potrà smentire. Non capisco per quale sorta di equivoco sia circolata questa notizia, che credo lui stesso abbia messo in giro. In quell’occasione ricordo di avergli contestato che nella riproduzione del pianoforte di Horowitz il dp67 avesse meno risoluzione e fuoco del dp700. Ed anche lui era d’accordo. 

Ma ad onor del vero devo anche ammettere che per la riproduzione del solo cd  le differenti prestazioni non fossero proporzionate all’enorme diversità di prezzo esistente tra i due lettori. Ma sappiamo che in HI fi avviene spesso così.

Con il sacd invece il dp700 ti apre ad un altro mondo. Ma questa è un altra storia…

Io stesso - e su questo mi ripeto- stento a comprendere se con il semplice  cd sia meglio l’accoppiata 800/801 o 90/91.

Per concludere: concordo con@Mister66nel ritenere che un qualsiasi lettore cd  Accuphase di fascia medio-alta, sia senza tempo …

E questo la dice lunga sulla grandezza del nostro amato marchio.

 

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@911 certo, infatti mi ricordavo a spanne, però forse un fondo di verità c'era. Sono anch'io d'accordo sull'eterna giovinezza dei lettori di fascia alta avendo il DP85 che proprio giovane non è ma ogni volta che lo ascolto mi fa meravigliare di quanta qualità è nascosta nel supporto CD, senza parlare del SACD

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, hypercell ha scritto:

perché a suo dire, se non ricordo male, altrimenti correggetemi, riteneva per i CD il DP67 superiore al DP700.

Debbo correggerti: l'ottimo Rodolfo non ha mai detto una cosa del genere. Come riferito in altra discussione, ha scelto di duplicare le sorgenti per preservare, per quanto possibile, la meccanica di lettura del 700, destinando quest'ultimo alla riproduzione dei sacd (ne ha una notevole collezione, sia per qualità che per quantità).

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Renato Bovello ha scritto:

Il punto finale , quando non hai più tanta voglia di complicazioni,  è un lettore CD e un buon integrato

Caro Renato, alle volte si tratta anche di ricominciare un gioco...è quello che ho fatto e che sto facendo.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

avuto il DP55 in prima battuta dopo anni con un sony x303 es e successivamente in DP77 recentemente venduto

differenze importanti tra le 2 macchine.

il DP 77 nella riproduzione dello strato cd comunque ottimo ma ho ascoltato macchine superiori mentre nella riproduzione sacd era veramente notevole. lo metterei circa alla pari con la mia attuale sorgente dcs delius+verdi coeva del 77 ma di costo superiore.

l attuale proprietario ne è entusiasta e parliamo di una macchina dei primi anni 2000

Link to comment
Share on other sites

17 minuti fa, camaro71 ha scritto:

l attuale proprietario ne è entusiasta e parliamo di una macchina dei primi anni 2000

Ed ha pienamente ragione, macchina derivata dal combo 100/101 ed oggettivamente definibile come top di gamma a telaio singolo all'epoca (2002).

Dopo qualche mese sarebbe uscito il DP 67, che a quanto vedo ha avuto diversi estimatori, ma destinato solo al formato 16/44.

Link to comment
Share on other sites

Il mio primo lettore Accuphase lo comprai nel 1998, era un Dp 55,

poi è stata una scalata:

Dp 55v, Dp 65, Dp 67, Dp 85, Dp 700.

Oggi ho un Dp 720, meravigliosa macchina da musica. Accuphase non tradisce mai, l’impronta sonora non cambia, quello che cambia è la risoluzione, l’estensione in frequenza, la scena e altri parametri ma non la timbrica.

loro sono stati capaci di dare un’anima anche al convertitore Sabre che in altre macchine ha una risoluzione pazzesca ma gli manca quel tocco di calore.

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

21 ore fa, pocho908 ha scritto:

loro sono stati capaci di dare un’anima anche al convertitore Sabre che in altre macchine ha una risoluzione pazzesca ma gli manca quel tocco di calore

Complimenti per la magnifica scalata, innanzitutto.
Concordo con quanto hai affermato circa la fedeltà timbrica dei lettori anche dopo il cambio dei convertitori, che per alcuni costituisce, invece, una sorta di abbandono del sentiero percorso in precedenza.

Per un breve periodo ho avuto sia il 700 che il 720, apprezzando nell'uno e nell'altro qualità eccellenti, ma prendendo atto che nel digitale l'evoluzione è continua e non si ferma, naturalmente, alla sola conversione.

Vi sono sempre ottimi motivi per giungere alla scelta di un lettore Accuphase, uno dei quali è la constatazione che tutti quelli che hai posseduto sono ancora ricercati e preferiti da tanti appassionati, anche dopo più di vent'anni.

Link to comment
Share on other sites

@pocho908 Utilizzo un DP 55 ed un DP 65 e francamente ne sono molto soddisfatto ma dal momento che mi interessava acquistare un lettore  SACD desideravo chiederti cosa ti ha colpito di più nel passaggio fra i due lettori che anche tu hai posseduto ed il DP85 prima e DP 700/720 successivamente 

Link to comment
Share on other sites

Sarebbe auspicabile che tra di noi, su questa precisa categoria di lettori Accuphase, ci scambiassimo più diffusamente le impressioni d’ascolto (o in genere ogni sorta di esperienza) avute

Link to comment
Share on other sites

@911
A mia memoria, tra i lettori indicati dal nostro mod, proprio sul finire del periodo considerato, si verifica una strana coincidenza cronologica tra il campione indiscusso del decennio, ovvero il DP 700, ed i lettore cd/sacd di livello intermedio DP 600, molto meno fortunato in termini di vendite.
Quest'ultimo si è rivelato, a mio avviso, meno riuscito e comunque caratterizzato da un incedere quasi pomposo, ben distante dalle apprezzate qualità del 700; in quel periodo si è quindi formata tra gli appassionati la convinzione che, potendo scegliere, andava comunque preferito il modello superiore, forse perché accompagnato da recensioni talmente entusiastiche da offuscare, inevitabilmente, il povero 600.
Nel decennio successivo, per contro, Accuphase ha messo sul mercato lettori "intermedi" di grandissimo livello, quali il 550 ed il 560, a loro volta efficaci interpreti del nuovo corso inaugurato dal combo 900/901.

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.