Jump to content

Stax SR-X9000 - ancora la soggettività dell'audiofilo...


gimmetto
 Share

Recommended Posts

gimmetto

 

Sottopongo ai vostri commenti la recensione della Stax SR-X9000 di seguito per sottolineare ancora una volta come, nella riproduzione audio, possa essere detto tutto e il suo contrario...

 

Spruzzatore

Rulli alti

14.2k

Posizione Reykjavik, Islanda

Inserito22 febbraio

Pubblicherò questo nel proprio thread poiché così tante persone mi chiedono impressioni sull'X9000 e ha senso averle da qualche parte dove sono facili da trovare.   Stavo anche per scattare alcune foto da aggiungere a questa recensione, ma sono appena stato cancellato.   Potrebbe aggiungerne un po' più tardi se queste tempeste sempre presenti si fermassero per un po' di buona luce.  

Ora ho l'SR-X9000 qui da oltre una settimana, quindi è tempo di scrivere un articolo ... dato che la mia casella di posta elettronica è piena di persone che chiedono proprio questo. 🙂 Le prime impressioni sono state molto promettenti, la qualità costruttiva è superba e quei driver sono solo una meraviglia da vedere. Mi piacciono anche i nuovi cavi sostituibili, anche se è un po' una copia della configurazione King Sound, e dovrebbero davvero includere un cavo da 2,5 m e uno da 5 m, l'1,5 m non ha senso per me. I padiglioni potrebbero essere un po' troppo grandi in termini di spazio aperto per il loro bene, ma sono ben fatti e comodi. Anche il nuovo design dell'arco è eccellente, molto meglio del pasticcio 009. L'ispirazione dall'SR-Omega è chiara, ma la qualità costruttiva qui è di gran lunga migliore.             Stessa sensazione di libertà anche in forma; per lo più pendono dalla testa con un serraggio minimo.   Mi piace molto il modo in cui hanno tratto ispirazione da loro, ma ho anche alcuni problemi con il modo in cui è stato eseguito... ne parleremo più avanti.  Il sistema in cui li ho usati è il mio rig principale, il DAC Denafrips Terminator che alimenta un Carbon CC, il tutto alimentato dal mio PC principale. 

Ora per quanto riguarda il suono, questi sono chiaramente espressi nella stessa direzione dello 009/009S ma non sono colorati in modo orribile come quei due.   Suonano aperti e vivaci con bassi decenti e l'inclinazione in avanti c'è ma molto meglio dei predecessori.   Ricordo di aver pensato... "questi sono quelli che avrebbero dovuto essere gli 009 11 anni fa", quindi sì, niente male.   Per alcune registrazioni funzionano davvero, ma sì... sono arrivate alcune tracce e le crepe hanno cominciato a farsi sentire. 

Un po' un retroscena, ho paragonato l'acquisto di Stax a una "relazione abusiva" negli ultimi 15 anni.   Nel 2007 ci hanno portato gli 007Mk2 con tutti i loro problemi.   Certo, potrebbero essere riparati abbastanza facilmente con un po' di blutac, ma sì, era un segno di cose a venire.   A CanJam è stato confermato che era uscita una nuova versione degli 007Mk2 ed erano anche peggiori (gli Mk2.5 come li chiamavamo), il blutac ha aiutato ma non è riuscito a riparare la terribile voce.

Poi è stato annunciato l'arrivo di una nuova ammiraglia e l'SR-009 è atterrato nel 2011.   Ora tutti ricordiamo il clusterfuck che è stato, i driver che hanno fallito il suono sinistro e destro e in avanti con una risposta dei bassi pietosa ... sì, non sono un fan.   Una scintilla brillante è stata nel 2014 quando ho ricevuto un nuovo set di 007Mk2 ed erano stati chiaramente cambiati in meglio.   Il port alla fine ha funzionato e la voce era più simile a quella dell'Mk1.   Poi abbiamo ottenuto l'edizione limitata 009BK (2016?) che ho trovato essere un piccolo miglioramento rispetto allo 009 ma ha sempre lo stesso suono e infine lo 009S è il 2018.   Meno ne parli, meglio è il più veloce che abbia mai venduto uno dei miei telefoni di punta lì... 

Questo ci porta al presente e poiché l'attesa per l'SR-X9000 è stata così lunga, ho avuto il tempo di rafforzare la mia collezione per confrontarla con loro.   Ho preso un set di 009S usato solo per assicurarmi che non mi piacessero (era ancora così), un Voce (non ancora arrivato a causa di alcuni problemi di spedizione) e infine quello che volevo davvero, un SR-Omega con primi 007 driver Mk1.   Ne avevo un set una decina di anni fa ed è davvero l'unico set di cuffie di cui mi pento davvero di aver venduto.   Ho anche ottenuto il mio ultimo set di Audeze CRBN da confrontare con il nuovo ragazzo sul blocco. 

Mi sono divertito molto a farlo e dopo alcune ore sono passato a un test AB diretto dell'SR-Omega/007 contro l'X9000.   Ha senso in quanto sono un'idea simile, metti un driver più moderno nello stesso design di base dell'alloggiamento.   Ciò ha rivelato i due problemi principali con l'X9000, il vantaggio di tutto ciò che è solo borderline fastidioso e più distraente di qualsiasi altra cosa. In secondo luogo ci sono i problemi di imaging...    

Prima di tutto, la luminosità, con gli 009 erano davvero intollerabili, e non sono mai stato in grado di sedermi e godermi una sessione di ascolto con gli 009.   Non è così male qui ma è sempre presente.   In alcuni brani si fonde e diventa parte del suono, mentre in altri si distingue e toglie l'immersione.   Ciò che rende le cose peggiori è che non c'è una logica per cui le tracce abbiano quel vantaggio, quelle brillanti che mi aspetterei di averlo... beh, si fonde semplicemente mentre quelle più oscure ce l'hanno.   Dev'essere un problema di risonanza perché qui c'è così poco smorzamento. 

Ora con l'imaging, penso che Stax abbia commesso un errore con lo schermo esterno inclinato in quel modo.   Sull'SR-Omega è perfettamente parallelo ai driver, ma sull'X9K è forse 3 mm più fuori verso la parte anteriore.   Questa o una parte della struttura del driver potrebbe essere il colpevole dell'immagine strana.   Lasciatemi chiarire, creano un grande palcoscenico sonoro ma è molto più un "affare a tre blob".   Non c'è niente di sbagliato in questo, ma è l'immagine frontale che suona fuori per me.   È tutto un po' troppo distante e inscatolato pur non essendo così concentrato come il palcoscenico sonoro 007.   Quando lo prendi, diventa molto evidente e distrae. 

Come confronto, prendiamo SR-Omega e SR-007Mk2.   L'SR-Omega offre un ampio palcoscenico sonoro ma è tutto un po' sciolto e diffuso.   Ora gli 007 (tutti in realtà) hanno un palcoscenico sonoro molto più stretto e focalizzato che fa anche qualcosa di unico, ci sono strati.   Con l'SR-X9000 è più simile all'SR-Omega (che ha senso) ma più localizzato sui tre blob e quello centrale ha quella strana scatola in effetti pur essendo un po' distante. 

Ora, a parte queste due cose, questi sono set ben fatti e ad alte prestazioni, ma queste due cose mi infastidiscono abbastanza da non essere nella mia lista dei migliori/migliori in assoluto.   Gli SR-007 sono più rilassati e "più scuri", ma anche più neutri e più fedeli al suono originale.   L'SR-Omega/007 è una versione più divertente e più sciolta di quel suono, ma quelle lievi carenze le rendono semplicemente un cambiamento gradito, non le rende meno neutre.   Agiscono semplicemente come un ponte che unisce questi due suoni, la purezza assoluta dello 007 con la natura più calda e sciolta dell'SR-Omega. 

Sento che dovrei anche parlare un po' del nuovo arrivato, l'Audeze CRBN.   Ora ne ho avuto alcuni qui, unità prototipo fino alla versione di produzione finale ed è davvero l'antitesi dell'SR-X9000 in termini di adattamento e suono.   Il CRBN è aderente in quanto ti abbraccia la testa con padiglioni spessi ed elastici.   Il suono è molto più smorzato, quindi è più scuro ma ancora molto aperto ed espansivo.   Ora non sono perfetti, hanno quel leggero problema con la presenza dei medi a causa del forte smorzamento, ma nel complesso è minore.   Sono davvero ciò che l'HE90 avrebbe potuto essere ai tempi, più diffusi degli 007 ma con bassi adeguati.   Un bel modo per legare gli 007 è sempre stato paragonato all'HE90 in passato. 

Infine, come devono guidare.   Bene... come ci si aspetterebbe da un driver di queste dimensioni, hanno bisogno di molta potenza per comportarsi.   Quella luminosità andrà rapidamente fuori controllo, specialmente a livelli di volume più alti quando le cuffie non hanno abbastanza potenza dietro di loro.   Finora li ho provati solo su un paio di amplificatori, quindi avrò bisogno di più tempo con quello, ma direi che amplificatori potenti e neutri si adatteranno perfettamente a questi.  

Conclusione/TL; DOTT

Questi sono buoni ma non così buoni come avrebbero potuto essere.   Suonano troppo in avanti anche se non così male come l'SR-009, 009BK o 009S.   Desidero la neutralità su tutto il resto, le cuffie dovrebbero semplicemente presentare il suono con il minor impatto possibile su di esso.   Se non rappresentano una parte dello spettro, va bene, ma se aggiungono qualcosa... allora ho un problema.   Il problema della luminosità e dell'immagine li squalifica per questo motivo, ma li terrò comunque in giro.   Con un po' di materiale funzionano bene e in più sono in vena di collezionismo... 😉    Probabilmente aggiungerò per recensire più avanti mentre trascorro un po' più di tempo con loro. 

Infine, sarò un po' cinico e penso che Stax stia facendo questa firma del suono apposta e non per le ovvie ragioni.   Questo è esattamente il tipo di suono che ti attira in una rapida audizione o impressiona gli inutili revisori audio là fuori che non sanno niente di meglio.   Nel 2002 gli 007 non sono stati affatto amati in quanto sono la definizione di "non impressionante alla prima audizione", lasciati trasportare non molti amplificatori in giro in quel momento che potrebbero guidarli.   Stax ora sta chiaramente cercando di fare soldi e non i puristi dell'audio stanno solo cercando di creare il miglior prodotto possibile, niente di sbagliato in questo, quindi sono contento che questo non sia stato un lavoro di hacking completo come lo 009S. 

 

Link to comment
Share on other sites

acusticamente

Ho letto questa recensione, che in lingua originale è più comprensibile, però ce ne sono anche altre che portano molta più positività.

Come sempre c’è molto di relativo, al gusto e al proprio impianto.

Le Stax non sono molto accondiscendenti verso la catena nella quale vengono inserite e avendo un carattere molto preciso e forte possono provocare reazioni altrettanto forti. Se piacciono sono una specie di droga

Link to comment
Share on other sites

acusticamente

Non ricordo se è permesso indicare un link come ho fatto sopra…

Nel caso prego di cancellare il post e incollerò il testo originale

Link to comment
Share on other sites

acusticamente
7 minuti fa, pier ha scritto:

ma la domanda è.. PERCHE' postare sta roba? 

Forse per curiosità sulle opinioni di chi ha già acquistato una cuffia top di famosa marca (?)

Link to comment
Share on other sites

@acusticamente sisi, ci mancherebbe e hai fatto benissimo a riportare il link originale.

 

Il mio commento era all'autore dell'OT: avrei di gran lunga preferito un copia-incolla in inglese e, sopratutto, con citazione della fonte (e dell'autore). 🙂 🙂

Link to comment
Share on other sites

Renato Bovello

@acusticamente

46 minuti fa, acusticamente ha scritto:

Ho letto questa recensione, che in lingua originale è più comprensibile, però ce ne sono anche altre che portano molta più positività.

Come sempre c’è molto di relativo, al gusto e al proprio impianto.

Le Stax non sono molto accondiscendenti verso la catena nella quale vengono inserite e avendo un carattere molto preciso e forte possono provocare reazioni altrettanto forti. Se piacciono sono una specie di droga

Sinceramente faccio fatica a capire come possano non piacere le Stax . Specialmente le top di gamma 

Link to comment
Share on other sites

acusticamente

@Renato Bovello penso che possano legittimamente non piacere perché sono grandi cuffie (non a caso hanno la fama che hanno) ma non perfette e buone per tutto, come del resto altre marche.

Se esistesse la cuffia perfetta si venderebbe solo quella.

Richiedono una amplificazione tutta per loro e sono ipersensibili a quello che c’è a monte.

Però, come scrivevo sopra, se quello che fanno si incastra con lo specifico utilizzo e gusto diventano una droga dalla quale è difficile staccarsi

Link to comment
Share on other sites

Renato Bovello
13 minuti fa, acusticamente ha scritto:

Renato Bovello penso che possano legittimamente non piacere perché sono grandi cuffie (non a caso hanno la fama che hanno) ma non perfette e buone per tutto, come del resto altre marche.

Se esistesse la cuffia perfetta si venderebbe solo quella.

Richiedono una amplificazione tutta per loro e sono ipersensibili a quello che c’è a monte.

Però, come scrivevo sopra, se quello che fanno si incastra con lo specifico utilizzo e gusto diventano una droga dalla quale è difficile staccarsi

Tutto giusto . Bisogna curare ogni minimo particolare ma quello che possono offrirti e’ davvero tanto . Spero di ascoltare la 9000 quanto prima.   

Link to comment
Share on other sites

acusticamente
13 minuti fa, Renato Bovello ha scritto:

ma quello che possono offrirti e’ davvero tanto

Concordo assolutamente.

Piacerebbe molto anche a me ascoltare la 9000 ma nello stesso tempo ho paura di quello che potrebbe provocare 😉

Link to comment
Share on other sites

Renato Bovello
57 minuti fa, acusticamente ha scritto:

quello che potrebbe provocare

Un piacevole terremoto interiore 😀

Link to comment
Share on other sites

Barone Birra

Ho letto l'originale, in pratica quello sarebbe Spritzer, il tizio di Mjolnir Audio, direi uno che sa il fatto suo... 

Link to comment
Share on other sites

mariovalvola

Nessuna cuffia è perfetta. 

Mi fa sorridere pensare a quante vecchie e "inadeguate" Stax sono state usate con gli amplificatori proposti, "rilasciati" e venduti per suonare "bene" (?!?) con loro.

Non discuto dell'autorevolezza del personaggio. 

Ho delle riserve sull'approccio. Non è buona cosa spalare m e r d a sulle vecchie produzioni per sottolineare un miglioramento delle nuove.

Oltretutto, su molti schemi della loro "scuola" (parere personale e discutibilissimo), ho più di una riserva. 

 

 

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

acusticamente
8 ore fa, Renato Bovello ha scritto:

Un piacevole terremoto interiore 😀

Possibile, ma spesso questo spinge a conseguenze sul c.c.

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

MCnerone

Spritzer ha le sue idee, come tutti noi del resto, il fatto che a lui non sono piaciute le 009 e ancora meno le 009s, da la misura di quale possa essere il suono ideale, soprattutto se si pensa che la sua cuffia di riferimento è la prima 007 mk1, quella color champagne, per capirci.

Io ho avuto il piacere di averle sentite tutte, con un suo ampli , il Carbon Mjolnir, e debbo dire che alla fine avendo venduto tutto, posso essere in parte d’accordo con lui.

A me il Carbon con le 009, ma anche con le 009s, mi creava un po’ di fastidio per l’eccessiva presenza di gamma alta, col Guerra di MHz, molto meno, percepivo qualcosa di non perfettamente bilanciato nel suono, strano a dirsi, avendo in casa la vecchia 404 Limited, avevo sempre la sensazione che all’ascolto fosse più piacevole e bilanciata, seppur con dei limiti dinamici….infatti alla fine ho venduto tutto rimanendo solo con la 404 ed il Guerra.

Ritornando a Spritzer, da come ho capito io, il suo suono ideale è quello meno sparato sulle alte frequenze, un po’ più rotondo, senza strafare nei microdettagli, come era quello della vecchia 007mk1 che ho sentito più volte, chissà, dovremmo fargli ascoltare una Spirit!

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...