Jump to content

Lettori cd/sacd Accuphase 99/2010 macchine senza tempo: parliamone.


Mister66
 Share

Recommended Posts

Sarebbe auspicabile che tra di noi, su questa precisa categoria di lettori Accuphase, ci scambiassimo più diffusamente le impressioni d’ascolto (o in genere ogni sorta di esperienza) avute

Link to comment
Share on other sites

@911
A mia memoria, tra i lettori indicati dal nostro mod, proprio sul finire del periodo considerato, si verifica una strana coincidenza cronologica tra il campione indiscusso del decennio, ovvero il DP 700, ed i lettore cd/sacd di livello intermedio DP 600, molto meno fortunato in termini di vendite.
Quest'ultimo si è rivelato, a mio avviso, meno riuscito e comunque caratterizzato da un incedere quasi pomposo, ben distante dalle apprezzate qualità del 700; in quel periodo si è quindi formata tra gli appassionati la convinzione che, potendo scegliere, andava comunque preferito il modello superiore, forse perché accompagnato da recensioni talmente entusiastiche da offuscare, inevitabilmente, il povero 600.
Nel decennio successivo, per contro, Accuphase ha messo sul mercato lettori "intermedi" di grandissimo livello, quali il 550 ed il 560, a loro volta efficaci interpreti del nuovo corso inaugurato dal combo 900/901.

 

Link to comment
Share on other sites

@codex, non ho mai avuto modo di ascoltare il dp600, ma in ogni caso pur ponendosi in posizione intermedia tra il 500 ed il 700, mi sembra di intuire (in parte dal data base di Accuphase, un po’ da qualche commento raccolto in rete) che fosse un lettore integrato molto vicino al top di gamma. E infatti il suo attuale prezzo nell’usato  del mercato giapponese sembra confermare ciò.

Un nostro forumer, del quale ora purtroppo non ricordo il nome, scrisse non molto tempo fa di aver posseduto contemporaneamente 700 e 600 e di aver poi deciso di trattenere proprio quest’ultimo. Sarebbe interessante che proprio lui approfondisse le caratteristiche di questi due lettori.
È un argomento che a me interessa molto perché vorrei capire concretamente quale sia il percorso di Accuphase in termini di marketing, tecnologia, risultati sonori, prezzi e quant’altro.

Mi spiego meglio: se ogni nuovo lettore top di gamma o giù di lì aggiunge sempre più trasparenza, risoluzione e quant’altro, dove si andrà a finire? Non c’è forse il rischio di tornare indietro? O forse i miglioramenti avvengono in altri parametri e contesti…

Ecco, vorrei che si discutesse di questo.

Un saluto a tutti Voi

Link to comment
Share on other sites

I miglioramenti rispetto ai modelli precedenti,  li riportano sempre nei documenti. Il rapporto s/n, è un parametro su cui lavorano sempre. 

I filtri in uscita anche sono sempre sede di miglioramento. 

Poi sulle vibrazioni e sulla lettura, alla fine tutto porta ad un miglioramento, anche in altri parametri, che traggono giovamento dai precedenti, ma credo non a stravolgimenti del modo si suonare.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, 911 ha scritto:

Un nostro forumer, del quale ora purtroppo non ricordo il nome, scrisse non molto tempo fa di aver posseduto contemporaneamente 700 e 600 e di aver poi deciso di trattenere proprio quest’ultimo.

Ci mancherebbe, sui gusti personali non discuto mai.

Sta di fatto che il (noto) rivenditore presso il quale ho avuto modo di ascoltare in demo lo stesso 600 per circa tre anni non aveva mai disponibile un 700. Il comune amico Rodolfo ebbe a ricevere la spedizione di quest'ultimo direttamente dall'importatore...
Quanto al resto, certamente il combo 900/901, uscito in occasione del 40° anniversario, ha segnato un punto di svolta, quanto meno un cambiamento nella "direzione sonora" di questi lettori; credo di poterlo affermare con una certa sicurezza avendo avuto sia il combo che il derivato DP 720, oltre ad aver avuto in prova lo stesso DP 550.

Come dice @Ggr, in ogni nuova release ci sono aggiornamenti e miglioramenti, non è ovviamente detto che piacciano a tutti: da questo punto di vista la durata media della vita di questi apparecchi, anche superiore ai venticinque anni, consente a ciascuno di trovare il proprio suono ideale, cosa che credo costituisca un unicum tra i lettori digitali più conosciuti e diffusi.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...