Jump to content

Ampiezza della scena


FD_MC
 Share

Recommended Posts

@FD_MC Direi che l’ampiezza della scena musicale è determinata da i seguenti fattori (in ordine di importanza):

- registrazione 

- diffusori e loro collocazione

- ambiente

- poi, tutto il resto … cavi compresi. 😉
 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Collegatiper
20 ore fa, FD_MC ha scritto:

Se però volessi “allargare” un po’ la scena, non potendo traslocare l’impianto in una stanza più grande, si potrebbe fare qualcos'altro?

Azzerare il toe in. 
Provare a diffondere invece che assorbire le prime riflessioni laterali.

Usare elettroniche a monte migliori (triodi su segnale e potenza e zero feedback in primis).

Usare sorgenti migliori (bobine o giradischi in primis).

Link to comment
Share on other sites

jerry.gb
17 minuti fa, Collegatiper ha scritto:

Azzerare il toe in.

Si è vero, se il tuo ambiente ti viene incontro, mi ricordo quando avevo le Thiel CS 1.6, il manuale diceva di tenerle parallele ma…diceva anche che se non si riusciva ad ottenere un fronte sonoro omogeneo di puntarle verso l’ascoltatore, ho sempre dovuto effettuare un toe in verso il punto d’ascolto altrimenti l’immagine non era coerente, si deve trovare un compromesso sempre, allego pagina istruttiva:

https://www.manualslib.com/manual/327991/Thiel-Coherent-Source-Cs1-6.html?page=2#manual

Link to comment
Share on other sites

Elettro

Tutto ciò che è scritto sui manuali è riferito a 'condizione ambientale ottimale', che ne sanno i costruttori dove saranno collocati i diffusori... Qualcuno . in passato. ci ha provato a renderli maggiormente compatibili nell'ambiente domestico ad esempio R Allison o più recentemente Giussani. Al contrario, le splendide Thiel,, non hanno avuto  come obiettivo l'approssimazione come posizionamento in ambiente.

Link to comment
Share on other sites

jerry.gb
5 minuti fa, Elettro ha scritto:

Tutto ciò che è scritto sui manuali è riferito a 'condizione ambientale ottimale

L’esempio di Thiel postato qui sopra è interessante perché da dei consigli in via generale e mette in evidenza che è necessario sperimentare in relazione a come risponde l’ambiente.

Link to comment
Share on other sites

Elettro

Le Thiel, come pure tanti altri diffusori, obbligano ad un certo posizionamento, ne fanno condizione essenziale. Personalmente ne ho avute due coppie, le 2.4se e le 1.7.  Il toe è solo una parte, prima viene la distanza dalle pareti posteriori e da quelle adiacenti. Proprio per la perfetta armonia della scena sonora di cui sono egregiamente capaci di ricreare (ad un livello di un diffusore planare).

Link to comment
Share on other sites

 

Grazie a tutti per le osservazioni ed i consigli.
Immaginavo che la cosa non fosse così semplice e che non esistessero formule magiche…

Avevo già notato anch’io come la registrazione influenzi moltissimo la scena: ma su questo fattore direi che si può fare poco.

Ho un integrato a valvole Jadis I-35, della cui musicalità sono molto soddisfatto. Quindi per ora non lo cambierei.
Invece, come mi è stato suggerito, passerò presto dall’attuale lettore CD (di fascia commerciale) a qualcosa di più “serio”.

Poi metterò senz’altro in pratica i vari suggerimenti (angolazione, distanza del punto di ascolto, etc.) anche se, purtroppo, la situazione della mia stanza mi lascia poco spazio di manovra.
 

 

15 ore fa, il Marietto ha scritto:

da dove hai ricavato la distanza tra i diffusori ? considerando che sono larghe oltre 40cm la differenza può esser sostanziale . 

La distanza è quella esatta da centro a centro dei woofer. In effetti, il manuale consiglia una distanza compresa tra 1,80 e 4,60 m senza però specificare da dove vada misurata.

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, FabioSabbatini ha scritto:

se tu volessi allargarla senza agire ulteriormente su questi parametri in quanto già sfruttati al massimo è comunque molto facile, si può fare con opportuni plugin 

Puoi darmi qualche dettaglio in più?

Link to comment
Share on other sites

16 ore fa, GasVanTar ha scritto:

A che distanza ti siedi dai diffusori? Giocando con l'angolazione di questi ultimi rispetto al punto di ascolto potresti ricavare qualche grado di ampiezza, per iniziare partirei dal quasi paralleli.

PIù o meno 3 metri, con i diffusori paralleli. E' la distanza massima a cui posso stare. Proverò a variare l'angolazione.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, one4seven ha scritto:

Praticamente secondo qualcuno deve proprio cambiare impianto 🤣

Spero proprio di no... 😉

Magari, cambio casa 🙂

Link to comment
Share on other sites

one4seven

@FD_MC Se sei vincolato con la disposizione dei diffusori, in particolare la distanza tra di loro, non sono molte le cose che puoi fare. Qualche piccolo intervento lo puoi sempre tentare, mal che vada rimetti come stava.

Potresti anche provare, al contrario, un toe in più "aggressivo", di modo da chiudere il triangolo (non più equilatero) davanti il punto di ascolto, e vedere come risponde l'ambiente.

 

Link to comment
Share on other sites

ti consiglio di armarti di molta pazienza, spesso bastano pochi movimenti dei diffusori per trovare giovamento in questo senso..

molti diffusori nonostante ben suonanti e tutto, non restituiranno mai quel microdettaglio, e ti ritroverai semp're con una scena scarna...

ti metto un link ad un pezzo di rogers waters, con alcuni diffusori la voce che senti all inizio la sento provenire da fuori la stanza,la prima volta che ho sentito questo pezzo mi sn spaventato...con altri diffusori hai voglia a posizionare quell effetto non lo ricavi...fai una prova...

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, FD_MC ha scritto:

, come mi è stato suggerito, passerò presto dall’attuale lettore CD (di fascia commerciale) a qualcosa di più “serio”.

 

Che lettore possiedi attualmente?

Saluti 

Andrea

Link to comment
Share on other sites

GasVanTar
7 ore fa, FD_MC ha scritto:

E' la distanza massima a cui posso stare

Secondo me potresti anche ridurla, avvicinandoti così all'ideale teorico del triangolo equilatero, magari gradualmente perché non ho idea di come reagiscano le trombe Klipsch agli ascolti nearfield...

Link to comment
Share on other sites

@jerry.gb Io le tengo parallele,sono a poco più di 2 metri,se diminuisco il toe quel tweeter a volumi sostenuti può dare qualche fastidio

Link to comment
Share on other sites

jerry.gb
17 minuti fa, jimbo ha scritto:

Io le tengo parallele,sono a poco più di 2 metri,se diminuisco il toe quel tweeter a volumi sostenuti può dare qualche fastidio

Infatti direi che ha senso, anch’io avrei preferito tenerle parallele ma poiché, nel mio ambiente, ero costretto ad una distanza (tra il centro dei due diffusori) di oltre i 2 metri e mezzo, si creava un leggero buco al centro che compensai orientando leggermente i diffusori verso il punto d’ascolto.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...