Jump to content

Perché è giusto boicottare atleti e artisti russi


Roberto M
 Share

Recommended Posts

appecundria
4 ore fa, Roberto M ha scritto:

E perché non c’entra nulla il “Razzismo”.


L'elemento discriminante è unicamente l'appartenenza alle etnie stanziate nei confini della Federazione Russa.

Non so come si potrebbe chiamare questo principio, forse "La Difesa dalla Razza"?

D'altra parte, non è male abituarsi alla censura delle arti fin da subito, le elezioni si avvicinano.

Link to comment
Share on other sites

appecundria
1 ora fa, mozarteum ha scritto:

proprio per la plebiscitaria adesione della popolazione alla campagna di Putin.

Sì moz, ma bisogna decidersi. Questo Putin o è un condottiero beneamato dal popolo o è un feroce dittatore. Nella più probabile seconda ipotesi, sappiamo quanto valgono le adesioni plebiscitarie.

Link to comment
Share on other sites

mozarteum

Certo valgono poco. Ma l’isolamento serve a quella domanda: ma chi ce lo fa fare. E’ una domanda che possono porsi anche i prossimi al duce che dispongono di ambizioni di subentro 

Link to comment
Share on other sites

mozarteum
8 minuti fa, dariob ha scritto:

colpe dei governanti

non ricadono sulla cultura espressa dai singoli e dell'intera nazione.

Troppo facile

Link to comment
Share on other sites

Roberto M
14 minuti fa, appecundria ha scritto:

Questo Putin o è un condottiero beneamato dal popolo o è un feroce dittatore

Le due cose non sono in contraddizione.

Anche Hitler e Mussolini erano feroci dittatori, come Stalin e Cheasescu, ed avevano l’80% dei consensi.

Link to comment
Share on other sites

Roberto M
15 minuti fa, mozarteum ha scritto:

Ma l’isolamento serve a quella domanda: ma chi ce lo fa fare. E’ una domanda che possono porsi anche i prossimi al duce che dispongono di ambizioni di subentro 

Esattamente.

Specialmente quando gli oligarchi amici suoi costretti a chamagnare sul mar nero o al massimo a Dubai poi si incazzano e gli presentano il conto.

Link to comment
Share on other sites

Adesso, peng ha scritto:

però gli oligarchi sambrano un po' cagionevoli di salute ultimamente. 

Più Mar morto che Mar nero...

Link to comment
Share on other sites

Martin

Sul subentro di oligarchi c'è da osservare che non è detto che in attesa ci siano dei paladini della democrazia liberale. La Russia e in generale gli slavi sono clienti difficili da accontentare politicamente se non gli fai assaggiare prima e sul serio di quante divisioni corazzate disponi. 

Link to comment
Share on other sites

mozarteum

 

12 minuti fa, Roberto M ha scritto:

massimo a Dubai

La nuova Montecarlo.

Posti da bauscia crasso

Link to comment
Share on other sites

Roberto M
34 minuti fa, appecundria ha scritto:

L'elemento discriminante è unicamente l'appartenenza alle etnie stanziate nei confini della Federazione Russa.

Non so come si potrebbe chiamare questo principio, forse "La Difesa dalla Razza"?

No, la discriminante e’ che sono lavoratori del mondo dello spettacolo con una vasta platea (nessuno pensa di discriminare tutti gli altri lavoratori) che appartengono ad una nazione nazista in guerra con noi che tutti i giorni sta commettendo crimini contro l’umanita’.

Secondo la tua tesi gli americani sarebbero stati “razzisti” per non aver invitato agli oscar Leni Rinfenshtal (ovvero la piu’ grande regita dell’epoca).

Puoi fare meglio Bruno.
 

 

Link to comment
Share on other sites

appecundria
29 minuti fa, Roberto M ha scritto:

Stalin e Cheasescu, ed avevano l’80% dei consensi

Vero, Mussolini ha ancora il 49%

11 minuti fa, Roberto M ha scritto:

che appartengono ad una nazione

Esatto, si chiama discriminazione razziale. Dai che lo sai meglio di me...

Link to comment
Share on other sites

appecundria
13 minuti fa, Roberto M ha scritto:

Secondo la tua tesi gli americani sarebbero stati “razzisti”

Diciamo che gli americani non sono proprio esemplari in materia di razzismo. Hanno fatto buoni passi avanti ma la strada è ancora tanta. 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Roberto M ha scritto:

Vorrà dire che torneremo a Mosca con le collant.

tuo figlio magari...😆

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Roberto M ha scritto:

magari si sono fregati pure l'uranio è al suo posto c'hanno messo dentro un mattone.

si sono fregati le valvole che che trasmettono il segnale del bottone rosso... ma anche il bottone poare non sia originale, è un tappo di birra pitturato col pennarello... 

Link to comment
Share on other sites

31canzoni

Kirill Serebrennikov, il regista dissidente russo a Cannes 2022: "Quella in Ucraina è una guerra, ma l'arte è più importante della politica"

Per ironia della sorte, Serebrennikov arriva al festival (Cannes) mentre si parla di boicottaggio della cultura russa che, sottolinea, non ha niente a che vedere con la guerra: "La nostra creatività ha sempre approfondito l'anima, la fragilità umana, ed è contro la violenza. La nostra è una cultura contro la guerra ed è sbagliato boicottarla. La cultura russa racconta di quanto l'uomo sia fragile, quanto sia preziosa ogni vita"

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

stefanino
3 ore fa, Roberto M ha scritto:

Non è che siccome a tutti piace la musica e gli artisti si può fare una eccezione ".

Le responsabilità sono dirette e personali

Essere amico di Putin non significa nulla anche  in paesi dove non si riempiono  la bocca di libertà individuali democrazia e diritti costituzionali

Bisogna avere il coraggio di dire chiaro e tondo che metti in difficoltà una persona nota e in vista perché faccia pressioni e che lo fai partendo da un dato semplice ovvero l ‘ etnia cui appartiene.

Se i democraticissimi  occidentali ammettono di usare il razzismo per private di normalissimi diritti specifiche persone perché facciano pressioni in patria posso anche capirlo. Ma a questo punto bisogna capire che tutti i nostri riferimenti a democrazia e libertà sono puttanate che evaporano di fronte al desiderio di risolvere una crisi usando il ricatto.

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

aldofranci

Le cose fatte in maniera indiscriminata sono sempre e per definizione fasciste. 

Non sono una risposta né giusta (ma di fronte a ben peggiori abominii uno può, al limite, fottersene) né efficace. 

Link to comment
Share on other sites

 Share




×
×
  • Create New...