Jump to content

Alta efficienza, cerchiamo di conoscerla meglio


senna
 Share

Recommended Posts

silvanik
12 ore fa, senna ha scritto:

Sarebbe bello se si potesse stabilire un fine settimana di settembre, x incontrarci li per ascoltare questi sistemi, conoscerci al di fuori della tastiera e magari andare poi la sera tutti a cenare…. Se qualcuno fosse interessato ci organiziamo…

Bellissima iniziativa, bravo, io ci sto. Dopo buoni ascolti una piacevole serata insieme come dici,  sarebbe una cosa graditissima, facciamolo!

Link to comment
Share on other sites

antonio_caponetto

Grazie per l'interessante post e per i video.

Personalmente, non ho mai approfondito con ascolti attenti l'alta efficienza, ma quando mi è capitato di ascoltare diffusori di questo genere non mi sono mai piaciuti. Trovo un modo di porgere la musica troppo spinto, mi hanno dato una sensazione di artificiosità. Preferisco un suono più equilibrato, infatti nelle mie scelte la cosa decisiva è la riproduzione delle medie, più che altre parti dello spettro.

C'è anche un aspetto estetico per me: i diffusori a tromba mi "disturbano" proprio esteticamente, mi pare una forzatura mettersi in casa robe del genere, se non hai un locale dedicato. Anche quelli mostrati nel video, mi paiono difficili da inserire in un ambiente dove si vive tutti i giorni.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Fazer802

@antonio_caponetto vero!  Esteticamente molto difficili da inserire in un ambiente domestico. 

A me piacerebbe ascoltare le Avantgarde e le Acapella, che hanno pure un impatto visivo intrigante

Link to comment
Share on other sites

Collegatiper

Secondo me ogni caricamento ha pregi e difetti.

Una cosa “bella” dell’efficienza è che consente di ascoltare anche con triodi single ended, se non si necessitano enormi pressioni in casa.

 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, silvanik ha scritto:

sarebbe una cosa graditissima, facciamolo!

Troviamo un modo per raccogliere le adesioni e decidiamo un periodo, magari fine settembre…sarebbe bello

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, antonio_caponetto ha scritto:

infatti nelle mie scelte la cosa decisiva è la riproduzione delle medie, più che altre parti dello spettro.

C'è anche un aspetto estetico per me: i diffusori a tromba mi "disturbano" proprio esteticamente, mi pare una forzatura mettersi in casa robe del genere, se non hai un locale dedicato.

Dalla mia esperienza e per i miei gusti, uno dei punti di forza dei buoni sistemi a tromba è propio la trasparenza e velocità della gamma media, vicina a quella dei diffusori elettrostatici….  Per l’impatto estetico e le dimensioni, effettivamente necessitano di un ambiente dedicato…. Magari vai ad ascoltare le Mostro per farti un idea di come va un buon sistema 

Link to comment
Share on other sites

antonio_caponetto

Ho ascoltato - ma sempre in occasione di mostre - delle Avantgarde e delle Acapella. Per come le ho sentite io, non mi hanno impressionato, proprio in termini di trasparenza.  Impatto e coinvolgimento, sì, trasparenza no. 

Queste Mostro, nel video sembrano suonare assai bene. Però è un sistema un po' "estremo" (come dice la parola stessa 🙂poco "domestico".

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

agli albori della hifi c'era il mono, le amplificazoni erano valvolari di piccola potenza  diffusori home di levello erano derivati da quell pro nati pr i concerti live, per i teatri, i marchi noti erano altec, jbl, ev, klipsch, tannoy. l'introduzione dello stereo ha obbligato a contenere le dimensioni, un frigo in salotto ci puà stare, due lavatrici no. nel frattempo arriva il transistor che permette potenze maggiori e pilotaggio di carichi difficili. l'hifi di massa richideva dimnsioni più contnute per i diffusori, edè arrivata la sospensione pneumatica, che permetteva risposte estese in cabinet compatti, a spese ovviamente della efficienza. oggi che l'hifi non è più di massa, non è più il sogno di giovani squattrinati ma un hobby per signori di una certa età, con più sldi e con ambienti più consoni si assiste ad un ritorno dei grandi (ops grossi) diffusori al alta efficienza. Ho ascoltato spesso le realizzazioni di Mino, che devo dire sono noteoli, ma a casa mia non ce le vedo, pur esendo single, non posso sacrificar tutto al moloch della migliore resa sonora. e comunque di diffusori ad alta efficienza che non mi metterei in casa a prescindere dalle dimensioni il mondo è pieno

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, senna ha scritto:

Troviamo un modo per raccogliere le adesioni e decidiamo un periodo, magari fine settembre…sarebbe bello

Ci sto anch'io.

Link to comment
Share on other sites

grisulea
23 minuti fa, cactus_atomo ha scritto:

non posso sacrificar tutto al moloch della migliore resa sonora.

Si può fare tutto in dimensioni molto ridotte. Almeno rispetto a quelle del video. 

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@grisulea Tutto non esageriamo, in una stanza 4x4 due patriciano non entrano. poi ovviamente dipende da cosa si vuole, in genere l'alta efficienza è molto direttiva, di alte efficienze ne ho sentite tante, il rischio che un solista diventi un duo con uno che suna a destra ed uno a sinistra, il rischio di una non profondità, il rischo dell'effetto faccione, spettacolare ma non reale, è sempre dietro l'angolo

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

grisulea
1 minuto fa, cactus_atomo ha scritto:

Tutto non esageriamo, in una stanza 4x4

In 4x4 la vedo dura ma vale per ogni grande sistema. Volevo dire che rispetto al video di può fare sicuramente in un quarto dello spazio occupato. Ma almeno 6 metri credo servano.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, antonio_caponetto ha scritto:

Ho ascoltato - ma sempre in occasione di mostre - delle Avantgarde e delle Acapella.

 

Onestamente, i diffusori che ai nominato non sono tra i miei preferiti, anche secondo i miei parametri la loro caratteristica migliore risiede nella riproduzione della gamma media…. Prova ad ascoltare qualche altra buona realizzazione, come quelle di Mino, ma ce ne sono tante altre e potresti cambiare idea sui diffusori caricati a tromba…

 

Link to comment
Share on other sites

Un po’ grandicelle le mie…. ma una volta sistemate e allineate bene, non hanno confronti..

a mio avviso, ovviamente..😁

Ps.le dimensioni sono all’incirca quelle delle Tad di Mino, ma rispetto a queste hanno sempre imho diversi assi nella manica

CFD2B12F-B498-43BF-9BB4-F865D1273F01.jpeg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Gici HV
2 ore fa, antonio_caponetto ha scritto:

e delle Acapella

Quelle di Sabbatini,nel suo impianto,sono fantastiche.

Ovviamente secondo me.😉

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, cactus_atomo ha scritto:

in genere l'alta efficienza è molto direttiva

IMHO: questo è il vero grande limite, al quale si pone rimedio solo con ambienti enormi...

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Collegatiper
6 ore fa, antonio_caponetto ha scritto:

difficili da inserire in un ambiente dove si vive tutti i giorn

Secondo me solo relativamente, specialmente se si rinuncia al basso a tromba e si rimane su un caricamento tipo reflex. Inoltre vi è il vantaggio di poter usare posizioni ad angolo o a parete sfruttando volumi “persi” con diffusori più convenzionali.

Link to comment
Share on other sites

Indubbiamente l'alta efficienza ti colpiscono,senti questo suono che ti inonda,ti avvolge,delle volte ti spettina........ma per me c'è un mah.Le dimensioni degli strumenti vengono ingigantite in maniera innaturale,per dirne una,un sax tenore diventa di dimensioni almeno triple,le voci è come se ci si trova nella gola del cantante,la nasalità poi,quella proprio non la sopporto.....Ripeto,per quello che pretendo da un diffusore,non sono mai stati di mio gradimento per le caratteristiche che ho menzionato.Si cerca sempre la veridicità dell'evento per avvicinarsi al vero e poi si alterano le grandezze fisiche degli strumenti?Mah...........

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

@mikefr stai menzionando i tipici difetti di sistemi a tromba NON allineati,

quando un sistema a tromba lo è, non vi sono differenze sostanziali con i miglioro sistemi a RD, sotto questo aspetto, mentre rimangono superiori sotto gli altri.. 🙂

 

Ps. Acapella e AG non sono certo esempi di neutralità e coerenza, per quanto mi riguarda.. non li considererei nemmeno.. non hanno nemmeno driver a compressione... e inoltre trombe circolari, il modo migliore per farsi male alle orecchie 🙂

Link to comment
Share on other sites

@Collegatiper

2 ore fa, Collegatiper ha scritto:

quindi sei passato a questo modello? Non avevi quelle col supertweeter planare?

le tengo entrambe, essendo disegnate (nella foggia esteriore)  dal sottoscritto 🙂

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, cactus_atomo ha scritto:

in genere l'alta efficienza è molto direttiva, di alte efficienze ne ho sentite tante, il rischio che un solista diventi un duo con uno che suna a destra ed uno a sinistra, il rischio di una non profondità

 

52 minuti fa, mikefr ha scritto:

.Le dimensioni degli strumenti vengono ingigantite in maniera innaturale,per dirne una,un sax tenore diventa di dimensioni almeno triple,le voci è come se ci si trova nella gola del cantante,la nasalità poi,quella proprio non la sopporto

 

come ha già scritto anche da @alexis questi difetti si possono palesare in diffusori a tromba mal progettati, e che utilizzano driver di scarsa qualità. La “nasalità” il gigantismo ecc. sono completamente assenti in un diffusore che adotta una buona tromba, meglio se in legno e un buon driver, secondo me, la gamma media, priva di qualsiasi distorsione, dinamica vivida e velocissima è uno dei più grandi pregi dei buoni diffusori a tromba, e mi ricorda quella dei diversi diffusori elettrostatici che ho avuto in passato, per quanto riguarda la scena, penso che sia assimilabile a quella dei migliori diffusori tradizionali, con un fuoco, molte volte, superiore.

 

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.