Jump to content

Monaco High End 2022


alexis
 Share

Recommended Posts

Variable

@alexis grazie, vado ad ascoltare in HR su Qobuz.

bluesound node/chord Qutest/accuphase E-480/harbeth m40.2 AE

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

alexis

@Rimini considerato i pochi km che ci separano… vieni da me una sera a sentire le bimbe ben installate, anche se per motivi di calore ambientale ora le ascolto con il finale estivo, il FM Acoustics, sempre un bel ascoltare, anche senza triodoni.. ma in una catena assolutamente e completamente e orgogliosamente digital free…  😜

Link to comment
Share on other sites

alexis

@Variable da ascoltare in assoluto relax, con un buon bicchierino in mano, che aiuta nell‘immersione in questi mondi di armonie cosmiche.. magari dopo uno due ascolti.. 😀

facci sapere cosa ne pensi.

in ambedue palcoscenico sonoro oltre i 180 gradi, estremamente sviluppato nelle tre quattro dimensioni, con una gamma bassa tostissima e armonica.. 

Link to comment
Share on other sites

Rimini
27 minuti fa, Variable ha scritto:

grazie, vado ad ascoltare in HR su Qobuz.

Idem 😉

26 minuti fa, alexis ha scritto:

vieni da me una sera a sentire le bimbe

@alexis Ci mettiamo d'accordo prossimamente, grazie! 👍

 

Link to comment
Share on other sites

jakob1965

@alexis ascoltato dal vivo Pat una decina di giorni fa agli Arcimboldi qui a Milano - erano in 3 -sembravano in 10 -  spettacolare

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, alexis ha scritto:

e poi ci metto anche l‘eccellente lavoro di trentemoller, entrambi LP stupendi se ben riprodotti, in tutte le loro sfumature… 

dischi che nessuno in fiera farà mai ascoltare

Anche perché è una sorta di Techno/dub che dubito verrebbe dai più accettata... 😁

Link to comment
Share on other sites

captainsensible

@naim non ho capito come ci sia capitato Alan Parsons, che non ha mai amato gli audiofili e l'Hi End.

 

CS

Link to comment
Share on other sites

@captainsensible Utilizzando (anche) PMC, forse si sarà fermato a salutare Peter Thomas. Poi non so se abbia qualche altro interesse all'interno della fiera. 

 

 

1266477226_Screenshot(1088).thumb.png.931ab6508c0147c2d2c7b3fd900b1468.png

Link to comment
Share on other sites

alberto75
1 ora fa, naim ha scritto:

Poi non so se abbia qualche altro interesse all'interno della fiera. 

forse le standiste...

Link to comment
Share on other sites

flamenko

Ciò che mi ha colpito di questa edizione post pandemica è il vociare tamarro durante gli ascolti. È sempre colpa di noi italiani o veramente è cambiato il mondo?🙄😎🤪🤪

Link to comment
Share on other sites

Orazio_62

A me le scelte musicali. Peggiorate e sempre più uniformi tra gli espositori. Un brano sinfonico? Bandito!

Link to comment
Share on other sites

aldina
1 ora fa, flamenko ha scritto:

Ciò che mi ha colpito di questa edizione post pandemica è il vociare tamarro durante gli ascolti. È sempre colpa di noi italiani o veramente è cambiato il mondo?🙄😎🤪🤪

Riflessione condivisibile, purtroppo l'andazzo che dalle nostre parti spopolava ha fatto presa...  Aggiungici anche qualche interazione di troppo tra le sale e trovare un po' di concentrazione è cosa ardua. Peraltro potrei dire che già qualche anno addietro si parlava di questi problemi. Sul presto la mattina si incomincia bene poi... si sbraga pesantemente

Link to comment
Share on other sites

aldina
1 ora fa, Orazio_62 ha scritto:

A me le scelte musicali. Peggiorate e sempre più uniformi tra gli espositori. Un brano sinfonico? Bandito

Io non l'ho trovata male; ho scoperto molta musica che non conoscevo, ti direi che temevo molto peggio. Sinfonica ne ho sentita ma comunque troppo poca e soprattutto gravemente incentrata su certe incisioni storiche e stratrite di stampo Mercury, RCA, Decca.

I detrattori di Barber&Krall sono stati esauditi a quanto ho sentito, un solo live della Diana in tre giorni... non male.

E pure banditi senza speranza il buon "Keith don't go" del bravo mestierante Lofgren così come soppresso il crescendo masekeliano (Stimela) che chiunque di noi conosce a memoria..

Resta aperta la problematica. Si può star tranquilli che in qualunque sala se passano due brani impegnativi per numero di strumenti e organico il terzo che seguirà sarà la solita voce femminile con chitarra... Voglia di rischiare poca insomma.

Sul tema volume (inteso come SPL) invece ho notato per fortuna un miglioramento, seppure con rare eccezioni, con medie più alte seppure decisamente ancora migliorabili.

That's all

Link to comment
Share on other sites

Io (ma sono di parte) la palma di suono e repertorio la do a MBL, lì non c'è davvero paura di nulla e nessuno. Solo la sala era un po'piccina e calda, inteso come temperatura.

Ora sull'aereo per il ritorno, peccato perché sarei rimasto ancora a divertirmi in compagnia di musica e impianti.

 

Assolutamente deprecabile il vociare e addirittura parlare a voce molto alta proprio per farsi sentire sopra la musica (uscire dalla saletta pare brutto?)

Link to comment
Share on other sites

flamenko
8 minuti fa, maxxx ha scritto:

la palma di suono e repertorio la do a MBL

Ma perché non riesco a farmelo piacere questo marchio?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...