Jump to content

Una chitarra ed una voce: i capolavori


Maurjmusic
 Share

Recommended Posts

Renato Bovello

@max56 Stefan Grosmann, John Renbourn , Norman Blake, Guy Clark e tanti altri  . Immagino che questi nomi ti dicano molto 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

  • Replies 149
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Renato Bovello

    10

  • max56

    10

  • Maurjmusic

    12

  • Progressive

    12

1 ora fa, Renato Bovello ha scritto:

Stefan Grosmann, , Norman Blake, Guy Clark e tanti altri  . Immagino che questi nomi ti dicano molto 

si,  li ho tutti . Guy Clark ho Old No 1 ( una favola) e poi l'omonimo del 78 , di Norman Blake ho Old and New e Home ... , di Renbourn Cruel Sister e Sir... di Grosmann non ricordo , forse in collaborazione su qualche disco .

Grandi Grandi Grandissimi nomi 👍

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Hamish Stuart chitarrista fondatore e cantante della mitica Average White Band qui con la figlia mentre esegue una cover di Watcha gonna do for me di Chaka Khan , incredibile chitarrista ritmico è un esempio di cosa il nostro Lucio Battisti amava ascoltare e la prov è che Lucio sapeva suonare  la chitarra proprio in questo modo.

 

Link to comment
Share on other sites

Summerandsun

Magari abbasserò il livello della discussione, poi in certi momenti le chitarre diventano due, però Eroi nel Vento dei Litfiba nella versione alternativa su Sogno Ribelle l'ho sempre trovata bellissima

 

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

Progressive

Non ho più seguito la discussione, non so se è stato postato.

.

Roy Harper - Flat Braroque and Berserk

 

Link to comment
Share on other sites

Bert Jansch è il più influente, sottovalutato e oggi misconosciuto chitarrista acustico. Non suonava due volte allo stesso modo le sue canzoni, a volte durante le esibizioni commetteva errori e imperfezioni (anche in questo video), ma nessuno è stato così profondo e intenso come lui, nemmeno l'amico John Renbourn. Per me, il più grande di tutti.

 

Link to comment
Share on other sites

59 minuti fa, marce61 ha scritto:

visti in concerto insieme, estate 1978, a Londra. Una delizia

ti invidio. Io non ho mai avuto la fortuna di assistere a nessuno dei due.

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, Branch ha scritto:

Bert Jansch è il più influente, sottovalutato e oggi misconosciuto chitarrista acustico.

Beh dai non lo definirei proprio uno sconosciuto. Certo non lo troverai mai in classifica (e chi se ne strafrega direi), ma tra gli amanti del genere è un caposaldo.

Link to comment
Share on other sites

@UpTo11 Ho scritto "oggi misconosciuto", cioè un chitarrista la cui importanza è inversamente proporzionale alla sua attuale popolarità. Certamente gli appassionati di chitarra acustica lo conoscono, ma si parla davvero di una nicchia nella nicchia. Lo scrivo senza polemica alcuna, con nessuno, sia chiaro, però non è un caso se dopo 20 giorni e 7 pagine di discussione Bert Jansch non fosse stato ancora citato.

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Renato Bovello ha scritto:

Consiglio vivamente Bert and John  

bellissimo , ce l'ho in Cd

1 ora fa, marce61 ha scritto:

visti in concerto insieme, estate 1978, a Londra.

ecco Londra 1978 , questa te le invidio 😀più questo che il concerto che , per quanto mi piaccia il disco ...essere a Londra nel 78 quello è il vero disco 👍

( scusa se mi permetto : ma se calcolo dal tuo Nick name 61...a Londra nel 78 avevi 17 anni , se così fosse : sei stato molto fortunato 👍)

Link to comment
Share on other sites

Renato Bovello

@Branch Ma sai che avrò ascoltato Bert and John un centinaio di volte e , ogni volta , mi sembra di ascoltare sonorità diverse . Per me è il disco da isola deserta . Superbo 

Link to comment
Share on other sites

@Renato Bovello A certi livelli di qualità e ricchezza, diventa arduo scegliere. Entrano in gioco le esperienze soggettive con il singolo album. Per dire, a tutt'oggi il più bel brano strumentale per chitarra acustica che abbia mai ascoltato resta Chambertin, contenuto in L.A. Turnaround, disco lontanissimo dalle sonorità tanto di Bert and John quanto di Rosemary Lane.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, Branch ha scritto:

Bert Jansch è il più influente, sottovalutato e oggi misconosciuto chitarrista

Se e’ il piu’ misconosciuto come fa ad essere al contempo  il piu’ influente ?

 

Link to comment
Share on other sites

@samana  ho scritto "oggi" misconosciuto. Negli anni 60 il suo modo di intendere lo strumento ha lasciato il segno su tanti chitarristi della scena folk, e non solo, e fino agli anni 70 il suo stile è stato un riferimento.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

grande disco , grande voce , da ascoltare anche il brano successivo ,  la struggente "Austin minor Synpathy" e la "sperimentale " The Lovest Pair...per gli amanti del genere ( 1976 )

 

Link to comment
Share on other sites

Stephen s

@samana Bravo! Ma certo! Ali Farka Touré. Posto questo, sperando qualcuno voglia anche "slide" (guitar) down verso il grande Ry Cooder, suo compagno di viaggio a Timbuctu...

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...