Jump to content

Finali pro in impianti hifi


Wolf65
 Share

Recommended Posts

Chi ha avuto esperienza diretta con utilizzo di finali nati nell'ambito professionale utilizzati nel proprio impianto hifi di casa potrebbe riportare in questa discussione le sue esperienze indicando i modelli utilizzati, le impressioni di ascolto e gli impianti in cui sono stati utilizzati magari a confronto con altri finali specifici per uso hifi.

Link to comment
Share on other sites

ferroattivo

Sul mio impianto multiamplificato con crossover attivo, per la gamma bassa da 20 a 100 Hz. uso un Yamaha P7000S, per il range di frequenze indicato va bene, nulla da dire. Con lo stesso finale ho provato a pilotare la gamma mediobassa da 100 a 500 Hz, in questo caso il P7000S diventa inascoltabile. Sul mediobasso và molto meglio il Praecisa Acustica NS 200/156,decisamente meglio và un correntoso valvolare da 40 watt con trasformatori Hashimoto (Estro Armonico 807) A gamma intera il Yamaha sarebbe ancora peggio.

Link to comment
Share on other sites

Io uso uno yamaha p2500s con le magneplanar 1.6, nel mio ambiente niente da dire, il risultato è ottimo, ascolti piacevolissimi

 

Link to comment
Share on other sites

Per quanto riguarda Yamaha,  concordo con @ferroattivo.

Tanti anni fa provai nel mio impianto un P3500 a banda intera,  e non mi piacque per niente (il proprietario,  l'amico Alberto,  poco dopo lo vendette).

Se vogliamo considerare i  vecchi  Soundcraftsmen come ampli pro,  devo dire invece che suonavano bene.

Ho avuto un pre SP 4002 ed un finale MA 5001 per quasi 30 anni.

L'Amcron Crown PSA 2  in quale categoria lo inserite ?     Ho provato nel mio impianto anche quello.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@Wolf65 ampli pro vuol dire tutto o niente. ho ascoltato ottimi finali pro e finali pro scadenti. Il pro è mdiviso in segmenti, in funzione della utilizzazione, è pro l'ampli dei services peri grandi concerti ock, ma è pro anche lmpli per una sala conferenze, per il bar che manda muica in sottofondo o che alimenta la pubblicità dell'arrotino.  In genere nel pro è fondamentale l'affidabiità, anch a scapito della massima resa sonora, quindi attenzione agli ampli pro con ventole e protezioni invasie (limitatori di temperatura, di corrente ecc ecc). Scegliendo oculatamente si possono prendere ottimi oggetti a prezzo interessante nel pro, ma ocorre sapre cosa si cerca e che uso si intende farne, l pro è una galassia, non un categoria univoca

Link to comment
Share on other sites

@cactus_atomo  si Enrico condivido quanto dici e per questo che chiedevo a chi ne avesse avuto esperienza diretta avevo voglia di provarne uno di fascia diciamo abbastanza entry con una spesa massima sul nuovo di €500/600 o anche usato ,meglio se di qualcuno che lo ha usato solo in casa.

Marchi come ad esempio Behringer Crown Proel Qsc o simili.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@Wolf65 se pro deve essere direi crown, a me il phonic ed il qsc non sono piaciuti. Ripeto attento alle ventole, in hifi ci sono anche i pianissimo

Link to comment
Share on other sites

@cactus_atomo  Sì per le ventole nel caso si potrebbe pensare a una sostituzione con modelli della Be Quiet o Noctua che sono molto silenziose in questo però più nel caso di un usato perché altrimenti intervenire sul nuovo si rischierebbe di perdere la garanzia.

Della Qsc che modelli hai ascoltato? Quelli in classe AB o D?

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@Wolf65 sinceramente non ricordo, era un entry level comunque. Un prodotto da valutare per il suo alto /p sono i tamp venduti da thomann (che non hanno nulla a che vedere con il -amp, sono finali pro di elevata potenza, li ho ascoltati, ma solo in biamp utilizzati per la gamma bassa, quini non so come vanno in gamma media ed alta, ma in basso erano notevoli. Le ventole erano state direttamente tolte dal proprietario ( suo rischio e pericolo), il t-800  è un classe h

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Wolf65 ha scritto:

Sì per le ventole nel caso si potrebbe pensare a una sostituzione con modelli della Be Quiet o Noctua che sono molto silenziose in questo però più nel caso

 

Dovresti prima verificare a che tensione sono alimentate le ventole. Nei finali pro vanno a 230 V

Link to comment
Share on other sites

Il 17/5/2021 at 15:08, Wolf65 ha scritto:

Chi ha avuto esperienza diretta con utilizzo di finali nati nell'ambito professionale utilizzati nel proprio impianto hifi di casa potrebbe riportare in questa discussione le sue esperienze indicando i modelli utilizzati, le impressioni di ascolto e gli impianti in cui sono stati utilizzati magari a confronto con altri finali specifici per uso hifi.

 

Utilizzo attualmente due finali pro "vintage" BGW a banda intera e posso soltanto dire che sono strepitosi. A chi palesa inoltre scetticismo e diffidenza verso questo genere di apparecchi consiglio, se ne avesse la possibilità, di dare uno sguardo all'interno, si potrà rendere conto di come venivano costruiti, presumo addirittura a norme militari, con componentistica di primissimo livello, roba da far impallidire i più accreditati e titolati costruttori di hifi

Link to comment
Share on other sites

43 minuti fa, maximo ha scritto:

Dovresti prima verificare a che tensione sono alimentate le ventole. Nei finali pro vanno a 230 V

Su YouTube ci sono alcuni video in cui cambiano le ventole su finali pro e sono delle proprio della Be Quiet e sono a 12 Volt.

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, Wolf65 ha scritto:

Su YouTube ci sono alcuni video in cui cambiano le ventole su finali pro e sono delle proprio della Be Quiet e sono a 12 Volt.

 Probabile che sui finali più recenti utilizzino ventole a 12 V cc, solitamente queste sono destinate ai PC, ma le cose potrebbero essere cambiate...

Link to comment
Share on other sites

Membro_0008

@maximo quando avevo 20 anni avevo il tecnico BGW a 4 lm da casa mia e quasi tutti i giorni passavo da lui

mi

aveva dato il 1000,750 e altri da provate ed in paio li avevo acquistati

Strepitosi e suonavano molto bene

Link to comment
Share on other sites

il Carletto

Provengo da amplificazioni hi-fi e hi-end classiche (Krell, Spectral, Sanders, VTL e altre), poi sono approdato prima ad un Mc2 S1400, finale da studio da main monitor, per pilotare le mie Wilson Sophia II, infine ad un Powersoft Ottocanali 8K4 Dante, con il quale triamplifico una coppia di PMC IB1s. 

Per quanto mi riguarda è la mia amplificazione definitiva, tanto è grande la differenza con quanto ho avuto fino ad adesso.

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

37 minuti fa, Wolf65 ha scritto:
1 ora fa, maximo ha scritto:

 

Su YouTube ci sono alcuni video in cui cambiano le ventole su finali pro e sono delle proprio della Be Quiet e sono a 12 Volt.

Prossima mossa, cambiare la ventola raffreddamento a 24v del Bose 1800 series V, che in realtà sono dei Carver commissionati da loro. Alla faccia della potenza, consumo di corrente max quasi 2 kw‼️ 
Mai come in questi casi i finali Pro se ben costruiti fanno da ponte tramite un eccellente preamplificatore di classe per le nostre orecchie😊

Link to comment
Share on other sites

Membro_0006

il mio yamaha p2500s ha sostituito un krell in avaria sulle mie jbl 4312..... risultato così positivo da aver venduto il krell. devo dire che con quelle casse l abbinamento alle mie orecchie è perfetto.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...