Jump to content

Bose 901, la Leggenda é ancora viva


dadox
 Share

Recommended Posts

poeta_m1
Il 22/4/2021 at 11:57, dadox ha scritto:

Corretto. Cerchiamo peró di un andare troppo fuori argomento, le 802 son tutt’altro diffusore, richiedono un eventuale altra apertura in separata sede.


Mi piacerebbe molto approfondire sulle 802... vorrei da sempre provare le 901 ma non avendo la possibilità di posizionarle nel modo corretto, ho sempre rinunciato.

Mi sono sempre chiesto se le 802 possano fornire un buon risultato in ambiente domestico.

Link to comment
Share on other sites

@poeta_m1 Presumo di si, sebbene la 802 sia più appartenente ad un sistema di rinforzo di carattere pro. Non potendo fisicamente scendere di frequenza come la 901 vista la mancata presenza della matrice acustica, solitamente vengono abbinate ad un controller elettronico multiplo in luogo del solo equalizzatore delle 802 e un sub (originariamente il Tandem Tuned Bass System), in modo da equalizzarli entrambi. Va ricordato che prima è nata la 901 come diffusore completo per uso hi-fi, qualsiasi altra variante concernente i drivers HVC sono destinate in quasi tutti i casi al pro, poche soluzioni per uso privato. I drivers HVC stessi paiono tutti esteticamente uguali, ma nella sostanza variano di impedenza in produzione secondo esigenza di configurazione in base al modello di diffusore che li ospita, per cui non bisogna mai dare per scontato che perché esteticamente identici siano universali. Sarà per quella ragione che quelli delle 901 li contraddistingui dal colore azzurro (tranne l’ultima serie, che è di un grigio chiaro quasi trasparente), proprio per evitare di fare stupidaggini in caso di sostituzione.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, poeta_m1 ha scritto:

Mi sono sempre chiesto se le 802 possano fornire un buon risultato in ambiente domestico.

Le 802 sono al massimo in grado di scendere sino a circa 55hz se pilotate da sole, senza altri diffusori di rinforzo. Mentre la 901 scende fino ad una 30ina di hz (32, se non ricordo male).

Link to comment
Share on other sites

Stereo

@poeta_m1 io le possiedo (802 series II) e le utilizzo in casa con soddisfazione, collegate all'impianto hifi.

Confermo che scendono fino a ca. 50Hz (come da specifiche Bose), ma il genere musicale che io ascolto (disco music) raramente contiene frequenze inferiori.

Link to comment
Share on other sites

giagiu
11 ore fa, poeta_m1 ha scritto:

vorrei da sempre provare le 901 ma non avendo la possibilità di posizionarle nel modo corretto, ho sempre rinunciato.

Purtroppo concordo con poeta_m1: è la difficoltà di posizionarle che frena l'acquisto.

Su subito una bella coppia serie VI vicino a casa a 1000 euro 🤷‍♂️

Link to comment
Share on other sites

@giagiu Non è tanto questione di posizione, ma di lasciar loro un poco di “aria attorno”. Quanto spazio può chiedere una grande Tannoy, una Wilson da svariate decine di migliaia di euro, una Sonus Faber al top? Va calcolato il fattore forma,, più lo spazio attorno a loro, onde evitarne il contatto accidentale per non incidentarle fisicamente (anche una righina su certi oggetti ne sminuirebbe il pregio). Quindi, come condizioni siamo lì, solo che le 901 dello spazio ne fanno uso tecnicamente (essendo fisicamente minuscole a paragone delle altre monumentali). E non è detto che debba essere di mattoni. Basta sia riflettente e non assorbente. Poi il suono, una volta che ha trovato la strada per “allargarsi” verso chi ascolta, si serve di quello che trova in ambiente per arrivare all’orecchio, proprio come succede quando suona uno strumento musicale o la voce umana in un teatro.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...

 

Buongiorno, vorrei chiedere qualche informazione a chi le ha avute 🙂

Se uno volesse provarle, qual è la serie migliore e quale potrebbe essere un buon prezzo in buone\ottime condizioni?
Non riesco a capire se i dettagli sono abbastanza buoni e se le medie e basse frequenze sono corpose. 
Mi sembra di aver capito che riescano a scendere verso i 35hz.
Ultimo: vanno bene per tutti i tipi di musica? Ogni tanto ascolto acustica ma più spesso generi veloci e con molti bassi, tipo dance e metal?
Grazie per le vostre opinioni!

 

Link to comment
Share on other sites

@Webby Ciao. Fermo restando che la 901 non concede molte possibilità di approssimazione nelle misure di installazione, le tolleranze stanno tutte entro certi parametri, pena la mancata corretta riproduzione in ambiente, il modello diciamo “maturo” è il serie IV.
Il V ed il VI hanno ricevuto miglioramenti minori, più che altro per cavalcare l’era digitale, giusto per restare in auge come progetto, piccole migliorie nell’elettronica. L’ultima versione ha beneficiato di driver completamente rivisti. Escluso questo modello, le altre versioni adottano i tradizionali drivers azzurri. 
Rispettando le regole di cui sopra, forte del suo modo di porre la musica, è versatile e neutro, crudele con le incisioni mal fatte, ma quando un brano è inciso bene, ne viene fuori tutta la sua musicalità. Se ascoltando la musica moderna però vai cercando, nonostante l’estensione ottenibile verso le basse frequenze, non ti restituiranno mai il classico “punch” stile discoteca, per il fatto che il suono viene propagato per riflessione, come una lampada alogena puntata verso il soffitto, anziché diretta. Ma in compenso le basse sono molto realistiche e musicali. Una incisione ben fatta di un pedale d’organo a canne è qualcosa che va ascoltato per crederci. 😊

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@dadox
Ti ringrazio molto dadox!
Andrò a controllare bene se nella mia stanza riuscirei a collocarle correttamente e poi, eventualmente, aspetterò una buona occasione… Mi incuriosiscono davvero.
Auguro un buon proseguimento a tutti.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Webby ha scritto:

Mi incuriosiscono davvero

Da un lato ne sono felice, dall’altro invece mi rattrista sentire “che incuriosiscono” un paio di diffusori che sin dai tempi della commercializzazione della prima serie sollevarono un polverone, mandando letteralmente allo sbaraglio l’intera concorrenza del settore. Ma evidentemente nulla è per sempre, seppur io in base ai mei tanti anni di ascolti (e sul groppone) io ancora non sia riuscito a trovare un degno rivale nella sua categoria di prezzo, e anche ben oltre. Non mi dilungo nel tirate in ballo marche, ma nessun altro diffusore al mondo ha mai ricevuto il merito di Leggenda. Il resto è superfluo. 😊

Link to comment
Share on other sites

@paolosances @Webby vero, ove e quando possibile optare per esemplari che includano anche i piedistalli, sebbene ciò che importa è sia lo spazio di “aria” necessaria attorno ai diffusori. Sarebbe già sufficiente una pila di tomi 📚della scuola media di quell’altezza (sui 45) ed appoggiarvi sopra le casse, per quanto esteticamente discutibile possa essere. Prima dell’uscita di scena (2016), i piedistalli erano stati inclusi nell’acquisto e non più opzionali nell’ultimo restyling. Poi, il primo campanello di allarme che si avvertì dopo tale iniziativa…la versione in noce ha iniziato ad esser non più inclusa sui siti online, tranne che in quello statunitense, e infine dal 2016 la reperibilità è rimasta solamente relegata agli acquisti online, gli store fisici non avevano più la possibilità di farne richiesta. Nello stesso anno, scatta per legge l’onere per il costruttore di garantire alla clientela per 5 anni ricambi ed assistenza al prodotto fuori catalogo. Cosa che di cui posso ritenermi fortunato, avendo beneficiato per un pelo della situazione ad inizio 2021. La cosa mi ha permesso di ritrovarmi i diffusori come fossero nuovi…nuovi tutti e 18 i drivers, equalizzatore attivo sostituito, ma questa iniziativa Bose l’ha un po’ fatta passare in sordina, ne veniva a conoscenza solamente chi e quando avesse modo di informarsene attraverso i numeri verdi o il sito. 
Detto ciò, tornando agli acquisti sull’usato, la cosa migliore è di optare per un usato il più recente possibile, cioè la serie VI ver.2 (o Mk2, come è stata più semplicemente ri-battezzata dai più), perché adotta il driver di ultima generazione. Andando a passo di granchio, optando quindi per le serie precedenti, non consiglio di scendere al di sotto della serie III, quest’ultima fu considerata la prima vera serie di un progetto definitivo, il quale da ora in poi subì miglioramenti solamente di migliorie non così drastiche come la serie I e II, che erano in cassa chiusa. Unico accorgimento, esclusa l’eventuale ricappatura dell’equalizzatore attivo, controllare bene i drivers, i quali, essendo tutti in serie, se uno è in corto, il diffusore non suonerà (il che è difficile accada), ma che le sospensioni siano ok, non usurate, e che nessuno le abbia in precedenza ribordate, di un tipo errato. Le corrette, essendo a forma di “M” (viste di lato), assolvono alla condizione di bassa escursione/massima escursione delle membrane. Spesso molti sbagliano la sostituzione, compromettendone le prestazioni (e dover rifare tutto daccapo) perché considerano il solo diametro, e non la forma. Se poi si aggiunge il fatto che Bose non ha mai ribordato altoparlanti, ma direttamente sostituiti in caso di necessità, la dice lunga su quanto il lavoro di ribordatura debba essere fatto bene. 
A livello estetico, piccoli lavori di lifting dei cabinet, se presenti righette o scalfitture, nulla che un bravo falegname, o restauratore di mobili non possa rimediarvi 🪚😌 😊

Link to comment
Share on other sites

@dadox Grazie dei consigli! Pensavo che il modello più riuscito fosse il IV...
Inizierò a tenere in considerazione anche le vi mk2.
Dovrò purtroppo verificare se le posso posizionare correttamente, o almeno sapere di rischiare il meno possibile e al limite rivenderle…
Sempre che non arrivi prima un'offerta JBL 🙂

 

Link to comment
Share on other sites

@Webby La più mature in senso “completa” è sicuramente la IV. La serie V e VI sono maturate sotto il profilo come dire…tappabuchi per gli audiofili incalliti. Del resto il sistema 901 è come principio di progetto, facilmente aggiornabile tramite l’elettronica del loro equalizzatore. In effetti, per chi possiede ad esempio una serie V, vi è piena compatibilità con l’equalizzatore della VI. Meglio che passare alla sostituzione della coppia che già si possiede di diffusori che magari costano pure cifre esorbitanti.
Riguardo Jbl, occhio che con Bose a paragone sono da sempre stati agli antipodi. Difficilmente le preferenze di un marchio si conciliano fra loro. Ti inoltri in una situazione difficile da cavarci il classico ragno dal buco. Ci sono eccezioni, beninteso. Tempo fa vendetti le Jbl che avevo rimesso a nuovo, un tale è partito dal Veneto per venirsele a prendere tutto entusiasta, ma quando vide le 901 (che erano su un mobile) che facevano spazio alle Jbl (e lui le conosceva bene), in quel momento connesse, mi propose di vendergliele al posto delle altre 😄. Come vedi, ognuno ha il suo modo di interpretare il suono proposto dai diversi marchi. 😊 Ma l’eccezione conferma la regola.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.