Jump to content

Ampiezza della scena


FD_MC
 Share

Recommended Posts

16 ore fa, niar67 ha scritto:

Che lettore possiedi attualmente?

Un vecchissimo Marantz CD-46. Sto seriamente pensando ad un salto di qualità, visto che continuo ad ascoltare prevalentemente CD.

Link to comment
Share on other sites

23 ore fa, one4seven ha scritto:

Potresti anche provare, al contrario, un toe in più "aggressivo", di modo da chiudere il triangolo (non più equilatero) davanti il punto di ascolto, e vedere come risponde l'ambiente.

 

16 ore fa, GasVanTar ha scritto:

Secondo me potresti anche ridurla, avvicinandoti così all'ideale teorico del triangolo equilatero, magari gradualmente


Proverò senz'altro i vostri suggerimenti, con la dovuta pazienza e concentrazione...

Link to comment
Share on other sites

21 ore fa, syn ha scritto:

ti metto un link ad un pezzo di rogers waters, con alcuni diffusori la voce che senti all inizio la sento provenire da fuori la stanza,la prima volta che ho sentito questo pezzo mi sn spaventato...con altri diffusori hai voglia a posizionare quell effetto non lo ricavi...fai una prova...


Proverò senz'altro.

Link to comment
Share on other sites

Grazie ancora per i vostri suggerimenti, che metterò senz'altro in pratica per cercare di migliorare la situazione attuale della mia scena.

Vorrei però chiarire che sono piuttosto soddisfatto: i diffusori spariscono durante l'ascolto e ogni cosa sembra abbastanza al suo posto.

Vorrei solo capire se, aumentando di molto la distanza tra le casse, l'effetto sull'ampiezza sarebbe "drammatico" (ammesso che la registrazione sia fedele).

Se ascoltiamo grandi orchestre e grandi palcoscenici originali, la distanza tra i diffusori deve essere maggiore rispetto ad un piccolo gruppo o ad un solista?

 

Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, FD_MC ha scritto:

).

Se ascoltiamo grandi orchestre e grandi palcoscenici originali, la distanza tra i diffusori deve essere maggiore rispetto ad un piccolo gruppo o ad un solista?

Secondo me è questione di trovare il giusto compromesso, e una volta trovato non sposti più niente,quando trovi la giusta posizione che sia l'ensamble di pochi strumenti o la grande orchestra l,immagine deve essere proporzionale al tipo di orchestra/gruppo/ensamble che ascolti,ovviamente registrazione permettendo,quest'ultima cosa È  fondamentale,nel senso che se allontani più di tanto i diffusori tra di loro rischi di trovarti un buco in centro,o perlomeno,il centro " perde corpo", se invece li avvicini troppo l'immagine sonora sarà più limitata ai lati, per ciò che riguarda l'allontanamento tra i diffusori puoi provare con un brano dove al centro ci sia una voce femminile,incominci ascoltando con i diffusori alla distanza attuale(mt.1.80?) E poi inizi ad allargare,se la stanza lo permette, fino a quando la voce diventa"flebile" o comunque meno marcata in centro,lì è il limite per cui non ti conviene andare in larghezza,da questo punto torni indietro fino a quando la voce ritorna bella presente,materica in centro,per la distanza tra diffusori e punto d'ascolto hai detto che attualmente sei a 3mt. Prova ad avvicinarti un poco (2,5mt) a dirla tutta dovresti prima avvicinarti un poco e poi regolare la distanza tra I diffusori,per il toe in inizia con i diffusori paralleli alla parete posteriore,trovato la posizione dei diffusori in larghezza e distanza dal punto di ascolto incominci a ruotarli verso il centro per sentire se percepisci differenze e se trovi un punto del t.i. che ti aggrada,a quel punto dovresti essere a posto,almeno al momento,poi quando cambierai lettore magari farai ancora degli "aggiustamenti"dovuti a quest'ultimo più performante...

7 ore fa, FD_MC ha scritto:

vecchissimo Marantz CD-46. Sto seriamente pensando ad un salto di qualità, visto che continuo ad ascoltare prevalentemente CD.

Prendi un lettore all'altezza del tuo ampli,quindi qualcosa di decisamente valido,per ciò che riguarda i marchi stai su quelli più affermati in questo settore e vedrai,cioè sentirai una bella differenza rispetto al Marantz...anche nella larghezza della scena sonora...Buona scelta  e buoni ascolti!

Saluti

Andrea

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

fabiosound
Il 22/6/2022 at 23:13, FD_MC ha scritto:

Un vecchissimo Marantz CD-46. Sto seriamente pensando ad un salto di qualità

Beh direi proprio che sarebbe la cosa più opportuna da fare fornire al Jadis un partner all'altezza !

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

enzo966

@FabioSabbatini @naim

Ma insomma, di che vi meravigliate?

E' ovvio che sia così:

- la valvola è più larga del transistor;

- il semiconduttore è di "roccia" e l'elettrone ci si muove con fatica e costrizione mentre, nella valvola, si muove nel vuoto, quindi, più nel largo ove respira meglio.

Da non dimenticare, poi, che gli elettroni sono permalosi e vendicativi: se ci si fanno i fatti loro mentre passano per una doppia fenditura, si rischia di finire in psichiatria.

.

P.S.: Uhm... Però, a seconda di come la "roccia" è stata drogata, l'elettrone... Vabbè: stiamo andiamo nel mistico e l'audiofilo, non dimentichiamolo, ha i piedi per terra.

Link to comment
Share on other sites

FabioSabbatini
Il 22/6/2022 at 23:13, FD_MC ha scritto:

Un vecchissimo Marantz CD-46. Sto seriamente pensando ad un salto di qualità, visto che continuo ad ascoltare prevalentemente CD.

Non ne troverai di meglio (udibilmente intendo) se queste sono le specifiche e se funziona ancora bene:

 

Frequency characteristic20Hz-20kHz�}0.3dB

Dynamic range96dB or more

SN ratio100dB or more

Channel separation 100dB or more (1kHz)

THD0.004%(1kHz)

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

FabioSabbatini
1 ora fa, enzo966 ha scritto:

doppia fenditura

Almeno lì hai una figura di interferenza,  che rispetto alla funzione d'onda della "mens audiophila" è un gioco da ragazzi  arrivare a comprenderla 

 

1 ora fa, enzo966 ha scritto:

si rischia di finire in psichiatria

Per fortuna più spesso ci abbasta il negozio di giocattoli...ex demo de rigoeur...noi si fa solo grandi affari, occasionissime e colpi di fortuna 

Link to comment
Share on other sites

@syn Ho ascoltato il brano,curioso,le voci le percepivo alla mia sinistra,(chiudendo gli occhi e andando ad individuare le voci giravo la testa quasi di 90')decisamente fuori campo rispetto alla classica immagine sonora della stereofonia,comunque anche restando nell'ambito di questa, il brano ha un immagine molto ampia è profonda, verso fine brano c'è qualche parola anche sul lato destro(intorno al minuto 7:42)con la posizione in ugual misura del lato sinistro,almeno questo è quello che ho percepito io,interessante.Grazie dell 'indicazione.

Saluti

Andrea

Link to comment
Share on other sites

Il 21/6/2022 at 22:23, Elettro ha scritto:

Qualcuno . in passato. ci ha provato a renderli maggiormente compatibili nell'ambiente domestico ad esempio R Allison o più recentemente Giussani.

Eh, Bose non la menziona mai nessuno, eh? Solo le Bose nascevano proprio per sfruttare le mancanze degli ambienti. Per mancanze intendo l'impossibilità di avere i diffusori che possano lavorare come in uno studio, ma dato che nessuno o quasi ha la possibilità di trasformare il salotto come tale, Bose ha puntato alla teoria "il mio nemico é mio miglior amico", aggirandolo tramite il loro principio di riflessione, trasformando il materiale e gli oggetti presenti in vantaggi per la propagazione sonora. Basta avere a disposizione lo spazio necessario per il posizionamento e basta. Dopodiché nessun tendone, nessun tappeto o qualsivoglia oggetto che emuli uno studio di registrazione é richiesto. E non è cosa da poco. Va solo preventivata la questione: "Dove le posso mettere?". 

Non é che prima ti compri un Mercedes e poi soltanto dopo ti accorgi che pur chiudendo i retrovisori la macchina non entra in garage...

Solo così le si possono giudicare, e non solo ascoltandole alla carlona come della stragrande maggioranza dei casi capita.

Ed ecco perchè come al solito le Bose non le si apprezzano o si denigrano. Ma é colpa di chi le gestisce, mica delle casse. Ergo, pura ignoranza.

Tra l'altro Allison ha da sempre attinto a questo concetto, e Giussani non é certo un detrattore di Amar Bose, così come in Chario...dal minuto 13...

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

maverick
Il 22/6/2022 at 23:45, FD_MC ha scritto:

Vorrei però chiarire che sono piuttosto soddisfatto: i diffusori spariscono durante l'ascolto e ogni cosa sembra abbastanza al suo posto.

Beh ..sei già ad un ottimo punto, è tutt'altro che facile, quindi vuol dire che l'interazione diffusori-ambiente-distanze fra diffusori-distanze dall'ascoltatore è già più che buona.

 

Il 22/6/2022 at 23:45, FD_MC ha scritto:

Vorrei solo capire se, aumentando di molto la distanza tra le casse, l'effetto sull'ampiezza sarebbe "drammatico

Penso proprio di no

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, dadox ha scritto:

 

Ed ecco perchè come al solito le Bose non le si apprezzano o si denigrano. Ma é colpa di chi le gestisce, mica delle casse. 

Ho avuto modo di assistere a un paio di dimostrazioni nei centri Bose  in alcuni outlet del nord Italia,più  che tutto puntavano su i vari sistemi H.T con conseguente filmato "ad effetto"adatto più a chi ha poca dimestichezza con impianti ad alta fedeltà.

Saluti

Andrea

Link to comment
Share on other sites

Collegatiper
6 ore fa, FabioSabbatini ha scritto:
Il 22/6/2022 at 23:13, FD_MC ha scritto:

Un vecchissimo Marantz CD-46. Sto seriamente pensando ad un salto di qualità, visto che continuo ad ascoltare prevalentemente CD.

Non ne troverai di meglio (udibilmente intendo) se queste sono le specifiche e se funziona ancora bene:

Frequency characteristic20Hz-20kHz�}0.3dB

Dynamic range96dB or more

SN ratio100dB or more

Channel separation 100dB or more (1kHz)

THD0.004%(1kHz)

😂😂😂😂

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, niar67 ha scritto:

Ho avuto modo di assistere a un paio di dimostrazioni nei centri Bose  in alcuni outlet del nord Italia,più  che tutto puntavano su i vari sistemi H.T con conseguente filmato "ad effetto"adatto più a chi ha poca dimestichezza con impianti ad alta fedeltà.

E quindi?

Link to comment
Share on other sites

@dadox Finché si fa vedere filmati dimostrativi H.Tcon effetti a go-go può attirare un certo tipo di clientela ma non quello più specifica per l'alta fedeltà....a proposito di chi gestisce....

Link to comment
Share on other sites

Ma tu con "colpa di chi le gestisce"intendevi chi le acquista o chi le vende?perché forse ho frainteso quello che hai detto.....

Link to comment
Share on other sites

@dadox forse ho frainteso la frase"colpa di chi le gestisce" cosa intendevi con questa cosa?perché ciò che volevo dire io nella mia piccola esperienza se invece di vendere impianti hi-fi vendevano lavatrici era la stessa cosa...nel senso che competenza 0.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...