Jump to content

Differenze due tre quattro vie


Fotony
 Share

Recommended Posts

23 minuti fa, Ggr ha scritto:

Ci sarà un peche i sistemi saelliti + sub, si chiamano cosi, e non 3 vie.

Il motivo è solo che li puoi dislocare fisicamente in giro per la stanza invece di averli tutti rigidamente inseriti in un mobile, ma dal punto di vista del sistema complessivo non c'è alcuna differenza, come ha ben spiegato @cactus_atomo

Link to comment
Share on other sites

Ma il cross del sub è svincolato da quello dei diffusori, non pesa sul carico dell'amplificatore, ha fase e ritardi regolabili, che permettono di integrarlo al meglio con il resto dei diffusori, ha un suo amplificatore e un suo volume. Cosa ci azzecca con un diffusore classico?

Un crossover 3 vie, deve fare bene tutte quelle cose, senza nessuna possibilità di intervento, in più pesa come un macigno sull'amplificatore.

Per me, sono due cose diverse e separate, che nulla hanno in comune. Poi, ovviamente, chi sono io, quindi mi inchino alle signorie vostre. Sia mai che si voglia mettere in dubbio qualcosa.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@Ggr non tutti i sub sono amplificati,, è vero che il sub ha il suoo volum ma anche il woofer ne gìha uno, ci sono diffusori, pochi con cross eseterni regolabili in molto modi, le avantgarde hanno la parte dei bassi integrata ma amplificata da uno specifico amplificatore, ed anche i diffusori attivi hanno un ampli per ogni via.

Link to comment
Share on other sites

Coltr@ne
25 minuti fa, Ggr ha scritto:

Per me, sono due cose diverse e separate, che nulla hanno in comune. Poi, ovviamente, chi sono io, quindi mi inchino alle signorie vostre. Sia mai che si voglia mettere in dubbio qualcosa.

Figurati hai ragione, ora chi dice all'opener che il sistema migliore è il multiamplificato?

Ma soprattutto chi ha voglia di spiegarlo a Dufay? 😛

  • Melius 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

aldofranci

Io ho risolto con quattro vie e una piazza. 

Il suono è perfetto ma a volte mi perdo e non trovo l'impianto. 

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Ggr ha scritto:

Per me, sono due cose diverse e separate, che nulla hanno in comune. Poi, ovviamente, chi sono io, quindi mi inchino alle signorie vostre. Sia mai che si voglia mettere in dubbio qualcosa

Non direi.

Se un altoparlante riproduce solo una parte dello spettro sonoro io la chiamerei via. Che sia amplificata a parte e processata non cambua la questione tanto più che potrebbe valere per tutte le vie e non solo per i sub

Link to comment
Share on other sites

Nella mia esperienza ho notato come ci siamo caratteristiche ben diverse che debbono avere i trasduttori per riprodurre certe frequenze.

A grandi linee:

Altoparlanti grandi, dalla escursione elevata bassa fs e dalla massa mobile non ridottissima per i bassi profondi (sotto i 100 hz meglio ancora sotto i 70 o 50)

Altoparlanti appena più piccoli (ma non è detto) dalla fa più alta e massa mobile più ridotta per i bassi (da 50 circa a 200 massimo).

I medio bassi con altoparlanti più piccoli e con masse mobili ancora più ridotte a fare sopra i 150 hz circa fino a una buona parte della gamma vocale. Che io sappia non esistono altoparlanti che possano fare come dico io sia il medio basso da 150 hz  fino a 3000 quindi ci vuole un medio da circa 500/800 o anche più su a fare la parte superiore delle vaci che può contenere energia notevole ed abbisogna di buona dispersione.

Infine gli acuti sopra i 2/3 kkhz che potrebbero essere a loro volta divisi in suuperacuri sopra i 5 kHz.

Link to comment
Share on other sites

Io uso  2x8" fino a 150, un 6.5" fino a 450, 2x3" fino a 2k e un tw da 1 1/4 oltre, +sub amplificato. Mi sembra che suoni benino.

Link to comment
Share on other sites

@bic196060 Da possessore di SF Extrema e di MBL 116, cioè di un due vie e di un 4 vie...ti do ragione. Qual'è quello migliore? nessuno e tutti, ma è vero che una volta usciti dal due vie, forse il 3 è un compromesso che forse non ha senso accettare, meglio passare direttamente al 4 vie 

Link to comment
Share on other sites

Come sempre penso che ogni soluzione si debba sposare con il proprio ambiente d'ascolto, con il genere musicale  e con le proprie esperienze personali dal vivo.

La domanda generica sul fatto che sia meglio un due , tre o quattro vie senza sapere in che posto si ascolta, cosa si ascolta e che cosa si ricerca nella riproduzione della musica lascia spazio al mondo ed ogni teoria può essere giusta o sbagliata 🤣.

 

 

Link to comment
Share on other sites

granosalis

In linea teorica il diffusore monovia a larga banda è il diffusore ideale. Peccato che la soluzione abbia più limiti che vantaggi. Ideali per amplificatori a valvole a bassa potenze, tipo 2A3. Il limite sta ovviamente nell'estensione e spesso nella non linearità. Oggi è sempre più raro imbattersi in monovia puri, più facile trovare soluzioni ad una via e 1/2, ovvero monovia + TW con un filtro del primo ordine. Per quanto mitigati, i limiti del monovia rimangono ,soprattutto per estensione in gamma bassa. Poi ci sono i due vie, che se ben progettati, con dei cabinet adeguati, riescono a raggiungere una grande linearità ed una buona estensione in basso. Ho dato un'occhiata a stereophile e non mi pare di aver trovato alcun due vie nella lista di componenti raccomandati (classe A - full range). Con tre vie e magari un insieme multiplo di altoparlanti si ottiene finalmente un estensione a gamma intera a partire da circa 24 Hz fino a dove volete voi. Non a caso la maggior parte dei diffusori di riferimento sono a 3 o più vie e multi altoparlanti. Diffusori di questo tipo hanno crossover abbastanza complessi, sono poco efficienti e conseguentemente hanno bisogno di maggior potenza. Poi ci sono altre complessità come l'allineamento temporale le rotazioni di fase, etc. 
Ma la tipologia a mio avviso più interessante è il due vie concentrico, di cui Tannoy è di diritto il marchio storico più rappresentativo.
Che si chiami Dual Concentric Tannoy o IsoFlare di Fyne Audio, una diffusore a due vie di questa tipologia è una sorgente puntiforme dalla grandissima coerenza in grado di generare dallo stesso punto esatto dello spazio tutte le note di uno strumento complesso ed esteso come ad esempio un pianoforte a coda. 
Ognuno è libero di sceglie la sua "cup of tea". 

 

Buonanotte.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Mah, il dual concentric sarà pure coerente ma un 15" che sale a circa 1000hz ha i suoi bravi risvolti negativi. Idem per la trombetta dei medioalti (non per nulla poi ti vendono a parte il supertweeter). Poi, de gustigus...

Link to comment
Share on other sites

giangi68

2,3,4,5 vie ma nessuno dice di come armonizzare le vie, di come incrociare i passaggi tra altoparlanti e quanto sia importante trovare un equilibrio tra altoparlanti diversi. A me personalmente alcune alchimie mal riuscite tra woofer e tw (parliamo di un due vie) imbarazzano non poco per mancanza di coerenza timbrica. A voi non capita mai?

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, roop ha scritto:

, il dual concentric sarà pure coerente ma un 15" che sale a circa 1000hz ha i suoi bravi risvolti negativi. Idem per la trombetta dei medioalti (non per nulla poi ti vendono a parte il supertweeter). Poi, de gustigus.

Già ... Poi sono coassiali sì ma non coincidenti perché il tweeter è più indietro..

Per quanto si possa discutere se la coassiali tà sia veramente un vantaggio.

Link to comment
Share on other sites

maxgazebo
1 ora fa, roop ha scritto:

Mah, il dual concentric sarà pure coerente ma un 15" che sale a circa 1000hz ha i suoi bravi risvolti negativi. Idem per la trombetta dei medioalti (non per nulla poi ti vendono a parte il supertweeter). Poi, de gustigus...

Si, capisco la perplessità...ma ho una coppia di Tannoy DU386 DC 15" sospensione foam da diversi anni, e credo che il woofer sia tagliato a 800Hz...il driver dei medio-alti è a cupola da 4" mi sembra di ricordare...caricato a tromba nella parte posteriore del magnete del woofer, come credo sappiamo tutti

Non c'è bisogno di stw, arriva tranquillamente lineare ad estremi gamma, testato con analisi spettro e SMAART

 

La resa sonora è, a mio giudizio da appassionato da oltre 30 anni di mestiere, ben superiore a tanti sistemi blasonati, non c'è storia

 

Quindi attenzione a quando si parla di DC, "don't touch my Tannoy"...😉

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, maxgazebo ha scritto:

tagliato a 800Hz...il driver dei medio-alti è a cupola da 4" mi sembra di ricordare...caricato a

800 non credo  Mi pare che tutti siano.incrociati intorno ai 1200 tutti quelli con cui ho avuto a che fare io di sicuro.Il mid tweeter mi pare sua un 2 pollici di bobiha 4 pollici cioè 10 cm è impossibile 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

maxgazebo
11 minuti fa, Dufay ha scritto:

800 non credo  Mi pare che tutti siano.incrociati intorno ai 1200. Il mid tweeter mi pare sua in 2 pollici di bobiha 4 pollici cioè 10 cm è impossibile 

Beh con un taglio a 800Hz l'incrocio sarà a circa 1200Hz, parlo di taglio non di incrocio

 

Il diaframma è il 7900-0205 di Tannoy...fai una ricerca e vedi il diametro, credo sia almeno 3"...vedo sei fortemente impreparato su Tannoy, non me lo aspettavo...😁

Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, maxgazebo ha scritto:

Beh con un taglio a 800Hz l'incrocio sarà a circa 1200Hz, parlo di taglio non di incrocio

Viste le pendenze non proprio minime il woofer è bello allegro fino oltre i 1000 hz.

Dubito anche dei 3 pollici cioè 75 mm.

Ho rifatto il filtro a diverse tannoy.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...