Jump to content

Meglio potente e senza valvole l'amplificatore?


31canzoni
 Share

Recommended Posts

A me le valvole sono sempre piaciute molto ma, tecnicamente parlando, gli ampli a valvole non hanno più senso e i trasformatori di uscita (o autotrasformatori) sui Mcintosh non l'hanno mai avuto.

Link to comment
Share on other sites

Secondo me ... Meglio l'amplificatore che ci piace di più e più adatto a cosa deve pilotare. 

Ho sempre avuto SS, ma, ma ho provato anche le valvole, e non posso dire che non mi piacciono. 

Sicuramente, sono dell'idea che è sempre meglio avere più potenza di quello che necessita.

 

Link to comment
Share on other sites

Una chitarra elettrica è famosa per il suono distorto un basso va da 40 hz sino a 200. Come si fa a dire che sono meglio le valvole perché si usano un questi ambiti, che ci azzeccano zero con l'hi fi?

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

bungalow bill

Il mio valvolare eroga 120+120 e va benissimo anche con i diffusori a bassa efficienza . Certo non pretendo di insonorizzare uno stadio .

Link to comment
Share on other sites

Preferisco finali caratterizzati da impedenza d'uscita molto minore della minima impedenza dei diffusori, ovvero, tali da comportarsi, almeno il più possibile, come generatori di tensione costante.

Mi sento più tranquillo così, visto che le impedanze dei diffusori sono spesso non poco ballerine; poi, un altoparlante dev'essere messo in moto ma anche frenato.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Ultima Legione @
25 minuti fa, enzo966 ha scritto:

Preferisco finali caratterizzati da impedenza d'uscita molto minore della minima impedenza dei diffusori, ovvero, tali da comportarsi, almeno il più possibile, come generatori di tensione costante.

.

Corretta e ineccepibile la Tua valutazione fatta sul quel qual cosa nota anche come  Damping Factor .........ma che praticamente vale sopra tutto (per non dire solo e soltanto) per lo spettro di frequenze riprodotto dai woofers e che in un normale 3 vie da pavimento vale solo per le Frequenze al disotto dei 60/70 Hertz....................ovvero molto meno del 5% dello Spettro Armonico di un normale brano musicale.

.

La Timbrica, il Realismo di riproduzione e il Sound-Stage lo fanno il rimanente 95% e lí voci come: il Tipo di Distorsione o il talento naturale di tutti i Tubi Termoionici di lavorare elettivamente in Tensione (a differenza dell'abilitá dello Stato Solido di lavorare invece benissimo in Corrente) sono tra quelle cose che fanno buona parte della Seduzione e la Nuance Musicale di un elettronica audio valvolare, ben progetta e altrettanto ben realizzata.

.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, AlfonsoD ha scritto:

una dissonanza o un rumore sgradevole, deve rimanere tale all'ascolto.

E infatti rimane tale anche con i valvolari!

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@Ultima Legione @

Non è solo questione di smorzamento ma anche di timbrica: se un finale ha impedenza d'uscita alta, la sua tensione in uscita, quindi, la pressione emessa dai diffusori, sarà molto sensibile all'impedenza dei diffusori stessi che è di suo ballerina.

Le risposte in frequenza dei diffusori sono misurate a tensione costante.

Link to comment
Share on other sites

Io ho trovato pace con la classe A , anche se sulla carta sviluppano pochi Watt , la resa  e la qualita' sonora che danno fin dai primi decimi di Watt sono a mio avviso migliori.

Io ascolto prevalentemente a volume moderato.

 

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Mattylla ha scritto:

tecnicamente parlando, gli ampli a valvole non hanno più senso

Potresti argomentare a livello tecnico questa sciocchezza ?

Link to comment
Share on other sites

Ho avuto sia ampli a stato solido, sia ibridi, sia valvolari puri.

È ovvio che vi siamo macchine che sono valide o scadenti a prescindere dalla filosofia costruttiva, ma io, relativamente agli ascolti che ho potuto fare in giro ed a quello che ho avuto personalmente, spezzo una lancia, e senza star lì a pensarci molto, in favore delle valvole.

 

  • Melius 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Ultima Legione @
27 minuti fa, bombolink ha scritto:

Potresti argomentare a livello tecnico questa sciocchezza ?

.

Mi associo a questa ....innocente curiosità‼️😄😄

.

Link to comment
Share on other sites

Impressionante il mio finale CH M1 mono,200 watt su 8 ohm e 4500 watt di picco e stupendo Audio Note japan Shinri,7 watt con 300 B WE che uso nel secondo impianto

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

....quoto @gigi60....potendo, perché negarsi l'uno o l'altro?....l'importante è che sia di qualità e buon senso negli accoppiamenti con il resto dei componenti dell'impianto....

Cordialmente Andrea 

Link to comment
Share on other sites

@bombolink @Ultima Legione @ è necessario argomentare le curve di carico limite di un ampli a valvole e di uno a stato solido? Oppure il fatto che nello SS non occorrono trasformatori in uscita? O la capacità di erogazione in corrente? O la possibilità di erogare potenze significative?

C'è bisogno di altro?

 

 Ho scritto:"tecnicamente parlando"..

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.