Jump to content

Alfa Tonale


captainsensible
 Share

Recommended Posts

1 minuto fa, Velvet ha scritto:

Ecco, già meglio 

Credo sia stato il migliore, sotto la sua guida videro la luce Uno, Y10, Delta, Tipo, Croma Thema, 164. Riusci a mantenere le forti connotazioni dei marchi Alfa e Lancia (proiettandolo con Fiorio ai vertici del mondiale rally). Fece diventare Fiat Auto il primo costruttore Europeo.

Tra l'85 e l'88 ero orgogliosamente dipendente Fiat Auto: non è leggenda metropolitana, collaudava in prima persona le auto, non era raro vederlo tra progettisti, meccanici e lavoratori.

Che tristezza...

Link to comment
Share on other sites

27 minuti fa, LaVoceElettrica ha scritto:

' no. Non esageriamo.

Vabbe, la piattaforma Giorgio e la Giulia fu una sua decisione. Infatti andato al ciel Maglionne, la Fca  ha subito smantellato tutto, prodotto troppo costoso alla produzione. 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Fabio Cottatellucci

Finché per presentare una macchina italiana continueranno a usare metà del tempo per far vedere che riprende degli stilemi di quelle di cinquant'anni fa o che i sedili sono foderati con la stessa stoffa delle mutande di Nuvolari, non andremo da nessuna parte.
Inoltre, i fari stretti avevano fatto il loro tempo già dieci anni fa.
Nel complesso però non è brutta.  

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, captainsensible ha scritto:

la uno non la fece Romiti

No, Romiti era un amministrativo,bravissimo in scienze economiche, ma non capiva un fava di auto. Infatti era amministratore delegato del Gruppo Fiat.

Amministratore delegato di Fiat Auto era Ghidella, chiamato da Agnelli nel 1978 per rilanciare il settore auto. Lascerà Fiat Auto nel 1988 a causa dei forti dissidi con Romiti. Questi ne assumerà ad interim la posizione fino alla nomina alcuni anni più tardi di Paolo Cantarella. L'inizio della fine.

Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, Fabio Cottatellucci ha scritto:

usare metà del tempo per far vedere che riprende degli stilemi di quelle di cinquant'anni fa o che i sedili sono foderati con la stessa stoffa delle mutande di Nuvolari

Molto simpatica.  Il problema è quello, la fiat stellantis si sta svendendo i gioielli di pora nonna

Link to comment
Share on other sites

FedeZappa

Un marchio che da anni si trova in fondo alle classifiche di affidabilità non lo prendo proprio in considerazione.

Non lo farei neanche se facesse macchine belle come Maserati o Aston Martin:

https://www.businessonline.it/auto/auto-migliori-per-affidabilita-e-meno-guasti-e-problemi-quali-comprare_n66256.html

Ogni altra considerazione, per la mia opinione, è superflua.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Fabio Cottatellucci
9 ore fa, qzndq3 ha scritto:

Lascerà Fiat Auto nel 1988 a causa dei forti dissidi con Romiti.

Svolgendo come primo incarico esterno una grossa consulenza alla Ford sul progetto Fiesta 90, che fu un successo assoluto.

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, FedeZappa ha scritto:

Un marchio che da anni si trova in fondo alle classifiche di affidabilità

Ho Alfa dal 2015, prima Giulietta e poi Giulia, hanno visto l'officina solo per la manutenzione ordinaria.

 

Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, melos62 ha scritto:

Vabbe, la piattaforma Giorgio e la Giulia fu una sua decisione. Infatti andato al ciel Maglionne, la Fca  ha subito smantellato tutto, prodotto troppo costoso alla produzione. 

Quello che non riesco a capire è come abbiano potuto mettere in piedi un marketing di m-r-d come quello che hanno fatto per Giulia e Stelvio.

Pubblicità praticamente zero, partecipazione a eventi / sponsorizzazioni praticamente zero, quando gli altri marchi martellano cranio e orecchie ad ogni piè sospinto. Ci sono stati periodo in cui nelle ore di massimo ascolto il 50-60% degli spot era di auto (non scherzo, ne ho contati fino a 5 per interruzione pubblicitaria su reti nazionali), se ne fiosse visto UNO di Alfa. FCA ha pubblicizzato solo Jeep, le 500 e saltuariamente la Panda quando ci mettono qualche stupidata tipo il router wi-fi [come ho fatto a vivere senza wi-fi in macchina finora...]

Stabilito che le macchine "meritano" e non sono assolutamente dei tombini [mi si passi il termine usato da quel cogl... del greg garage], non si capisce come abbiano abbandonato così un progetto che nelle intenzioni doveva servire a rilanciare il marchio e rendergli la stima e l'immagine di qualità che gli compete. Oltretutto gli investimenti ci sono stati e pure cospicui, perchè fermarsi all'ultimo step del marketing ?

Link to comment
Share on other sites

Paperinik2021

La Giulietta del mio genero aveva continui problemi di centralina. Nessuno è mai riuscito a risolvere il problema delle continue accensioni della spia motore.

Da allora sono passati a BMW

Link to comment
Share on other sites

Adesso, Paperinik2021 ha scritto:

La Giulietta del mio genero aveva continui problemi di centralina. Nessuno è mai riuscito a risolvere il problema delle continue accensioni della spia motore.

Chettedevodì... la mia (del 2015) zero problemi e andava benissimo, se le donne di casa non l'avessero rifiutata (!!!!) quando proposi di passarla a loro al posto della Fiesta scassata, ce l'avrei ancora. 

Link to comment
Share on other sites

19 minuti fa, lufranz ha scritto:

non si capisce come abbiano abbandonato così un progetto che nelle intenzioni doveva servire a rilanciare il marchio e rendergli la stima

Il core business della fiat è sempre stato quello delle utilitarie e del segmento medio. Ritengo che L'Alfa Giulia servisse come decorazione,  più a fini di immagine e di posizionamento dei prodotti di fascia inferiore. Se avessero puntato a vendere le Giulia ne avrebbero offerto subito svariate versioni , come fanno i tedeschi concorrenti, e avrebbero finanziato le campagne di marketing.  Invece puntavano come sempre a vendere la Panda nella speciale Fedez edition. In sintesi: i costi di sviluppo della Giulia erano in realtà costi del marketing di Panda e Tipo

Link to comment
Share on other sites

Che la Giulia serva a trainare qualcosa in termini di immagine o marketing è tutto da dimostrare considerando che sulle strade in pratica non c'è, al di là della bontà del prodotto. 

Si tratta solo dell'ennesima mossa sbagliata di un gruppo automobilistico che nel segmento medio-alto le ha sbagliate tutte, ma proprio tutte, negli ultimi 15 anni.

Link to comment
Share on other sites

A me non dispiace,il problema è il ritardo di uscita dalla presentazione,all'Alfa servono 3 anni,ai coreani 3 mesi.

...lasciamo stare la cecità di uscire poi con la Giulia nella sola versione berlina quando le rivali tedesche hanno 2 porte,cabrio e soprattutto le sw, versione che vendono sicuramente di più.

Su you tube vedo spesso dei rendering di auto italiane di un bravo architetto,sono tutte bellissime, possibile che in Fiat non abbiano dei designer all'altezza?

Link to comment
Share on other sites

...leggete qui....( è il comunicato stampa di Stellantis....)   dopo una marea di "michiate" su connettività e ammenincoli tecnologici scopro che NON hanno I quadrilateri come schema sospensivo ( almeno all' anteriore....)  Mi fermo qui.

https://www.media.stellantis.com/it-it/alfa-romeo/press/alfa-romeo-tonale-la-metamorfosi

 

ecco il passaggio....

Per Tonale si è scelto lo schema a sospensioni MacPherson, completamente indipendente, con ammortizzatori FSD (Frequency Selective Damping).

 

 

Scopro pure che c'è un diesel .....La gamma si completa con un modello diesel da 130 Cv, 320 Nm,

( come il mio doblò..)

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share




×
×
  • Create New...