Jump to content

Up-grade dac.


P_one
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti.

Utilizzatore unicamente di sorgente digitale, vorrei migliorare la sezione Dac. Sono passato da un matrix x-sabre prima versione (suono un po’ digitale) all’Holo Sring 2 (entusiasmante, ma forse leggermente poco controllato nei bassi, nella mia catena audio), attualmente ho un Rme Adi2 Dac.
Nessun problema in particolare coll’Rme: direi molto corretto, ma forse poco....emozionante. Mi piacerebbe fare un upgrade

(rigorosamente nell’usato per motivi economici).

Nel mio Radar ci sono  Dac di cui mi hanno attirato le recensioni, ma che non ho mai ascoltato. Vi chiedo un’opinione, soprattutto da chi li ha sentiti: Dcs Bartok, Rockna Wavedream, Mola mola Tambaqui, ma sono aperto anche ad altre ipotesi.

Chiudo dicendo che non sono un fan di dac supercostosi, ma affidando tutti i miei ascolti alla musica digitale (streamerizzata da Qobuz hi res), sto cercando di ottenere il meglio possibile da questa sezione della mia catena audio e spero di poterlo ottenere con un cambio di livello del Dac. 
Opinioni libere, ma non polemiche per non far naufragare la discussione, sono tutte ben accette.

Link to comment
Share on other sites

Mi scuso se mi sono spiegato male. Attualmente la mia catena audio è costituita da uno streamer Innuos Zenith Mk 2> rme adi2 dac> Integrato Diablo 300 > casse Dynaudio Contour 30. La musica è “stremerizzata” da Qobuz.

Link to comment
Share on other sites

@BobbyBlitz inizialmente si, ma persone degne di fiducia, me l’hanno descritto come “eccessivamente “ analitico e come se riproducesse (benissimo) musica amplificata anziché acustica, alterando un po’ il timbro naturale degli strumenti. Non so se questo corrisponda a verità, ma visto l’ampia scelta di prodotti a disposizione, non voglio rischiare questa direzione. Mi piace moltissimo la definizione e i microdettagli, in audio, ma non a scapito della “piacevolezza”.

Link to comment
Share on other sites

@P_one comprendo benissimo. Anche io prediligo un sound naturale e “analogico” per quanto possibile. Ciò che deve uscire dalle casse deve emozionare, non essere radiografante.

Link to comment
Share on other sites

@BobbyBlitz infatti. Tuttavia è vero anche che parte dell’emozione arriva anche dal sentire i polpastrelli sulla corda della chitarra, dalle spazzole sulle pelli della batteria, perchè tutto ciò ti fa sentire nell’ambiente live, ma non può prevalere sul sound.... insomma l’equilibrio è la base. Come un piatto gustoso, senza perdere la naturalezza degli ingredienti! Il problema è che tutto ciò non è banale da raggiungere.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

@Antonino non è semplice.... l’holo ha un bel suono, emozionante, ricco, denso, ma, a mio personalissimo parere e relativamente a quel determinato setting audio (poi mi spiego meglio), con due problemi: per esprimersi al meglio aveva bisogno di un po di volume, e il suo suono era emozionante, ma leggermente troppo... carico, come dire di un cibo che è buono e saporito, ma questo sapore copre leggermente il sapore degli ingredienti. Non credo che nessuna delle due problematiche sia un “difetto” dell’holo, di cui non posso che parlare bene, ma credo sia un problema legato al mio ambiente d’ascolto e alla mia catena audio.  Infatti mi risulta che il mio impianto di allora fosse troppo sbilanciato verso le medie e mediobasse (allora avevo un luxman, innuos e holo, tutti e tre i componenti neutri, ma son una leggera inclinazione al caldo). Inoltre, facendo riferimento a quanto detto prima, io vivo in appartamento e ascolto musica ad ore tarde e pertanto a volumi bassi, il che non permetteva certo all’holo di esprimersi al meglio. L’Rme, di provenienza Pro e sicuramente più neutro, ha leggermente corretto lo sbilanciamento della catena audio precedente, ma devo ammettere di aver perso un po’ di... emozione del messaggio musicale. Spero di essere stato chiaro.

Link to comment
Share on other sites

@P_one Con streamer Innuos ho sentito più volte dac di  Metronome tecnologies a “menare le danze” ed il suono ascoltato va proprio nella direzione che cerchi. 
ciao

cla

Link to comment
Share on other sites

@P_one hai provato a fare una misurazione in ambiente? ,scopriresti delle cose interessanti e sicuramente potresti correggerle con l’RME ottenendo risultati impensabili

Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, P_one ha scritto:

io vivo in appartamento e ascolto musica ad ore tarde e pertanto a volumi bassi,

Povero Diablo,sempre con il freno tirato... 🤭😁😁.     ... scherzo... 😉

Link to comment
Share on other sites

16 ore fa, P_one ha scritto:

Dynaudio Contour 30

Non conosco i tuoi diffusori ma non vorrei che propio loro siano la causa della ricerca di un nuovo Dac.

Link to comment
Share on other sites

A me è piaciuto molto il Dcs Bartok che ho sentito in una catena Audio Research/Wilson e visto che hai un signor impianto una prova la farei senz'altro.

Se non erro il Bartok ha anche lo streaming incorporato.

 

Link to comment
Share on other sites

@cla71 si, dalle recensioni il Le Dac sembra un dac molto musicale e lo avevo preso in considerazione. Quello che poi mi ha “raffreddato è stata la lettura di un’intervista al Ceo do Metronome, in cui affermava che la musicalità per loro è essenziale (bene), ma anche a scapito della precisione (meno bene....

@STEFANEL  ho provato a misurare e ho anche preso un minidsp ddrc 22d..... ma non ho ancora deciso se preferisco con o senza correzione ambientale via software. C’è da dire che, per quanto io mi lamenti dei bassi, non sono messo per niente male. Ho anche pannelli fonoassorbenti e librerie ovunque.... non vorrei aver fatto pensare troppo male.... il controllo dei bassi con holo non era assoluto, ma non come impianti in posti veramente sfortunati. No.... è che sto cercando di più!

@granosalis il bricasti l’avevo  preso in considerazione, ma devo dire che , a differenza di Dcs, ad esempio che ha una unanimità di consensi e recensioni favolose, non ho trovato altrettanto su Bricasti. Poi magari ascoltato è fantastico.

@Gici HV vero.... a volte è un vero peccato, ma va detto che non sono un fanatico della musica spaccatimpani. Comunque il Diablo va da dio anche a bassi volumi.@giacomino è anche possibile....ma per ora mi verrebbe male pensare al cambio diffusori.

@Agogi sarebbe bello sentirlo.....il Bartok.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

@P_one ciao, ho visto che abitiamo nella stessa città, se vuoi provare il mio dac audio-gd r2r1 + interface audio gd di u8 r,  tanto per sentire se ti piace, sinceramente non ho intenzione di venderlo, dico solo per fare uno scambio per qualche giorno, poi decidiamo.

Sinceramente mi piacerebbe provare il tuo Minidsp ddrc 22d, che ho visto nel mercatino, tanto per vedere. 

 

 

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@P_one personalmente ritengo che un dac vada scelto aanche in funzione della catena nella quale viene utilizzato, nella tua, con diablo e dynauio, il cui suono vira vero l'aperto  ed il ettagliayo, non penserei come prima scelta ad un dcs (ovviamente gli ascolto èossono dire altro,) pechè temo ti ritroveresti in una situazione simile alla attuale. Da quello che capisco tu cerchi un dac xhe sia emozionate, ma al contempo che non debordi in basso, un quilibrio non facioe da trovare. Dovresti riuscire a fare degi ascolti se non nel tuo impinato, almeno con il tuo dac vs il dac che potrebbe prenderne il osto, per capire le caratteristiche dei due apparecchi

Link to comment
Share on other sites

@BobbyBlitz ciao,

scusa se mi permetto ma diablo + dynaudio non è che parti prorpio benissmo se quello che cerchi è un sound naturale e “analogico” per quanto possibile. Ciò che deve uscire dalle casse deve emozionare, non essere radiografante

davvero per favore senza la minima offesa, le tue elttroniche/casse hanno enormi qualità, ma queste non sono certo tra le prime

mi sa che dei dac che hai citato il più "corretto" (quello che secondo me dovrebbe seere un dac - gli arriva A in fomato 010101 ed esce A in fomato analogico) è forse l'RME. Tienine conto, magari il probelma, o meglio la direzione che devi prendere, non è prima e soprattuto un nuovo dac

imho

ciao

Link to comment
Share on other sites

16 minuti fa, Dubleu ha scritto:

Non è vero che sono solo numeri. Ma trovare nuove sinergie non è facile.

Bastando un dac 2 canali come nel caso dell'autore del Topic, consiglio di cercare molto ed aver in prova dac vari.

Le qualità acustiche del dac Rme non sono così difficili da battere. 

ciao, concordo con te, non suonano tutti uguali, ed infatti ho preferito di gran lunga il chord hugo2 all'RME, ma mica di poco.  E proprio e soparattutto sul medio basso, l'unico mediobasso che mi ricorda quello del vinile per farmi capire. Gli altri dac da me ascoltati in questo paramentro sono asettici ed artificiali. Ma le caratterizzazioni estreme del suono, la ricerca del suono che piace a me, la lascio in primis ai diffusoiri, poi all'ampli (ma maglio dire al sitema ampli-diffusori), e magari ai cavi e infine al fine tuning. Il dac voglio che mi tiri fuori tutto quello che c'è, senza effetti. Da qui parto e caratterizzo.

imho

ciao

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...