Jump to content

Denon DL-103 e trasformatori Sowter 9580


joe845

16,156 views

 Share

 

Cari amici non vi preoccupate, non voglio farvi perder tempo con l'ennesima prova della Denon DL-103. Di questa ottima testina infatti è già stato detto di tutto e di più e, a mio parere, a ragion veduta. Io sono infatti, lo dico da subito, un grande fan della 103 ritenendola un oggetto con un rapporto qualità prezzo difficilmente superabile.

1511283353_DenonDL103.jpg.68f14f8f14cbc662af4e5f2d34270c99.jpg

 

Denon DL-103
Solo per completezza quindi, riporterò le caratteristiche a mio avviso salienti della 103; passione, temperamento, entusiasmo, questo è ciò che la 103 esprime una volta calata nel solco. Non è distaccata o neutra, no, la 103, quando canta, ci mette di suo e lo fa con convinzione. Vi fa scordare di "misurarne" i soliti parametri "audiofili" perché ciò che vi propone è molto di più, è "Musica".

Insomma, se non si fosse capito, secondo me è un bellissimo oggetto, che ogni audiofilo degno di questo nome dovrebbe almeno una volta ascoltare, se non altro per rispetto ad un prodotto che sta sulla cresta dell'onda da 40 anni e passa e non accenna a sentir stanchezza.

Come tutte le rose però anche la 103 ha le sue spine che si concretizzano sostanzialmente in due "controindicazioni": la prima è la bassissima cedevolezza (5Cu), per la quale ben poco si può fare se non accoppiare la nostra ad un braccio di massa medio alta o alta che la riesca a gestire. C'è da dire però che secondo me si esagera un po' sotto questo aspetto, io la 103 ce l'ho montata su un Rega 250 modificato OL e devo dire che mi soddisfa, e il Rega è da sempre considerato un braccio medio. Insomma, come sempre bisogna prima ascoltare e poi giudicare. Il secondo problema è quello comune a tutte le testine MC e cioè la bassa uscita (in questo caso 0,3 mV), che costringe a pre phono costosi o all'utilizzo di pre pre anch'essi non certo economici.

Una soluzione secondo me validissima è il componente oggetto di questa prova e cioè il trasformatore Sowter 9580.

 

Sowter 9580

sowter.jpg.0dc94d198546828c0ea80763c278a346.jpgFacciamo un po' di chiarezza, la Sowter è un'azienda inglese che produce trasformatori di ogni tipo spaziando da quelli di alimentazione ad, appunto, gli elevatori di segnale per testine MC. La gamma è veramente molto ampia e Brian Sowter, il titolare, è una persona gentile e disponibile che ha sempre risposto velocemente e in modo esaustivo alle mie domande.

Un giorno girovagando per il suo sito web www.sowter.co.uk mi sono imbattuto in questo modello, il 9580 appunto, espressamente, secondo Brian, sviluppato per la 103 che, ricordiamo, in virtu' della sua impedenza d'uscita relativamente alta gradisce carichi più alti del normale (per una testina MC). 

Qualche e-mail di informazioni e decido di prenderli, dopo neanche due settimane i due trafini sono a casa mia.

Sono proprio piccolini, non c'è che dire, non so se le foto fanno intendere le loro dimensioni reali, comunque sia sono poco più grossi di un bottone e alti circa 2 cm. Quello che serve in più è: un contenitore, pin jack d'ingresso e d'uscita, un morsetto per la massa, qualche utensile e un po' di tempo libero.

Nelle foto vedete la mia realizzazione, devo dire che normalmente riesco a far cose migliori ma in questo caso avevo fretta e quindi non sono stato molto attento. Per l'uscita ho preferito usare uno spezzone di cavo piuttosto che altri due jack perché così ho evitato un'altra interruzione di contatto sul segnale, ma nulla vieta di fare diversamente da me. Il cavo, ovviamente, è un cavo moooolto esoterico dello stratosferico costo di circa 2,5 Euro al metro.

Se vi state chiedendo perché abbia utilizzato un contenitore così grande e state ipotizzando che l'abbia fatto per avere più "aria" tra gli strumenti mi dispiace deludervi ma la soluzione è molto più semplice, non ne avevo altri…:-)


L'ascolto

Finisco lo scatolotto, lo inserisco tra pre e cavo phono, sostituisco la Grado Gold con la 103sowter_1.jpg.db031cc67205e6c7b2002d3774eabaa5.jpg e vado, primo disco.
La prima parola che mi viene in mente è energia, non penso ci sia termine migliore per descrivere la performance del trio. La 103 si esprime con vigore e potenza disegnando un paesaggio a tinte forti e i piccoli trasformatori la assecondano, sembrando creati quasi dalla stessa mano.

E' un suono entusiasta ed entusiasmante, che vi prende e vi trascina dentro la musica invece che farvi assistere dal di fuori, facendovi scordare del resto. Tutto viene reso più vivo e vibrante, sanguigno, con una dinamica ben estesa.

Ma non pensiate che per far ciò si lasci perdere il dettaglio, tutt'altro, quest'ultimo è sempre in evidenza e ben trattato, specie in gamma media, bellissima anche sotto questo aspetto.

Gli estremi gamma sono forse leggermente indietro rispetto al resto, e un pelino meno belli, ma è un peccato veniale che ben si perdona ad un oggetto che vale molto più di quel che costa.

Ho fatto anche una prova (purtroppo ne ho fatto una sola) con la 103 collegata a un pre tutto "elettronico", cioè con ingresso MC; e se da un lato questa soluzione ha un suono ancor più dinamico, dall'altra, con alcuni dischi, forse è anche troppo aggressivo e, specie sulle voci, i due trasformatorini si fanno preferire fornendo una prestazione più dolce e quindi più godibile. Dal punto di vista del rapporto segnale rumore poi non c'è storia, la soluzione con i trafo vince a mani basse sia sull'ingresso MC puro sia sulla Grado collegata direttamente all'ingresso MM del mio pre phono.

 

Conclusioni

sowter_2.jpg.b7f247ad8e293f8f931df2cd38bcb48f.jpgI due trasformatori Sowter 9580 costano, una volta arrivati a casa vostra, circa 150 Euro, suppergiù lo stesso la 103. Con qualche ora di lavoro voi avrete un'accoppiata che, ripeto, secondo me è entusiasmante e che vale molto ma molto di più di quel che costa.

La sinergia tra la 103 e i due 9580 poi è lampante, fornendo un risultato globale ben al di sopra della semplice somma delle qualità dei singoli.

Consigliatissimi.

 

di Giovanni Aste

  • Melius 3
  • Thanks 1
 Share

20 Comments


Recommended Comments

andpi65

Posted

Concordo su molto detto, un pò meno  sul comprare due trasformatori a 150 euro + annessi e connessi (cavi, connettori, chase  ecc e, non ultimo,   sbattimento per trovare ed assemblare il tutto )  quando con un 100 euro in più aggiunti alla sola spesa dei trasformatori posso prendere uno step up della casa, già bello e finito e  tarato sulla 103...ohh, chiamala pigrizia 😉

Link to comment
nixie

Posted

2 ore fa, andpi65 ha scritto:

sbattimento per trovare ed assemblare il tutto

Lo sbattimento è per molti(o almeno per me) un passatempo,un pensare(che a una certa età fa più che bene) come realizzare, assemblere,la manualità che tieni sempre in esercizio.Dovessi quantificare lo sbattimento per realizzare lo stet-up della mia DL103,cioè disegnare la PCB per alloggiare i trafo e i vari collegamenti,realizzare il case da un pezzo di alluminio pieno,lavorare per ore alla fresa e al tornio ci avrei acquistato non uno ma almeno tre di quelli della casa,ma vuoi  mettere la soddisfazione di vedere il tutto funzionante(e anche bene)e realizzato come lo avevi pensato,per il resto c è Mastercard.

  • Melius 2
Link to comment
telemann

Posted

Sono interessato: quale stet-up Denon consigli?

Poi va attaccato all'ingresso MM ampli?

Link to comment
andpi65

Posted

@sxdx66 Si.  Il 320 si trova  .. ce n'era uno in vendita anche sul mercatino del forum.

 

Link to comment

Per quel poco delle mie conoscenze posso confermare quanto detto all'apertura del post sulle consederazioni e caratterisctiche della 103. La ho sentita su un technics 1200 con un pre attivo Rotel Phono RHQ10 e i risultati sono stati stupefacenti

Ben venga comunque la possibilità di usare degli step alternativi con soddisfazione

Link to comment
Mxcolombo

Posted

@andpi65 l’articolo risale a parecchi anni fa (credo una ventina). A quei tempi l’offerta era decisamente limitata. A suo tempo, non trovando altro, mi sono cimentato nell’acquisto. Il risultato ottenuto è stato decisamente superiore a quanto raggiunto con il phono mc entry level che avevo. Li ho tenuti e usati regolarmente fino al 2015, poi saltuariamente fino allo scorso ottobre. Leggermente inferiori all’AU320 ma decisamente buoni.

Link to comment
andpi65

Posted

@Mxcolombo Non volevo esser polemico.  Se uno capisce di elettronica ( e non è il mio caso) fà bene  a far da sè.

 Che la 103 suoni  meglio con uno step up rispetto ad un ingresso MC non ho dubbi.

Link to comment
nixie

Posted

1 ora fa, andpi65 ha scritto:

Che la 103 suoni  meglio con uno step up rispetto ad un ingresso MC non ho dubbi.

Il che può essere anche non vero,ho realizzato lo stet up anche un poco per divertimento,ho un clone dello Xono di Pass dove è possibile settare fino a otto resistenze di ingresso e quattro step di attenuazione e ti dico IMHO che suona bene anche con quello.Due suoni leggermente diversi, ma sempre IMHO ,buoni entrambi.Secondo te mi sono divertito o no

1.jpg

2.jpg

3.jpg

4.jpg

5.jpg

6.jpg

  • Melius 2
Link to comment
andpi65

Posted

1 ora fa, nixie ha scritto:

Il che può essere anche non vero,

Boh ,  da quello che ho sperimentato io con la 103 uno step up, meglio se della casa,  è la morte sua...poi tutto può essere se l'abbinamento è particolarmente fortunato.

Link to comment
Mxcolombo

Posted

@andpi65 non ho riscontrato toni polemici nel tuo intervento. Mi sono collegato a quanto hai scritto per raccontare la mia esperienza. Aggiungo anche che la costruzione è stata semplicissima e se ci sono riuscito io che al saldatore do del “voi” c’è la può fare chiunque.

Link to comment
Mxcolombo

Posted

@nixie decisamente interessante lo step up che hai assemblato. Dove ai trovato la basetta su cui hai montato i trasformatori? È un kit o hai preso i componenti, box incluso e hai assemblato il tutto?

Grazie, Massimiliano

Link to comment
nixie

Posted

@Mxcolombo La basetta l ho disegnata io poi mandata a fare in Cina che con 2€ e 4€ di spedizione(ci vuole qualche giorno)te ne fanno 5,prima me le facevo da me,ho il bromografo,ma non vengono come quelle fatte da loro perchè manca il solder e le serigrafie e sono a doppia faccia cosa un poco complicata farsele da solo.Il box è ricavato da un pezzo di alluminio pieno lavorato alla fresa.A parte i trasformatori e gli ingressi RCA è tutto fatto in casa anche l attacco per la massa.

Link to comment
Mxcolombo

Posted

1 ora fa, nixie ha scritto:

per me è un passatempo e un divertimento.

Immagino. Avendone le capacità si riesce a realizzare ottimi dispositivi che spesse volte non esistono in commercio. Da anni sogno di realizzare uno step up 1:20 con 1 selettore per 5 ingressi e 1 uscita ma mi manca la manualità necessaria. Rimarrà un desiderio....

Link to comment
skillatohifi

Posted

@nixie questo trafo che vedo dalle foto dove l hai preso.. ??  Grazie. 

Link to comment

Buonasera a tutti. Ieri sera il mio amico Stefano mi ha portato la sua 103 (versione base) e abbiamo provato a collegarla al mio pre MF MVT. Montaggio immediato sul gira visto che lui la ha montata su di un technics 1200 limited...e il mio giradischi è quasi lo stesso (1210mk2)!

Regolazione vta, peso e via alla sessione.

Cito alcuni dischi, Rebecca Pidgeon (Cesky), Jazz At the Pawnshop, Knud Jorgensen jazz trio (Opus 3), Lars Estrand, Paolo Conte e alcuni di Fonè.

Il confronto è stato fatto con l'altra mia prima testina, una mm AT740VML.

Devo dire che il tempo era tiranno e quel poco è stato condito da una bella bottiglia di Prosecco.

Venendo al dunque la prima nota positiva è che con il mio pre, nel mio contesto, non ci sono stati problemi nè di guadagno nè di rumore, anzi la rotazione della manopola del volume a parità di pressione sonora era minore rispetto a quella della 740.

La 103 ha mostrato subito il carattere che mi aspettavo, molto corposa, medio basso e basso belli presenti, una bella scena e anche ottimo livello di dettaglio e difinizione.

Dimensione degli strumenti e voci corrette, velocità ottima, idem dinamica e pulizia

Messa al confronto con la 740 questa ha mostrato un suono più controllato, specie in basso, all'apparenza forse un poco meno esteso e meno colorato, diciamo molto precisa senza nessuna sbavatura. Non che la 103 fosse sbavata o imprecisa, però la at lo era di più. Tutto sommato la 103 ti fa 'battere il piede' a tempo di musica, bella, piena e possente.....forse un filo lungo il basso....sarà il pre?

Comunque nell'insieme prestazione di ottimo livello

Cri

20210519_211752.jpg

Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...