Jump to content

Buniatishvili contro Wang


giogra
 Share

Recommended Posts

Grancolauro
17 ore fa, analogico_09 ha scritto:

non c'è solo il culto del bello estetico.., c'è anche quello del bello estetistico... 😄

😂 però se la materia prima di partenza è scarsa, col belletto non ci fai tanto. Che ne so, da un Sokolov mica puoi tirarci fuori molto dal punto di vista estetistico mi sa 🙂.

Poi ci sono quelli e quelle che se ne fregano alla grande perché se lo possono permettere

74E221A9-F4C8-49D2-A6C9-83AF51F04511.thumb.jpeg.051c492e7d3f3ce3e869741dd8426661.jpeg

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Grancolauro

@mozarteum Concordo. La Wang c’ha provato con le variazioni Brahms-Paganini a dire il vero, ma non è che le siano venute tanto bene. In compenso il disco con Capucon a me non dispiace. Decisamente più nelle sue corde. La Khatia invece va sempre di fretta, anche quando suona framartinocampanaro, e cerca l’effetto a ogni costo. Estrosa e ansiogena

Link to comment
Share on other sites

Alpine71

Esteticamente non mi pronuncio ma pianisticamente, come ho scritto tempo fa, preferisco la   Yuja Alla Kathia. 
La quale Wang mi è piaciuta particolarmente in una esecuzione del Terzo di Rach dai tempi dilatati, guidata dal grande Myung-Whun Chung, in una interpretazione che mi è apparsa sublime. 
E senza indossare abiti con spacchi che, in tutta sincerità, a me non esaltano. 
Ma su repertori per dir così “cerebrali” mi sembrano entrambe un po’ in difficoltà 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




×
×
  • Create New...