Jump to content

PrimaLuna vs Line Magnetic


mizioa
 Share

Recommended Posts

Due brand che producono amplificatori valvolari con diverse caratteristiche comuni: costi non bassi ma ancora mediamente abbordabili,  produzione cinese ma nonostante ciò con una buona e consolidata reputazione tanto da diventare un punto di riferimento per molti audiofili soprattutto negli USA.

Avete avuto esperienze con questi marchi?  La produzione cinese di qualità ha raggiunto gli standard giapponesi ed occidentali? Quali dei due preferite e perché?

 

Link to comment
Share on other sites

@mizioa buoni entrambi e in alcune occasioni, confrontati con l'acclamata e storica concorrenza USA della stessa fascia di prezzo, migliori.

sarà per questo che sono apprezzati da quelle parti?

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

giuseppeb1986

@mizioa  I Line Magnetic li conosco solo "virtualmente" ma mai visti/sentiti di persona mentre, i Primaluna, li ho sentiti varie volte e non posso che parlarne bene. Hanno un rapporto q/p estremamente alto, sono costruiti benissimo, autobias, possibilità di usare varie valvole dalla EL35 fino alla KT150 per avere un sound che più ci aggrada. La versione più diffusa con le EL34 suona in maniera "moderna" cioè non ti aspettare un suono caldo e mieloso, anzi, suono corretto, basso ben controllato con quel tocco di delicatezza e raffinatezza in gamma alta tipica dei finali di alto livello. Ovviamente poi tutto viene influito anche dai modelli scelti e dalle valvole montate ma sicuramente Primaluna può essere considerato un marchio hi-end che se la può giocare benissimo con i mostri sacri AR, VTL ecc...

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

bigdema_il_ritorno

Avuto per molti anni un primaluna, delizioso. Qualche difficoltà a gestire grossi woofer a alto volume ma non è imputabile al marchio. Voci maschili per me magnifiche. Oggetto di altissima qualità: preso usato, tenuto 12 anni, rivenduto alla stessa cifra (il mercato ha capito che sono oggetti solidi) senza manutenzione che non fosse spolverarlo (e cambiare un quartetto di valvole ma mi sembra il minimo)

Link to comment
Share on other sites

giuseppeb1986

@shastasheen probabilmente hai scritto questo tuo pensiero usando uno smartphone assemblato in Cina o un pc con pezzi costruiti in Cina, per non parlare della felpa che indossi rigorosamente made in china o dei pantaloni cuciti in cina ( le mutande le ometto 😁).

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

shastasheen

@giuseppeb1986  Smartphone Samsung made in Vietnam, odio le felpe e non porto mutande.

 

Sulla Cina e i suoi prodotti sono molto serio, impegnamoci a comprare altrove, ove e quando possibile, o la Cina presto comprerà noi (lo ha già fatto a tutti gli effetti...)  e ci spedirà nei campi di lavoro.

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, shastasheen ha scritto:

Sulla Cina e i suoi prodotti sono molto serio, impegnamoci a comprare altrove, ove e quando possibile, o la Cina presto comprerà noi (lo ha già fatto a tutti gli effetti...)  e ci spedirà nei campi di lavoro.

E' un ragionamento che esula dalle valutazioni hifi alla base della mia richiesta su cui non mi ero soffermato ma mi sembra assolutamente coerente e motivato. 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

shastasheen

Grazie Maurizio,

 

mi fa piacere che concordi, in molti non lo fanno ma io sono assolutamente convinto che non sia concepibile, nel 2021 e alla luce di quanto sappiamo (molto molto poco, troppo poco ma già ampiamente sufficiente) della dittatura cinese: abbiamo già dimenticato Wuhan???? Non mi sembra possibile, visto come siamo ridotti più di un anno dopo...

 

E facciamo finta di non sapere cosa sta succedendo agli Uiguri, o forse sono solo troppo lontani perchè la cosa ci possa toccare?

 

E avete sentito dire che sono addirittura loro a boicottare l'acquisto dei marchi occidentali per rappresaglia???

 

Per me i cinesi potrebbero pure produrre l'Ongaku a 500 euro che glielo farei mangiare a pezzettin, parlo dei loro governanti, ovviamente.

 

Non c'è razzismo nel mio atteggiamento, solo consapevolezza.

 

Comprate altrove, tutto, tutti!

 

Mario

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

giuseppeb1986

@shastasheen siamo OT e qui si parla di marchi hifi e come suonano. Poi se vogliamo fare politica è un altro discorso, sappiamo bene la Cina cos'è ma escludere il made in china adesso significherebbe non acquistare nulla al mondo d'oggi, in qualsiasi settore, parlo anche di materie prime. Inoltre, hai un cell made in Vietnam che ti fa capire come stanno le cose a livello mondiale come produzione e costi. Poi se credi che i Primaluna sono costruiti da operai che vengono frustati e seviziati 24h su 24h per selezionare un componente allora ti sbagli di grosso.

Poi ovviamente ognuno è libero di fare e comprare ciò che desidera, incluso non indossare le mutande.

  • Sad 1
Link to comment
Share on other sites

shastasheen

@giuseppeb1986  Che siamo OT dovrebbe semmai evidenziarlo l'autore del 3d.

 

Senza mutande si sta benissimo, grande senso di libertà, dovresti provare...

 

Comprate altrove, tutto, tutti!

 

Mario

Link to comment
Share on other sites

giuseppeb1986

@shastasheen te l'ha detto anche l'autore del 3d che siamo OT

42 minuti fa, mizioa ha scritto:

E' un ragionamento che esula dalle valutazioni hifi alla base della mia richiesta

Ognuno è libero di comprare ciò che vuole e cmq vedo che non hai capito il mio discorso sul made in china.

 

P.S.: ti assicuro che con le mutande il senso di libertà è uguale, risparmio i pantaloni da 1000 lavaggi in più....dimenticavo, tu non compri made in china, avrai quindi pantaloni made in italy che sopporteranno tali lavaggi e "sballottolamenti" 😁

Link to comment
Share on other sites

shastasheen

Comunque caro Maurizio, per non affondare completamente il tuo topic, tra i due sceglierei senz'altro Primaluna, almeno progettazione e company non sono cinesi.

 

Io ho avuto, ormai una ventina di anni fa',, forse 22,  all'epoca ero molto meno integralista, sia il primo Prologue One con le EL34 sia il Prologue Two con le KT88. Andavano entrambi molto molto bene, raffinati e sufficientemente potenti, costosi e pregiati il giusto per figurare sia in impianti entry di lusso che in impianti di appassionati più navigati.

 

Il best seller era il Prologue Two, con qualche cavallo di potenza in più ma per me un pelo meno raffinato dell'One, per me le EL34 sono forse un pelo più esili ma anche o forse proprio per questo più magiche e musicali delle più corpose KT88.

 

Poi però sono passati appunto 20-22 anni e non ho più frequentato il marchio. L'altro giorno stavo girovagando in rete per trovare info sull'ARC reference 75 SE e ho rinvenuto una bella comparativa tra quest'ultimo, molto più costoso, e un Primaluna recente, il Dialogue Premium, che non esce affatto scornato dal confronto:

 

 https://www.hifi-advice.com/blog/review/analog-reviews/amplifier-reviews/primaluna-dialogue-premium/

 

Di Line Magnetic non so nulla (e nulla voglio sapere...) se non che hanno conquistato una discreta fama...

 

Scusami ancora Maurizio per le mie digressioni sino-mutandistiche...

 

Mario

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

shastasheen

Dimenticavo: tutti i Primaluna erano e sono autobias, cosa molto importante ai miei occhi, e quest'ultimo Dialogue ha la caratteristica di poter cambiare a piacimento tra EL34, KT88, KT120 e KT150, tanto divertente quanto inutile (se non a spendere una cifra in valvole...) una volta che si è individuato il suono che si predilige...

 

Mario

Link to comment
Share on other sites

Mike27051958

@mizioa  Non conosco Line Magnetic ma ho avuto per circa un anno un integrato Primaluna Prologue Premium e ne ho un ottimo ricordo. Di serie montava le EL34 con le quali si esprimeva gia' bene poi ho comprato un quartetto di Gold Lion KT88 e il risultato aveva avuto un bel miglioramento. Non sono d' accordo con chi dice che, cambiare le valvole sia un divertimento inutile perche'  in realta' le differenze tra un quartetto e l' altro ci sono e non sono cosi' piccole. Tutti i Primaluna sono effettivamente autobias e anche questo è un punto a favore. Se dovessi trovare un difetto ti posso dire che alzando il volume tendono ( il mio ) a perdere un po' di controllo sul basso

 

Ampli comunque straconsigliato per il costo che ha

 

Mike  

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
balcanianparty

@mizioa anche io non conosco Line Magnetic, si può dire che sono esteticamente accattivanti.

Posseggo da più di un anno PrimaLuna Dialogue Premium con 8 EL34.

 È una macchina in grado di dare grandi soddisfazioni rapportata al costo.

Veramente costruita bene, autobias, auto diagnostica delle valvole, puoi passare da triodo ad ultralineare ad amplificatore acceso, ti puoi sbizzarrire con le valvole, addirittura c’è gente che le mescola! Come scrivevano sopra suono bilanciato con basso veloce, dettaglio sugli alti.

Poi c’è da dire che a livello di potenza non è una macchina “tirata” come altre realizzazioni con la stessa configurazione.

Ci piloto Heresy III e l’accoppiamento è ottimo.

L’ho sentito suonare anche in altri ambienti, più “facili” del mio con diffusori di architettura più moderna e livello di prezzo più alto, KEF se non ricordo male ed il risultato era eccezionale.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

magicaroma
Il 31/3/2021 at 01:01, giuseppeb1986 ha scritto:

con le EL34 suona in maniera "moderna" cioè non ti aspettare un suono caldo e mieloso, anzi, suono corretto, basso ben controllato con quel tocco di delicatezza e raffinatezza in gamma alta

Hai descritto il suono delle el34

@shastasheen francamente trovo questa tua crociata anti Cina stucchevole. Ot per ot vogliamo parlare di quello che fanno gli USA in giro per il mondo? O di Israele, immagino non mangi nemmeno i pompelmi, o vogliamo disquisire sui proprietari terrieri brasiliani? Vabbè, ma a te la cioccolata sicuramente fa schifo

  • Melius 1
  • Thanks 1
  • Confused 1
Link to comment
Share on other sites

shastasheen

@magicaroma  Caro magicaroma (forse ti chiami franz? Boh...), prendo atto della tua stucchevolezza, ognuno la pensa come vuole e se ho detto/scritto qualcosa fuori dalle righe sta ai moderatori censurarmi (non l'hanno fatto, ndr).

 

Non sono consumatore nè di pompelmi nè di cioccolata, inoltre fammi il nome di un'elettronica israeliana o brasiliana e potrei cominciare, forse, a boicottare anche quelle.

 

Stai sereno e goditi Mourinho!

 

Mario

Link to comment
Share on other sites

shastasheen

Quando cominceremo a firmarci, almeno con il nome, sarà sempre troppo tardi, almeno quando vogliamo polemizzare...

 

Mario

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...