Jump to content

Perché è giusto boicottare atleti e artisti russi


Roberto M
 Share

Recommended Posts

mozarteum

Ma che c’entra il razzismo. Ucraini e Russi sono stessa razza ad esempio (ammesso che si possa usare questo termine in senso identificativo)

Link to comment
Share on other sites

Roberto M
33 minuti fa, melos62 ha scritto:

Non c'entra nulla il razzismo, si tratterebbe di misure di pressione politica, comuni nelle relazioni diplomatiche, non dissimili dalle decisioni in materia doganale, solo molto più forti perché occorre esprimere con chiarezza la riprovazione massima per quel che la Russia sta compiendo deliberatamente in Europa. 

 

30 minuti fa, mozarteum ha scritto:

Tanto ci vuole a capire

Sto proprio perdendo i colpi, e’ dall’inizio che cerco di spiegarlo e non riesco a farmi capire.

 

Link to comment
Share on other sites

ferrocsm
35 minuti fa, Cano ha scritto:

Quando discrimini

Già allora siccome in Italia ci sono stati oltre duemila morti riconducibili ad organizzazioni mafiose, allora logica vuole che gli italiani siano tutti mafiosi e pertanto non iscriviamo italiani a qualsiasi evento, almeno fino a che non hanno debellato tutte le loro organizzazioni mafiose. Sai che ho idea che nessun evento sia esso sportivo, culturale, o di qualsiasi altro genere vedrebbe mai nessun partecipante di nessuna nazione al mondo che potrebbe iscriversi?  

Link to comment
Share on other sites

melos62
3 minuti fa, ferrocsm ha scritto:

Già allora siccome in Italia ci sono stati oltre duemila morti riconducibili ad organizzazioni mafiose, allora gli italiani sono tutti mafiosi

Ferruccio, questa che riferisci è una visione etica delle relazioni geopolitiche che non trova riscontro nella realtà. Le sanzioni fanno parte dell'armamentario della diplomazia,  come le armi tattiche e strategiche. Si crea un fastidio perché la parte avversa abbia interesse a cessare il comportamento sanzionato. Giusto o ingiusto c'entra poco in guerra, e siamo in una forma nuova di guerra con un soggetto che ci considera estranei e ora anche nemici.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

mozarteum

Questo e’: isolamento come forma di pressione diplomatica a finire una aggressione

militare. Quest’ultima rende la situazione non comparabile a quella di mafie, oppressioni interne ecc.

Distinguere sempre e ideologizzare poco

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

29 minuti fa, ferrocsm ha scritto:

siccome in Italia ci sono stati oltre duemila morti riconducibili ad organizzazioni mafiose, allora logica vuole che gli italiani siano tutti mafiosi e pertanto non iscriviamo italiani a qualsiasi evento, almeno fino a che non hanno debellato tutte le loro organizzazioni mafiose

Esatto 

Link to comment
Share on other sites

marce61
2 ore fa, Roberto M ha scritto:

cerco di spiegarlo e non riesco a farmi capire.

Stai sprecando inutilmente energie contro un muro di illogiche certezze e fallacie. Passa oltre, stai giocando a scacchi contro un piccione  che pensa di essere Spassky...

Link to comment
Share on other sites

goldrake7

quindi è giusto escludere paraplegici alle competizioni internazionali, (magari contrari alle politiche di Putin), che si sono allenati e preparati per anni all'evento, perché purtroppo sono nati a SanPietroburgo?

 

questa esclusione chi veramente colpisce Putin o l'atleta paraplegico ?

Link to comment
Share on other sites

goldrake7

così come è stato impedito di partecipare ad concorso internazionale i gatti poiché colpevoli di essere nati ed allattati da un gatta su suolo  russo

.

.

siamo arrivati all'isteria collettiva 

Link to comment
Share on other sites

lello64
2 minuti fa, goldrake7 ha scritto:

così come è stato impedito di partecipare ad concorso internazionale i gatti poiché colpevoli di essere nati ed allattati da un gatta su suolo  russo

 

pensavo che la più demenziale fosse quella del divieto ai ballerini ucraini di portare in scena il lago dei cigni ma questa le batte tutte

Link to comment
Share on other sites

55 minuti fa, goldrake7 ha scritto:

quindi è giusto escludere paraplegici alle competizioni internazionali, (magari contrari alle politiche di Putin), che si sono allenati e preparati per anni all'evento, perché purtroppo sono nati a SanPietroburgo?

Se sei razzista è giusto 

Link to comment
Share on other sites

dariob
7 ore fa, lello64 ha scritto:

pensavo che la più demenziale fosse

No, la peggiore è stato il divieto a uno studioso di tenere un corso su Dostojevski in una università toscana,

 da parte del rettore!

Che poi, se ricordo bene, ha fatto marcia indietro, ma testimonia il livello a cui si può giungere ( oggi A.D. 2022).

Una universtà! -  Galileo non è servito a nulla.

 

Link to comment
Share on other sites

appecundria
21 ore fa, melos62 ha scritto:

Non c'entra nulla il razzismo, si tratterebbe di misure di pressione politica, comuni nelle relazioni diplomatiche, non dissimili dalle decisioni in materia doganale,

Ho cercato senza successo una qualsiasi disposizione in merito di una qualsiasi autorità nazionale o sovranazionale competente.

Magari esiste e io non la trovo.

Per poter parlare di "misure diplomatiche" occorre che esista la misura. O mi sbaglio?

O almeno avere una chiara indicazione. Draghi ha detto di andarci piano coi climatizzatori e io lo sto tenendo spento a casa, in ufficio e pure in auto. Non mi occorre una legge.

Mi pare invece che questa scelta sia fatta in base alla campagna elettorale del sindaco e alla sua sensibilità verso il tema della discriminazione razziale. Sentito il parere del consolato ucraino che ormai conta più del TAR.

Hai voglia a scrivere "Non c'entra nulla il razzismo" senza superare queste obiezioni.

Link to comment
Share on other sites

appecundria
21 ore fa, Roberto M ha scritto:

e non riesco a farmi capire

Guarda, senza stare a perdere troppo tempo in chiacchiere, a me basta che tu riporti quale autorità competente ha emesso questa direttiva.

Altrimenti, scusa, io posso picchiare il primo piemontese che incrocio perché (a mio insindacabile giudizio) è complice di quel criminale di Cavour nell'invasione di Napoli e nell'uccisione di 600mila sudditi borbonici che non hanno voluto giurare fedeltà all'invasore.

È così? Ognuno si sveglia e decide le misure diplomatiche?

Link to comment
Share on other sites

appecundria
18 ore fa, marce61 ha scritto:

scacchi contro un piccione  che pensa di essere Spassky...

Senti, Fischer, tu puoi riportare il provvedimento di autorità che stabilisce chi può cantare in teatro?

O lo riporti, e ti ringrazio anticipatamente, oppure sei come quelli che gridavano "fuori i professori ebrei dalla scuola".

Link to comment
Share on other sites

Roberto M
1 minuto fa, appecundria ha scritto:

quale autorità competente ha emesso questa direttiva.

Le autorita’ tecnicamente competenti.

Chi e’ competente a decidere chi deve partecipare alla champions league ?

La UEFA e’ l’autorita’ competente e giustamente ha deciso di estromettere la nazionale e le squadre russe.

Chi decide chi deve dirigere i Wiener Philharmoniker ?
Lo decidono loro e quindi sono competenti ad estromettere un direttore russo amico di Putin. 

Il tutto dietro l’invito di governi (come quello Ucraino o quello inglese) che invitano gli organi competenti ad adottare queste giuste decisioni di pressione sul governo russo, per fargli smettere la criminale invasione nazista.

 

 

Link to comment
Share on other sites

appecundria
2 minuti fa, Roberto M ha scritto:

dietro l’invito di governi (come quello Ucraino

Quindi decide il capetto locale, magari su pressione del nuovo TAR. Come volevasi dimostrare, si può chiudere.

Link to comment
Share on other sites

 Share




×
×
  • Create New...