Jump to content

Monitor Audio Bronze BX2, diffusori da scaffale


cactus_atomo

17,241 views

Monitor Audio è un marchio storico dell'hifi britannico, attivo fin dal 1972, specializzato nella realizzazione di diffusori dall'eccellente rapporto qualità prezzo, tipicamente di dimensioni contenute (due vie compatti o torri snelle da pavimento). Tra i modelli che hanno riscosso maggior successo le Studio 20 nelle loro varie declinazioni e alcuni deliziosi diffusori compatti come il Gold One ed il Monitor 10.  Nel 1995 c'è stato un avvicendamento nella proprietà che però non ha snaturato il carattere del marchio, ma ne ha diversificato la produzione. La serie Bronze, sul mercato già da alcuni anni, nasce con l'intento di offrire al consumatore una linea completa di diffusori compatti adatti ad essere utilizzati per l'ascolto casalingo sia stereo che multicanale, il modello della presente prova, il BX2, è il secondo dal basso, ha un listino di circa 440 euro.

 

Design

Il diffusore si presenta come una “scatola da scarpe” leggermente cresciuta, di circa 18,5x24,5x35 cm (lxpxh), il design non è innovativo ma facilita l'inserimento  in qualunque tipo di arredamento, il frontale snello lo rende ancora meno invasivo alla vista, è disponibile sia in colore nero che noce.

 

Costruzione

I componenti utilizzati sono un woofer da 16 cm, in reflex, tubo di accordo anteriore, e un tweeter da 2,5 cm, l'efficienza dichiarata è 90 db, la risposta in frequenza dichiarata entro i classici +/-3 db va da 42  a  30.000 hz, la potenza raccomandata è compresa tra i 30 ed i 100 watt. Il diffusore dispone di comodi morsetti posteriori che accettano banane, forcelle e cavo spellato anche di buona dimensione, predisposti per il biwiring, la casa fornisce in dotazione le griglie parapolvere amovibili con facilità grazie ai contatti magnetici ed una spugna da inserire nel tubo reflex per modificarne l'accordo. L'imballo, solido e compatto, contiene una coppia di diffusori, il manuale d'uso, le griglie, le spugne e una brugola per lo smontaggio del woofer.

 

Suono

Per la prova di ascolto le Bronze sono state collocate nel mio studio, un ambiente di circa 18 mq, su supporti alti sui 90 cm, a circa 50 cm dalla parete posteriore e a 70 cm da quelle laterali,  con  un interasse tra i tweeter di circa 180 cm, punto d'ascolto a 2,5 (anche se durante gli ascolti sono state provate delle collocazioni meno corrette e convenzionali).

Come elettroniche è stato utilizzato un Loewe Legro, integrato cd+amplificatore, realizzato dalla Linn per la Loewe sulla falsariga del Classik, per la cronaca sono circa 40 watt su 8 ohm e 60 su 4, il cdp è l'equivalente dell'entry level Linn.

Il sw (brutta parola) utilizzato è stato assai variegato, spaziando dalla classica (piano, orchestra romantica, orchestra barocca, voci singole, cori, archi, organo, ecc) al jazz (Bubreck Coltrane, ecc), dal pop (De André, Battiato, Dussur, Lavelle, ecc) al rock (Pink Floyd, Genesis, Acdc,  Deep Purple, Dead Can Dance) ed altro ancora. Il cablaggio utilizzato Supra Classic da 2,5 mmq, in configurazione monowiring.

bx2.jpg.7aea686bc24ec19a632d663a91586d83.jpgIl suono delle Bronze BX2 è trasparente e dettagliato, equilibrato e veloce, pur se viene privilegiata la gamma medio-alta (il che con setup particolarmente aggressivi o in ambienti eccessivamente riverberanti può rischiare di produrre fatica di ascolto), le voci sono riprodotte non solo con naturalezza ma anche chiarezza ed intelligibilità. Nonostante le ridotte dimensioni di woofer e mobile, anche gli strumenti con buona estensione in basso riescono a farsi apprezzare, e questo vale per le percussioni come per il pianoforte. Ovviamente il diffusore ha dei limiti, l'estremo inferiore, diciamo sotto i 40-50 hz, è praticamente assente, il punch, l'impatto, non sono il punto di forza del diffusore, l'immagine e la profondità sono buone ma le dimensioni della grande orchestra, degli strumenti  e dei cantanti restano contenute. Nel Messia di Handel le voci soliste sono chiaramente identificabili, come timbro e come posizione spaziale, anche gli strumenti originali mantengono il loro sound caratteristico. L'organo di Bach è riprodotto in maniera gradevole, ovviamente fino a dove il diffusore arriva. Le percussioni dei Dead Can Dance sono scandite e discretamente articolate, anche se meno impressive e più in lontananza rispetto a quanto si può ottenere da un diffusore di maggior litraggio. Time out di Bubreck è ben riprodotto, sia per la posizione degli esecutori, che per il “colore” degli strumenti, sax e batteria inclusi. L'ascolto della musica rock è forse un po troppo “educato” per il genere, l'ascolto è piacevole ma il coinvolgimento non è al top, manca, come prevedibile, la botta allo stomaco, la sensazione di impatto fisico, però c'è anche da dire che per un ascolto domestico a livelli condominiali, la performance è comunque valida, la velocità del diffusore (ossia la rapidità nella risposta ai transienti) contribuisce a fornire una buona sensazione di dinamica.

 

Universalità

Le BX2 sono facili da utilizzare e da interfacciare, grazie alla efficienza discreta si pilotano con 20/30 watt ma sopportano potenze più elevate. In ambiente non sono emerse particolari criticità, le bx2 posso essere posizionate praticamente ovunque, su stand, ma anche su mensola o in libreria,  leggermente ruotate verso l'ascoltatore.

 

Valore

Il listino delle Bronze BX2 si aggira sui 440 euro, il prezzo quindi, in un mercato dove anche accessori banali vengono venduti con cifre a 2 o 3 zeri, è davvero interessante. Il diffusore offre anche alcune “chicche audiofile”, come connettori di buona qualità in grado di accettare cavi di dimensioni significative, predisposizione per il biwiring, griglie facilmente amovibili (grazie ai supporti magnetici), spugne da inserire alla bisogna nei condotti del reflex, tutto cose che in misura diversa influiscono sul prezzo. Sicuramente un diffusore da prendere in considerazione per realizzare un impianto budget piacevole da ascoltare.

 

Concretezza

Le monitor audio Bronze bx2 riescono a coniugare piuttosto bene qualità audio, estetica, street price con qualche apertura ad impostazioni più  tipicamente audiofile (biwiring, griglie removibili, tappi per reflex).

 

Conclusioni

Chi è l'acquirente di elezione delle Monitor Audio Bronze BX2? A mio pare un appassionato di musica, con predilezione per il jazz, il pop, le voci maschili e femminile (pur senza preclusioni per gli altri generi musicali), che cerca un ascolto di buon livello qualitativo, a livelli condominiali o da “easy listenig”, senza spendere un patrimonio, e senza dover stravolgere la vivibilità dell'ambiente domestico. Un appassionato però che è sensibile a certi particolari più segnatamente “audiophile” come il biwiring o la possibilità di ascoltare senza griglie. Le BX2 possono risolvere le esigenze di chi vuole un impianto stereo “classico”, ma anche di chi vuole fruire meglio dell'ascolto della TV o dei film in DVD e bluray (in effetti l'unica utilità che intravedo per le spugne è con i film “ad effetti speciali” dove le medio basse sono di norma enfatizzate). La “leggerezza” in gamma bassa del diffusore può essere addirittura un vantaggio in caso di inserimento su mensola o in libreria (probabilmente la collocazione più “usuale” cui il diffusore è destinato).

 

Pagella Monitor Audio Bronze BX2
Design e costruzione    3/5    Realizzazione economica e tradizionale, impreziosita da una punta di ricercatezza.
Universalità    4/5    Diffusore multipourpose.
Suono    3/5    Suono godibile ed equilibrato.
Concretezza    4/5    Ottima unione di qualità audio, estetica e street price.
Valore    4/5    Eccellente rapporto qualità prezzo.
Voto complessivo 18/25
 

di Enrico Felici

  • Thanks 3

1 Comment


Recommended Comments

Utile la tua descrizione,avute tempo fa nel mio ambiente di 15mq e nel mio caso ricordo il vantaggio del reflex anteriore che non interagiva con la parete posteriore.. lo trovai un toccasana.

mi ritrovo sulle tue righe, poca spesa tanta resa ma come capita a molti queste diventano solo l'antipasto.

Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.