Jump to content

Lo streamer dei miei sogni


Paolosnz
 Share

Recommended Posts

Rose RS201E

 

ROSE RS201E Media Center & Music Server, Lettore Audio/Video, FEMTO Clock, DAC SABRE ES9018K2M 32Bit/384Khz, DSD256, Amplificatore 2x50W (escludibile), Processore Video 4K UHD, HDMI, Schermo Multi Touch a colori da 8.8", Predisposto CD-Ripping, SSD fino a 4TB, USB3.0.

 

rose-rs201e-music-server.jpg

Link to comment
Share on other sites

Se possibile cercate un dac con ingresso Ethernet: vi trovate un Renderer in rete a cui poter mandare il flusso tramite “banali” app che costano “due soldi” e non vi serve lo streamer .... ovviamente vi serve il cablaggio Ethernet a cui collegare il dac ...

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@Paolosnz Sinceramente non capisco molto questi super prodotti tutto in uno, o meglio a me non attirano. Penso che troppe cose dentro un prodotto vuol dire non curarne pienamente neanche una. Poi c'è il discorso obsolescenza che lato video è forse più veloce che lato audio. Se usi in toto le funzionalità del prodotto è molto facile che a breve una di queste ti stia stretta e ti spinga a prendere un altro scatolo che svolga solo quella funzione rendendola inutile nell'all in one. 

Io continuo a preferire componenti separati o al massimo come scritto nel post sopra due funzioni/tecnologie che unite tolgono problemi invece di aggiungerli.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Rick82 ha scritto:

Penso che troppe cose dentro un prodotto vuol dire non curarne pienamente neanche una

Prova il Naim Atom e fammi sapere (anche sull'uscita cuffie), parlo per esperienza non per quello letto in giro 😉

Potrei rigirarti la domanda, non è che la ricarica certosina dei singoli componenti (cavi compresi) porta spesso a risultati non all'altezza con spreco di tempo e risorse? 

Link to comment
Share on other sites

@Paolosnz il Naim però è un prodotto progettato solo per l’audio progettato da un’azienda che fa solo audio da una vita e a che livelli poi. Sono certo (anzi più che certo apprezzando il marchio) che sia un gran prodotto, ma rimango della mia idea... ho avuto un Naim Uniti Lite e mi è successo proprio quello che ho descritto, ad un certo punto la parte Dac non mi bastava più, poi la parte ampli... alla fine lo vendetti e passai a componenti separati. Quello che dico è che se ti viene la scimmia di cambiare il dac ad esempio con un prodotto chiuso come un allo-in-one praticamente “butti” metà dell’investimento fatto. 

Link to comment
Share on other sites

@Paolosnz discorso diverso è molto più sensato questo. I moduli sono intercambiabili ed aggiornabili nel tempo (si spera). Il Rose no è chiuso e fa oltre all’audio anche il video (dove forse l’obsolescenza è anche più alta de si sta dietro alle ultime mode). Magari suona bene, magari suona male... non lo so mai visto né sentito, rimango della mia idea che in un apparecchio che fa streamer audio/video, 4K , amplificatore, Dac etc... a 1600€ circa qualcosa devono aver tralasciato per forza.

Link to comment
Share on other sites

@Paolosnz scusa mi ero perso la seconda parte del post con la domanda rigirata. Si sicuramente il rischio c’è ma per tanti è anche parte del divertimento. 
Acquisterei un Naim all-in-one di un’anima produzione... si sicuramente perché sono stupendi e suonano sicuramente bene, ma consapevole di dover accettare per forza qualche compromesso. 
parliamo poi di marchi che costano un bel po’ di più del Rose e che fanno meno. 
Innegabilmente i prodotti di Naim, Linn e Devialet mi attirano molto ma per non avere compromessi (o almeno averli in minima parte) le cifre sono altre rispetto al Rose.

Link to comment
Share on other sites

Rileggendo mi sembra di essermi espresso malissimo... e scrivere in fretta da cellulare non aiuta.

Cerco di sintetizzare: non mi fido di prodotti all in one che ad un costo di 1000/2000€ ti fanno da streamer, Dac, ampli, lettore multimediale video 4K, server audio/video, rio di cd... manca solo la caffettiera.

Discorso diverso per prodotti di alta fascia come Naim, Linn o Devialet ad esempio che mi attirano decisamente di più ma che (se il sistema non è modulare) costringono comunque a qualche compromesso (presente o futuro che sia) e sopratutto i costi sono ben altri.

Link to comment
Share on other sites

Io (oramai) sono "certo" che il cuore del sistema digitale sia (è) il DAC.
Sembra una affermazione banale (in parte lo è certamente) ma credo che dovremmo sempre tenere in mente che "i flussi digitali" nel DAC devono confluire al meglio e qui, alimentazioni, clock eccetera divengono parte essenziale perché il DAC appunto possa "suonare" al meglio.
Lo streamer quando integrato al DAC non lo considero quindi un "tutto in uno" e, device così costruiti secondo il mio punto di vista sono da tenere in alta, altissima considerazione, specie nelle macchine TOP, quelle che magari hanno lo streaming come opzione da integrarsi...

A proposito: ne conoscete di livello TOP?
DAC di alto livello che abbiano lo streamer come "super-opzione" da integrarsi.


 

Link to comment
Share on other sites

@franz159 Già: M1 e M3 sono (con scheda di rete e, anche come opzione cuffia) tra i "papabili", almeno virtualmente.
Analogue Device come DAC: già mi intrigano perché dei SABRE sono "stufo!"

 

(Diciamo che un M3 "full" siamo sui 7-8000 euri street price; poi servirebbe anche un media server!)

 

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, znorter ha scritto:

DAC di alto livello che abbiano lo streamer come "super-opzione" da integrarsi

Un dac con ingresso Ethernet ed hai finito di cercare ... non ti serve lo streamer ... basta un’app come mConnect che costa pochi euro! Ed ovviamente il cavo Ethernet che arriva al dac .....

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, Pippo87 ha scritto:

@franz159 MSB Discrete

Grazie.

Simao fuori dal mio budget...
 

Dai listini di Novembre 2020:
 

Discrete DAC
Moduli DAC: 2x Prime DAC modules (derivati dagli Hybrid modules del Reference DAC) R2R Ladder
Ingressi digitali: (1) SPDIF Rca/toslink incluso
(1) Balanced AES/EBU incluso
(2) toslink ottici inclusi
(1) word-sync output incluso
Configurabile con altri 2 ingressi a scelta
Uscite analogiche: XLR bilanciate o RCA single ended (a scelta)
con controllo di volume
Alimentazione Doppio Discrete power supply per separare sezione analogica da digitale
Filtro digitale: proprietario con 32bit di risoluzione in ingresso,
80bit di potenza di computazione e coefficienti a 36bit
Formati supportati: PCM fino a 32bit - 3.072KHz e DSD 8x
Peso: 8,2Kg
Dimensioni (LxPxA): 43,2 x 30,5 x 6,8cm
Prezzo: 13.680

Link to comment
Share on other sites

@franz159 Puoi cercare un Analog usato sempre con scheda Renderer ...

Fosse per me tutti i dac dovrebbero avere ingresso Ethernet: in un colpo solo elimini pc, streamer, usb ... togli dai piedi tutta una serie di “aggeggi”: cavo Ethernet direttamente nel router ed un’app ... se poi hai musica tua ti serve un nas con MinimServer che la rende disponibile in rete ...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...