Jump to content

Dell'MT10, del vinile, del digitale e sul futuro della riproduzione musicale domestica.


vignotra
 Share

Recommended Posts

3 ore fa, redfox ha scritto:

una mia discussione durata quasi 10 anni....

Dispiace moltissimo anche a me, ed è la prima cosa a cui ho pensato quando ho realizzato ciò che era accaduto.

Io partecipai fin dall’inizio alla tua discussione. Non avevo compreso tante cose prima, e soprattutto pensavo che una “mela” fosse una “mela”... ma così non era e non è. Sai però Daniele, porto sempre con me ogni “momento” di quella mitica, lunghissima  e insuperabile discussione, e quando posso, trasferisco ciò che ho compreso ai miei amici appassionati di buona musica.

Un caro saluto

Roberto 

 

 

Link to comment
Share on other sites

giannisegala

@zagor333 Ciao Roby, dunque  l'argomento era questo quello che aprì l'amico  Daniele 10 anni fa, giusto?  A proposito, non cambia molto  ma  ho notato che  sia a me che a te hanno tolto un migliaio di post. probabilmente hanno ripescato  nel sito   sino a quel  punto.   Ciao , a presto.

gianni

Link to comment
Share on other sites

@giannisegalaBuondì carissimo Gianni, la discussione che ricordavamo era della sezione musica, questa: “SHM CD, SACD & altro: il digitale per la grande musica. Ascolti e recensioni”. Bei tempi, è andato disperso un patrimonio, e meno male che c’è ancora il supporto fisico: le nostre “teste, cervelli e cuori”.

Tornando IT, questa mattina mi sono dato il buongiorno con questo bellissimo album, quello che preferisco del Phil solista, magistralmente rimasterizzato dal mago Steve Hoffman per Audio Fidelity su supporto CD Gold. Resa audio da 10 con lode of course (come cantano le “scatolette”).

😊

Sperando che anche per voi sia un buongiorno, buonissima musica a tutti

 

8D68A8E6-550D-4649-9B31-0C2DE05B5BCA.jpeg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

E a seguire mi sono regalato un altro ascolto, è sabato, e finalmente si riparte con la buona musica, 10 pezzoni di Stevie Wonder.

Etichetta sempre Audio Fidelity, sempre su supporto CD Gold, cambia però il mago del remaster, questa volta è Kevin Gray.

Qualità audio sempre da 10 con lode.

Buonissima musica

29189584-4175-49EE-BA44-A46F69857629.jpeg

Link to comment
Share on other sites

 

Buona domenica a tutti,

volevo condividere le emozioni che trasmette questo bellissimo disco.

Basterebbe la sola Malinye per definirlo un “Must have” , ottima registrazione su vinile ecm.

Di Malinye consiglio anche una bellissima interpretazione di Jan Garbarek nel doppio cd Rites.

 

 

Rocco

image.jpeg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@zagor333 figurati Roberto.
Spero sia di tuo gradimento ( io ho solo il 2) ma di Don Cherry ne ho diversi altri.

Anche la versione di Jan Garbarek vale un ascolto, meno etnica, più “lineare”,  comunque tutto il doppio cd Rites merita un ascolto, ci sono alcuni brani di assoluto godimento (The Moon Over Mtatsminda, We Are the Stars per citare i primi che mi vengono in mente...)

Buoni ascolti.

 

 

Rocco

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Oggi ho chiuso riascoltando la pietra miliare dei 10cc, album stratosferico, con il pezzone iniziale, “Une Nuit a Paris”, di circa 8 minuti, che ho sempre pensato abbia ispirato i Queen quando crearono uno dei loro tanti capolavori: “Bohemian Rhapsody”. Poi l’album contiene anche quel grande super pezzone “I’m Not in Love”, che già da solo ne giustificherebbe  l’acquisto.
Questa edizione è su supporto Platinum SHM CD, con trasferimento flat dai nastri analogici originali, resa audio semplicemente strepitosa (e le “scatolette” hanno continuato a cantare dirette magistralmente dall’extraterrestre). 
Buonissimi ascolti e notte

Roberto 

3D9B3A5B-6FF0-41FE-98A5-C1A90E25D109.jpeg

Link to comment
Share on other sites

Consegna anticipata del tris d’assi, non ho resistito, e così attrezzato della mia fida cuffia Grado modificata by Spirit Labs, ho inserito nel lettore il dischetto argentato Codona 2, e con curiosità ho iniziato l’ascolto del primo brano... per poi proseguire fino alla fine... che dire, album bellissimo, con sonorità etniche che ricordano senza dubbio alcuno la grande terra d’Africa, con tutte le sue sfumature, ma ascoltando con attenzione si possono cogliere anche sonorità delle due Americhe, europee e asiatiche, insomma, un’affascinante tavolozza di colori, che vi farà fare un viaggio a 360 gradi nel mondo della musica.

Nei prossimi giorni ascolterò anche gli altri due CD della trilogia di questo gruppo Jazz, il cui nome deriva dalla sillaba iniziale del nome dei tre artisti.

La qualità audio è eccellente, come da mia aspettativa.

Un grazie ancora a @RoGer1 per la segnalazione, non conoscevo questo gruppo.

Buonissimi ascolti

Roberto

27292414-E459-4745-931D-491E0CAC476E.jpeg

Link to comment
Share on other sites

@vignotra la penso esattamente come te,  solo che nella sezione audio ci sono molti che sostengono che basta un node 2 e un file hd per superare un cd suonato dai nostri amati Mcd, mah!🤔

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

@aldofive in r.a. ci sono troppe posizioni talebaniche ed assolutiste. Personalmente, prima di prendere una posizione, faccio tutte le prove del caso e comunque non scarto mai l'opinione degli altri. 

Link to comment
Share on other sites

39 minuti fa, aldofive ha scritto:

solo che nella sezione audio ci sono molti che sostengono che basta un node 2 e un file hd per superare un cd

Nessuna novità, basta ricordare che ciascuno è libero di ascoltare con le proprie orecchie e di scegliere di conseguenza.
Oggi vorrei segnalare un recente sacd OMR, dedicato alla musica dei Beatles suonata dai Vanilla Fudge, gruppo che a tanti non dirà molto, ma che negli anni 60 ha impostato delle sonorità che sarebbero state in seguito riprese da molti gruppi più famosi.

Masterizzazione di Rob LoVerde, una garanzia.

OMR Vanilla Fudge.jpg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
41 minuti fa, aldofive ha scritto:

alla fine però bisogna fidarsi delle proprie orecchie

esattamente quello che ho scritto. L'importante è, quando si scrive, anteporre il "per me".

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

Appena arrivato dal Giappone e caricato nell’ MCD 1100. Ringrazio l’amico Gianluca @Nautilus665per la segnalazione. Oltre che essere un bel disco dal punto di vista artistico questo sacd registrato in DSD è assolutamente fantastico. Ammetto la mia ignoranza nel non aver mai ascoltato prima Chie Ayado

52B063D1-6B4F-4034-924C-E55C124C8AB0.jpeg

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

@Ricky81 fatto anche quello. Suono leggermente meno arioso rispetto al combo Mct 500 D1100 ma più materico. Questo album per il momento ha battuto tutti i miei record di ascolti per singolo disco, ben 5 volte.

Link to comment
Share on other sites

18 ore fa, vignotra ha scritto:

Oltre che essere un bel disco dal punto di vista artistico questo sacd registrato in DSD è assolutamente fantastico.

veramente l'avevo consigliato io, prima del disastro, ma fa niente 😉

L'importante è che si raccolgano queste segnalazioni molto utili e formative per esprimere al meglio i nostri giocattoli.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...