Jump to content

Consigli sulla musica Jazz


Progressive
 Share

Recommended Posts

analogico_09
9 ore fa, OTREBLA ha scritto:

Ragtime, Dixieland, Stride Piano, Swing, Be-Bop e Hard Bop, il percorso è questo. 

 

 

Il fre jazz, la new thing, le pulsanti avanguardie del jazz le diamo al gatto?

Link to comment
Share on other sites

Progressive
1 ora fa, one4seven ha scritto:

Eh niente... Davis ti ha proprio conquistato! :classic_biggrin: Ma non mi stupisce affatto. 

Da ascoltare c'è tanto, preferisco inizialmente concentrarmi su Davis altrimenti non ci capisco più nulla. 

Voglio capire se il Jazz più classico mi prende, solo che ora sono inciampato sul Davis anni 70 😁

.

Mai seguito un percorso cronologico nella musica, condivido quanto scritto da analogico_09

 

Link to comment
Share on other sites

Progressive

Bel disco anche Blue Train di John Coltrane, lo sto ascoltando ora in edizione Expanded Edition del 2003, direi che suona bene.

Un bel Jazz! 🙂.

Bella la batteria in Moment's Notice, bel pezzo.

Link to comment
Share on other sites

ferdydurke

Il jazz è quella musica che, appena senti un pezzo che non hai mai sentito, sai subito classificarlo come jazz o non-jazz…comunque ci sono 50 o forse 100 dischi jazz imprescindibili (gli elenchi sono facilmente reperibili)…da lì si deve cominciare…sono dischi che vanno digeriti, ascoltati attentamente e capiti…poi si può passare a tutto il resto…il jazz è un linguaggio che va capito, o, meglio vissuto…poi può piacere o non piacere…mia moglie, che ascolta jazz per ore (ascolto passivo), per esempio non lo sopporta…io, al contrario non amo la musica lirica…

 

Link to comment
Share on other sites

Progressive

Blue Train di John Coltrane è stata una piacevole scoperta, posso confermare dopo averlo ascoltato tutto che è un bel disco, gli darò sicuramente altri ascolti. 

Bello dall'inizio alla fine.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

one4seven

Ciuf ciuf train come lo chiama il buon @FabioSabbatini è un po' il TDSOTM del Jazz (insieme a KoB di Davis). Per prendere in giro quegli audiofili sempre pronti ad acquistare l'ultima ristampa, quella definitiva, quella che suona meglio di tutte, fino alla prossima. 😁 

In realtà è un disco che, secondo me,  suona bene di suo, nonostante sia una registrazione piuttosto datata.

Link to comment
Share on other sites

Alessiodom

@Progressive :classic_biggrin: Bitchessssss Brewwwwwwwwwwww. 

 

Tre cose che mi hanno entusiasmato e sorpreso di questo disco.

Il tempo impiegato per arrivarci, prima che fosse un pò mio. E' un disco personale ti arriva o non ti arriva. Non puoi fartelo piacere. I primi ascolti erano davvero difficili. L'avevo anche lasciato perdere,accantonato, diciamo una decina di anni...eppure A love supreme mi era piaciuto fin da subito ed avevo circa 27 anni....mah....poi...vai a sapere..

me lo sono comprato un sacco di tempo dopo...era in offerta...(edizione del 2015, poi mi son comprato il cofanetto del 40th pura coincidenza astrale in asta su ebay 35/40€..davvero un bel prodotto...forse l'edizione più curata dedicata ad un disco che possiedo)

Due, i silenzi che sono tirati dentro come fossero delle note. sospensione e aspettativa, un respiro continuo.

Tre, la sensazione del piacere che ti da', penso alla risacca del mare quando ti lasci andare, un attimo prima sei giù, poi su, non è per niente un dolce cullamento...inizialmente... ma...poi ti adatti...ora sei calmo, talmente inghiottito che ne sei un tutt'uno, sai che succede qualcosa, ma ci sei dentro e non te ne frega un bel nulla...anzi..diventi un essere primordiale!

Ritmiche sottostanti devastanti...lo sciamano elettrico....colpi decisi...."il più è il meno"

Quando ti arriva quel qualcosa, guarda la copertina...è come se fosse piacevolmente raffigurato..quel messaggio sonoro.

Luci e ombre, terra e aria, bianco e nero. Che brodaglia magnifica!

Disco avanti millenni...per me disco notturno d'eccellenza...a zonzo in macchina la notte è devastante...

 

@analogico_09 Un gran peccato, me ne avevi parlato le prime volte che ero finito qui da voi.

Ricordo il "satanasso" con cui me lo descrivesti :classic_biggrin: ...per non parlare della bellissima ed entusiasmante autobiografia...che comprai immediatamente dopo...e fu tutto sorprendente...

 

R-2474336-1547330724-9364.jpg.32445d97fae986e348b5b4c0c5f0718c.jpg

 

Link to comment
Share on other sites

Partizan

 

Per te che ami il progressive potrebbe piacerti Jacob's Ladder, nuovissima incisione del (da me amatissimo) pianista Brad Mehldau, da cui è estratto il brano YT. Se hai un servizio di streaming ti consiglio l'ascolto.


Poi visto che ti piace la tromba di consiglio di provare a fare ascolti di Chet Baker, Clifford Brown, Kenny Dohram, Lee Morgan per quanto riguarda i musicisti del passato.

 

 

Degli innumerevoli in attività io amo particolarmente Tom Harrell, poi Avishai Cohen (attenzione che ha un omologo bassista), Dave Douglas, Roy Hargrove.

 

Come italiani ci sono ottime incisioni di Enrico Rava, il decano, Paolo Fresu, Flavio Boltro, Fabrizio Bosso.

Mi rendo conto della genericità dei consigli, prova.

Ciao

Evandro

 

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Progressive

@Alessiodom ma hai l'edizione in CD del 40th quella fatta a libro? L'edizione del 40th ho visto che è la più compressa, per te come suona? Insomma anche su sul Jazz ci sono tante versioni per lo stesso album, troppe 😁 se mi viene voglia di comprare il feticcio che edizione prendere degli album citati? Nel mio caso CD. 🤔.

Quello che danno in streaming si sentono bene ma non vorrei farmi sfuggire un'edizione che suona meglio sempre se non è troppo costosa.

Insomma la musica Jazz è più audiofila rispetto ad altri generi musicali.

 

Link to comment
Share on other sites

Partizan
5 minuti fa, Progressive ha scritto:

nsomma la musica Jazz è più audiofila rispetto ad altri generi musicali.

Assolutamente si, anche perchè è più facile registrare piccoli organici, trii e quartetti, con voci molto definite e facilmente identificabili, che situazioni complesse con moltissimi strumenti, a volte con voci "simili" tra loro.

Ciao

Evandro

 

Link to comment
Share on other sites

damiano
4 ore fa, Partizan ha scritto:

nsomma la musica Jazz è più audiofila rispetto ad altri generi musicali.

Su Melius è sicuramente così. Per strada, chi ama il jazz ascolta anche col telefono alla fermata del bus.  Naturalmente è una battuta (forse) ma forse è anche un modo per "cercare la strada". Girando in rete si trova la lista dei musicisti che hanno suonato con MD, si va da John Coltrane a Marcus Miller, passando per John Scofield e Bob Berg. È una delle chiavi principali della musica che continuiamo a chiamare jazz: la contaminazione. Le liste dei "dischi assolutamente da possedere" servono a poco; nel finale di Live in Japan di Art Ensemble of Chicago la voce che elenca i musicisti ringrazia il pubblico e dice: vi abbiamo fatto ascoltare, jazz, blues, rock, free...insomma grande musica (nera). Ecco la musica è il fulcro..

Ciao 

D.

Link to comment
Share on other sites

Partizan

@damiano Io sono un frequentatore di concerti jazz e sicuramente l'aspetto hi-fi, per me, è in subordine alla musica.

Tuttavia è innegabile che quasi sempre le incisioni dei dischi jazz sono ottime, quando non stellari: più semplice come dicevo prima, e soprattutto richiede un investimento economico inferiore... ma i risultati sono quelli.

Ciao

Evandro

Link to comment
Share on other sites

Alessiodom

@Progressive Ciao, il mio contiene anche gli lp, ho ascoltato spesso il cd live che contiene, https://www.discogs.com/it/release/2474336-Miles-Davis-Bitches-Brew

mentre per l'album di per se, ho sempre ascoltato il primo disco muletto che ho comprato, un edizione del 2015 anche economica che a me personalmente soddisfa. https://www.discogs.com/it/release/7609610-Miles-Davis-Bitches-Brew

Ps. Un mio amico invasatissimo di prog. mi regalò un disco dei Mahavishnu Orchestra...ma per il mio gusto li trovo difficilotti.

Il chitarrista è John McLaughlin lo stesso di BBrew. 

 

 

Link to comment
Share on other sites

analogico_09
15 ore fa, Alessiodom ha scritto:

Un gran peccato, me ne avevi parlato le prime volte che ero finito qui da voi.

Ricordo il "satanasso" con cui me lo descrivesti :classic_biggrin: ...per non parlare della bellissima ed entusiasmante autobiografia...che comprai immediatamente dopo...e fu tutto sorprendente...

 

 

Eh.., il fuoco, l'orrendo foco (più orrenda è la "faciloneria" umana...) si porto via (quasi) tutto... Cmq forse recupero una cosa che scrissi sul brodo di cagne e salvai.., a cercarla nel disordine del mio hard disk ... 😉 

Link to comment
Share on other sites

Progressive

@Alessiodom anche The Complete Bitches Brew Sessions sembra interessante.

.

Edit:

Ho letto alcune info e mi sembra di capire che la 40th in CD sia un remix, anche la versione Sessions, mentre il vinile riporta il mix originale. 🤔

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...