Jump to content

Dac senza tempo


Oscar
 Share

Recommended Posts

@Oscar  Un po' per esprienza personale,  un po' per pareri di altri amici appassionati,  sono saltati fuori negli ultimi anni i nomi di questi "Dac senza tempo",  che vorrei qui riassumere:

Mark Levinson 35, 30.5 e 30.6

Stax Dac-X1T

Sonic Frontiers SFD2 MkII

Wadia 9, 2000 e 64.4

x Oscar:  hai mai avuto occasione di provarli/ascoltarli?

Thanks,

Max

 

Link to comment
Share on other sites

Gingobiloba

@Oscar Caro Oscar bellissima recensione, da vero giornalista Hi END, con cui mi ci ritrovo pienamente avendo posseduto da tanti anni un DAC Mark Levinson 35 il fratello più povero per modo di dire del 30.6 perché anche questo da nuovo costava parecchio.

 

Possiedo anche io un lettore CD sony di un buon livello nella versione 7ESD che ha un gran suono, ma non è a livello di un DAC mark levinson, quando si provano certi oggetti si capisce che cosa si intende per suono ai massimi livelli, non c'è storia ho in casa Denon, Sony, YBA, Maratnz, Philips  ecc... ma questo DAC li batte tutti, senza grinta o cattiveria, solo porgendoti il suono con grande trasparenza e senza aver necessità di fare il fenomeno sparando certe frequenze, fa il suo lavoro con grande compostezza solo come i grandi apparecchi sanno fare.

 

Infatti quando partono le polemiche sul formato CD che non suona a me viene da sorridere, non è che il CD non suona, sono le registrazioni che sono state trasferite appositamente su questo formato per suonare compresse, ma se avete qualche buona incisione su CD un DAC di un certo livello non vi fa neanche desiderare il vinile il bobine o altri oggetti sicuramente di fascino e di gran suono, ma di complicata fruibilità.

 

Vi allego anche una recensione sul DAC 35 dove se ne parla molto bene:

 

https://www.stereophile.com/content/mark-levinson-no35-da-processor

 

Il mio attualmente è in riparazione, speriamo torni a nuova vita.

Link to comment
Share on other sites

43 minuti fa, Gingobiloba ha scritto:

mio attualmente è in riparazione, speriamo torni a nuova vita

Questo è il problema principale del vintage di qualità, tenerlo in perfetto ordine,cosa spesso non economica, soprattutto con le vere vecchie glorie del passato.

Link to comment
Share on other sites

 

1 ora fa, Gingobiloba ha scritto:

Il mio attualmente è in riparazione, speriamo torni a nuova vita.

 

Facile, poi dipende che problema ha e dove è in riparazione, ma a scanso di tragedie sono macchine che durano assai.

Link to comment
Share on other sites

11 ore fa, Oscar ha scritto:

La prima cosa che si nota è la totale silenziosita del sistema, quasi innaturale per quanto è "profondo" il silenzio.

 

11 ore fa, Oscar ha scritto:

La scena si dipana nelle tre dimensioni, con una notevole profondita e larghezza, con anche una certa magnificenza nell'avvolgerti, ma senza essere mai sparata in faccia, come invece fanno molti altri impianti.

 

11 ore fa, Oscar ha scritto:

Ma è con le registrazioni di altissimo livello che le vere peculiarita di questo dac escono fuori: usa la frusta per controllare tutto, ma lo fa con delicatezza, per non far male al suono.

 

Ho citato queste parti della tua disamina, perchè mi sono ritrovato con le stesse sensazioni con un'altro DAC senza tempo del passato.

Io quando decisi di acquistarlo ho avuto la fortuna di poterlo confrontare con un nuovissimo R2R con femtocazzi e femtomazzi... e la differenza per me è stata tutto a vantaggio del vecchietto...

Sono confronti che andrebbero fatti più spesso, estendendo la cosa magari non solo ai DAC ma anche alle elettroniche e ai diffusori. 

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@maxnalesso ti posso assicuare che @Oscar i dac levinson che citi non solo li ha non solo ascoliati ma ha anche restaurati, anzie credo che abbia messo le masi su tutta o quasi la produzione digitale levinson, incluso il cdp 390s e almeno una delle meccaniche levinson di punta.

Lo stax non credo sia mai passato a casa sua, è davvero raririssimo, ma aspettiamo che ci dica lui stesso

Link to comment
Share on other sites

Gingobiloba

@Turandot Concordo mi ci trovo pienamente in questi punti che hai ripostato.

 

Quando si provano certi oggetti capisci che cosa è l'HI-END il suono scorre fluido e non ti stufi mai di ascoltare,  se mi capita di andare in certe salette demo e vedo certi transatlantici milionari suonare mi viene da ridere, quando penso che con poco (per modo di dire) puoi avere veramente lo stato dell'arte nel formato CD.

 

Mi ripeto a questi livelli anche il CD se registrato bene suona di brutto 🙂

 

Se poi ci metti uno streamer via coax queste vecchie glorie tornano a splendere

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@maxnalesso le elettroniche Mark Levinson posso dire di averle avute tutte tra le mani.

Idem per le Wadia e Sonic Frontiers.

Le Stax, a parte le cuffie e poco altro ancora, non ho mai avuto la fortuna.

Link to comment
Share on other sites

Per sparata in faccia intendo lo pseudo effetto "monitor", non la pressione sonora in generale.

A pressione sonora massima sono messo abbastanza bene e lo sanno anche i miei vicini dell'altro isolato...

Link to comment
Share on other sites

Gingobiloba

sarebbe interessante avere il contributo di chi ha posseduto anche lo Stax Dac-X1T. 

 

Un conoscente che lo ha avuto ne parlava un gran bene, collocandolo fra i top.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

@Gingobiloba il levinson 35 e il 30.5 usano gli ultra analog il levinson 30.6 no. I'audio sinthesys che ho avuto montava anche lui gli ultra analogue ma non suonava come i levinson

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...