Jump to content

Audio Research, i migliori preamplificatori del brand


Recommended Posts

SP 10 senz'altro, poi i Reference fino al 3.

In relazione al prezzo SP8 e LS5.

Sulla produzione più recente (diciamo gli ultimi 20 anni) manifesto alcune perplessità personali.

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

La vecchia produzione, fino al Ref1.

Poi la scelta di passare alle valvole 6h30, che ha completamente snaturato l'anima della Arc di Bill Johnson.

Tra tutti sul podio ci metto Ref1, Sp10 e Ls22

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Anche in questo caso esisteva un vecchio, chilometrico topic intitolato mi sembra "Classifica all time preamplificatori ARC" o qcosa di simile, ed il risultato del contest era molto simile alla classifica di senna.

 

Di quelli nominati da senna io conosco bene però solo l'LS25mk1 e l'LS22, ed è già difficile designare il migliore tra i due.

 

Ma mi stupisco un poco della presenza del Reference 3 che già monta le 6H30P e quindi dovrebbe far parte del "nuovo corso" ARC, possibile che il Ref 5, il 5SE, il 6 ed il 6SE, per non parlare di LS26, LS27 e GSpre, siano tutti peggiori?

 

Sana curiosità da ignorante...

 

Mario

Link to post
Share on other sites

Ti posso dire i pre che hanno segnato le tappe decisive del brand, oltre al primo Sp-3A per ragioni storiche.

Innanzitutto SP-6 nelle sue varie derivazioni, aveva un ottimo ingresso fono MM e una bella voce e contribuì a far conoscere il marchio tra gli appassionati esigenti in un periodo in cui la diatriba valvole vs. transistor occupava le discussioni tra appassionati.

Poi SP10, trionfo del lavoro di Bill Johnson soprattutto nell'alimentazione a tubi. L'sp10 è una delle elettroniche più significative della storia dell'audio; segna la nascita del concetto di high-end, di over-engeenering nei suoi grossi due telai, per la complicazione circuitale e per il balzo nei prezzi che la letteratura di settore cavalcò senza ritegno, a partire dall'indimenticabile Harry Pearson e a Peter Montcrieff di IAR; credo fosse proprio a proposito del SP10 che avesse concluso la recensione con "sell the Mercedes" (and buy the SP10).

Ancora si dovrebbe dare una menzione d'onore all'ultimo dei pre con le 6922 tanto care a Johnson, quindi il Ref2.

Personalmente invece vorrei citare il primo pre che ha introdotto le 6H30 dando una svolta che ha scombinato le carte e lasciato un dibattito potente tra gli appassionati, quindi il Ref3.

Sul concetto di "migliore" in senso assoluto ovviamente non mi pronuncio, troppo difficile.

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

A partire dal ref 3 il suono diventa moderno e perde quel po’ di eufonicita’ ,ma sopratutto diventano più silenziosi.

Migliorando in dinamica e contrasto.

Ho avuto il pre SP 17 ,il ref 1 mk2 e ora il ref 5SE.sentito a casa di amici il ref 6 e ref 6SE direi che ad ogni passo corrisponde un miglioramento ( anche se siamo già al top )

Link to post
Share on other sites

Vero,sul rodaggio come tutti i pre reference.

Pero’ prova un ref del nuovo corso,dal 5SE in poi e sentirai un po’ di differenza.

il ref 5 è stata una macchina di passaggio.

Link to post
Share on other sites
27 minuti fa, Umby1 ha scritto:

il ref 5 è stata una macchina di passaggio

Vero, i poveri clienti come me hanno avuto la funzione di beta-tester: ho conosciuto altri due possessori con i medesimi problemi, poi risolti con il Ref 5 SE.
La preferenza degli utenti Arc va sempre ai pre equipaggiati con le 6922, a loro dire più musicali ed anche più "valvolari".
Ho avuto il predetto Ref 5 ed anche il 40th Anniversary, non rimpiango né l'uno né l'altro.

Link to post
Share on other sites

Io ho da parecchi anni un LS22 e un LS2B.

Il primo e' l'ammiraglia senza dubbio, quello che ha domato la scimmia. A volte mi vien voglia di cambiarlo, ma solo per un LS25 con le 6922, ma poi mi convinco che non ne valga la pena. Gia' il mio LS22 mi da tanto e ha un equilibrio fra calore e rigore che per me e' magico. questo equilibrio secondo me un po' si spezza con l'avvento delle 6H30 e questa convinzione mi dissuade dal cercare un sostituto per il LS22.

Voglio pero' anche spezzare una lancia per il LS2, che senza dubbio si deve inchinare di fronte a tutti quelli citati finora, ma secondo me ha un altissimo rapporto qualita'/prezzo. il LS2 e' la mia prima e convinta raccomandazione a chi mi chiede di un pre attorno ai 1000 EUR.

Link to post
Share on other sites

Io ho da dicembre un Ref 3 LE, per cui sono un novizio con AR, anche se ne ho sentiti parecchi, alcuni di serie molto vecchie, però mi ha fatto mettere in vendita il mio Spectral 30 SS Serie 2 che pure è un gran pre.

Trovo che si abbini alla perfezione con il finale Spectral 260, dando maggior corpo, più armoniche, scena molto più ampia e grandissima musicalità, insomma una vera rivelazione per me.

Link to post
Share on other sites

Mi sembra di aver capito che non ci sia in questo caso, come del resto in molti altri casi, soprattutto in questo campo,  una verità assoluta. Molti sostengono che   i veri preamplificatori di Arc siano quelli vecchi, quelli   dal suono più caldo e valvolare. Altri invece sostengono che dal Ref 3 in avanti , dunque con le nuove valvole, ci sia stato il passo verso un miglioramento netto e  ben definito. Chi ha ragione dunque? Sinceramente penso entrambi le correnti. Chi vuole un suono più caldo, più intimistico e  valvolare guarderà al vecchio corso. Chi invece guarda a un suono più dettagliato , preciso,  e cristallino,  guarderà al nuovo corso. Importante è capire ciò che stiamo cercando  e riuscire a trovare il suono che più ci aggrada.In entrambi i casi penso che  stiamo parlando  di grandi apparecchi che daranno grandi soddisfazioni ai fortunati possessori.  Grazie

gianni  

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
51 minuti fa, hypercell ha scritto:

insomma una vera rivelazione per me.

 

Io ho da Luglio un Ref 3 ( non Le) con i mono Spectral Dma360s2  .... una rivelazione .... non solo per te!  😎 e condivido quanto detto da Hypercell aggiungendo che il connubio Arc / Spectral dona alla musica quel tocco di magica musicalità che purtroppo Pre e finale Spectral , a mio parere, ispesso in certe combinazioni non hanno

  • Melius 1
Link to post
Share on other sites
43 minuti fa, hypercell ha scritto:

Io ho da dicembre un Ref 3 LE

Perbacco, siamo già in due!😂

Ma come...su ARCDB ho letto che ce ne dovrebbero essere in giro  max “two dozen” (presumo in tutto il mondo), e già 2 sono in Italia!

complimenti per il pre!😉😊

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, codex ha scritto:

anche il 40th Anniversary, non rimpiango né l'uno né l'altro.

questo non me lo sarei mai aspettato, da una macchina cosi, che dovrebbe essere la summa dell esperienza e del bagaglio tecnico A.R.  accumulata fino a quel punto

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.