Jump to content

che bello questo Progressive


max56
 Share

Recommended Posts

one4seven

Siamo in "area Nucleus", progressive, ma soprattutto jazz-rock direi. E siamo nel 1970, tondo tondo.

 

Chris Spedding – Songs Without Words. > https://www.discogs.com/master/460559-Chris-Spedding-Songs-Without-Words

Secondo me un bellissimo disco, ed anche ben registrato.

Molto poco conosciuto poichè uscito originariamente solo In Giappone (sarà per questo che è registrato bene?), per fortuna si trova anche sulle piattaforme di streaming "nostrane" grazie ad una ristampa, con copertina diversa, uscita nel 2015 in UK.

 

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

caldagos69

Ragazzi, volevo segnalare la recente uscita di questo disco

che avviene dopo 12 anni di silenzio da parte della storica band in questione

non ho ancora avuto tempo di ascoltarlo, a giudicare dai singoli e dal loro passato le aspettative sono molto alte

 

 

Porcupine Tree - 2022 - Closure / Continuation

oqqp421laxpmc_600.jpg

https://open.qobuz.com/album/oqqp421laxpmc

 

Link to comment
Share on other sites

caldagos69

anche questo un album molto recente da parte di Charlie Griffiths, chitarrista del gruppo Progressive Metal britannico Haken, Con radici musicali ancora saldamente nel regno del progressive, Charlie attinge dal suo amore per la vecchia scuola thrash degli anni '80, tech-metal degli anni '90 e rock alternativo. Passando dal melodico all'avant-garde e all'heavy puro, in poche parole progressive contagiato da tanti altri generi (metallici)

 

Charlie Griffiths - 2022 - Tiktaalika

x8ptub0e1fkrb_600.jpg

https://open.qobuz.com/album/x8ptub0e1fkrb

 

Link to comment
Share on other sites

Complice questo 3d ed un po' di fortuna, ho trovato la prima stampa francese, da un francese, del disco degli Atoll che avevo segnalato nelle prime pagine: nm a un prezzo ragionevole. 

 

 

 

IMG_20220701_213611_crop_55.jpg

Link to comment
Share on other sites

Supergruppo con membri di Haken che si distinguono per la marcata componente jazzistica garantita dalle tastiere di Pete Jones.

Da ascoltare più volte, piccolo capolavoro ( opinione personale naturalmente )

Davide

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

one4seven

Va bene... Lasciamo un attimo il periodo d'oro dei '70... 

 

Voi ce lo vedete questo disco come Prog? Io, onestamente, si. E che disco! 🙂 

 

 

Screenshot_2022-07-05-17-08-56-004_com.dnm.heos.phone.jpg

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...