Jump to content

Mondo Accuphase


Mister66
 Share

Recommended Posts

@Robbie Mi unisco ai complimenti, bellissimo e molto elegante. molti marchi dovrebbero imparare che per distinguersi non è necessario rincorrere dei design che rischiano di diventare degli obbrobri

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators

Non me ne vogliano i proprietari dei nuovi finali, ma personalmente i finali con i maniglioni attuali non si possono vedere!!!

Non c’è paragone.

 

 

6147C7EF-1BBD-486B-A355-493D9DD54EEA.jpeg

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

Quello che mi piace, è che sono sempre molto modesti con i dati tecnici.

Loro dichiarano sempre quello che è garantito in piena sicurezza e qualità.  Poi quando vengono provati al banco,  sono ancora molto migliori.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators

Correva il 1986 se non sbaglio, appena ventenne senza una lira in tasca sbavavo per questo oggetto. 
Oggi non si trova in ordine sotto i 2k!

 

 

4C50BBE6-0B8E-4E71-B7D7-3D9AFB3E496B.jpeg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Io mi godo un E-600 con scheda dac 50. Collegato ad uno streamer aurender e a diffusori tannoy cheviot. Ho passato recentemente sia amplificazioni a valvole, conrad johnson, sia stato solido, luxman l590ax mkii, ma non riuscivo a trovare la quadra. Da quando ho preso questo e-600 ascolto solo musica 😀

 

46D2C5C3-6F19-431D-9B33-AD7A762E131C.jpeg

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@fmr59  ho ascoltato quell'integrato con ELAC 409 e Vandersteen 2CE. ottimo, c'era tutto.

dice "sì, ma ha solo 30watt..."

ah, sì ? davvero non me n'ero accorto, ma proprio per niente..

 

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators

@fmr59 ciao, che differenze hai trovato rispetto al 590? 
Il Luxman mi ha accompagnato 4 anni con molta soddisfazione, poi sono passato al 480 ma questo non è in classe A. 

Link to comment
Share on other sites

@Mister66 Si dice che i due amplificatori si assomiglino. In base a questa informazione mi decisi a comprare il Luxman, che costava, usato, 2000 euro meno dell’accuphase. Mi dissi, fra me e me, ci saranno differenze minime che non giustificano l’esborso. I primi tempi ero contento del luxman; venivo da un amplificatore ayre, piuttosto neutro, e volevo qualcosa di più “caldo”. In quanto a calore il Luxman effettivamente non scherzava 😀 ma in quanto a calore musicale fui subito un po’ stupito, mi aspettavo di più. Con il Luxman il dettaglio è abbondante ma l’ampli non sono riuscito a farmelo piacere a pieno. La prova del fuoco sono per me gli archi: riprodurre un violino non è affatto semplice, ci vuole il dettaglio per non sentire un suono piatto, ma il dettaglio non deve produrre un suono artificiale e tirato. Insomma, il Luxman non mi convinceva. Allora, ho fatto una deviazione verso le valvole: conrad johnson lp66s. Gran bel suono, ma sono anche incominciati i ronzii, leggeri, e la necessità di accoppiargli un degno pre. Fatto un tentativo con un pre aesthetix calypso: ottimo suono, ma ulteriore incremento dei rumorini, soffi e ronzii. Basta! L’integrato accuphase che il mio venditore mi aveva proposto come alternativa al Luxman era ancora disponibile e questa volta non me lo sono fatto scappare! Mai scelta fu più felice: ho tutti i vantaggi dello stato solido e 80% della gioia delle valvole (e 0% dei problemi delle valvole 😁). Se, i vostri diffusori sono un carico ragionevole, non esitate a considerare uno di questi integrati in classe a di accuphase: sono meravigliosi!

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

@Variable La sceda dac 50 secondo me è semplicemente favolosa. Ho venduto il mio dac ps audio directstream perché secondo me va meglio. Attenzione che l’ingresso coasssiale è però migliore di quello usb: io uso una interfaccia usb->spdif della matrix. Mi sento di consigliare questo dac a chiunque ha un ampli o pre accuphase che la può usare. La settimana scorsa è venuto da me un amico con un dcs bartok. Ovviamente il Bartok va meglio (di parecchio) della dac 50, ma si sta parlando di qualcosa che costa dieci volte tanto! La dac 50 perde sopratutto nel dettaglio del registro basso e nell’ariosita’ generale. Ma timbricamente si assomigliano.

Ho ancora una scheda dac 40, la prima che presi. Anche questa, per 600 euro, sull’usato, è un affare, lo dico davvero col cuore. Ha un carattere un po’ più caldo e meno dettagliata della dac 50, e qualcuno la potrebbe anche preferire. Non io, che con le tannoy sto già abbastanza “caldo” 🤣

Se qualcuno è interessato mi faccia sapere.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators

@fmr59 io ascolto in prevalenza Jazz, e il 590 andava non bene.. ma di più.

In realtà quando decisi di passare ad un integrato di categoria ( avevo un Denon pma2000ae) ho valutato sia il 600 che il 590, presi il Luxman perché riuscì a spuntare un prezzo sul nuovo che su Accuphase non sarei mai riuscito. Ma dopo 4 anni non ho preso un altro classe A ma il 480 che mi sta dando grandi soddisfazioni!  
Quasi all’alba dei 55 potrebbe essere il mio impianto definitivo...

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@Mister66 penso che dipenda molto dall’insieme dei componenti e da quali parametri uno voglia ottimizzare. Ascolto anche musica jazz, ma, non me ne vogliano gli appassionati del genere, trovo più facile far suonare bene un disco jazz che uno di musica classica. Un sassofono è più facile da riprodurre di un violino. Non so perché ma è così. Probabilmente se avessi ascoltato solo jazz non mi sarebbe mai venuta voglia di cambiare il Luxman. Era solo quando ascoltavo musica classica, sia da camera sia orchestrale che avevo la sensazione che qualcosa non fosse a posto. Con l’accuphase questa sensazione non l’ho più, mi sembra giusto: per quanto possa essere giusta una riproduzione, ovvero mai come quando vado in sala da concerto; cosa che ormai è un anno che non frequento 🥲

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@fmr59 molto interessante. Io ho uno schiit gungnir multibit A1 e un chord qutest.

Mi piacerebbe verificare se il dac 50 può rivaleggiare. I chip AKM DS li ho sempre trovati troppo digitali ma Accuphase potrebbe averli addomesticati......

Link to comment
Share on other sites

@Renato Bovello io no, ma la classe A mi mette ansia: tutto quello spreco di energia e calore.

inoltre, si tratta di una classe A con mosfet in push-pull. Sostanzialmente una classe AB con un’altissima polarizzazione. 
Infatti sarei curioso di sapere fino a quanti watt sono polarizzati in classe A gli integrati AB. Non sono riuscito a trovarlo da nessuna parte

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

@Variable anche io pensavo questo, e per questo motivo avevo preferito acquistare la dac 40 che monta una coppia di BB 1796. Ma ti assicuro che accuphase è riuscito ad addomesticare gli akm. Avevo tempo fa un cary audio dmc 600 che presi quando i si ruppe il cary audio cd 306 professional, che montava i BB 1792. Che delusione il dmc 600, pensavo che fosse proprio colpa degli akm usati da questo nuovo cd player.

Link to comment
Share on other sites

@Variable guarda che il mio e-600 scalda MOLTO meno del Luxman L590AX e addirittura meno dell’ ayre vx-5 che avevo prima, e che pure e’ un classe ab. Ho appunto l’impressione che questi accuphase in classe a siano degli amplificatori in classe ab con alta polarizzazione in classe a. 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.