Jump to content

Testine per musica Classica.


iBan69
 Share

Recommended Posts

Riporto all'attenzione questo thread per alcune considerazioni personali per esperienza diretta.

Le Benz che ho posseduto negli anni e le Hana stanno in due mondi paralleli e mai sovrapponibili, le prime fanno della neutralità tendente al caldo e della raffinatezza in gamma alta la loro peculiarità. Le seconde della dinamica naturale e mai forzata del timbro e della neutralità assoluta la loro caratteristica principale. Io preferisco le seconde come filosofia ma ognuno ha i suoi gusti e su questo non si discute. Poi chiaramente tutto dipende dai modelli utilizzati ma a mio parere il marchio di fabbrica resta quello. Le Lyra sono un tantino più audiofile come impostazione e più difficili da assecondare nel senso che se messe a punto bene e nella giusta configurazione  e in impianto equilibrato "eccellono" in tutto ma spesso mi è capitato di non ascoltarle nel modo corretto e i timbri viravano verso un suono meno convincente. Una parola devo spenderla pure per la Ortofon quintet black una testina "sana" ma non emozionante con alti un poco indietro. Spettacolare invece la AT ART 9 vecchio tipo (non ho sentito la versione XI ora in produzione) che direi rivaleggia con la HANA ML su molti parametri come timbro, dinamica e coinvolgimento emotivo , forse ha un pizzico di raffinatezza in più in gamma alta che la fa preferire e di contro un leggero "calore" sul medio che la penalizza. Queste prove sono state fatte direttamente sui miei gira Vertere MG-1 e Rega RP 10 con pre fono Allnic 1202 sia tramite il suo step up interno che tramite step up esterno Hashimoto HM-7.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators
cactus_atomo

Per la classica vedrei bene una Lyra, la vecchia lidian che si poteva denudare ad esempio, ma anche una zxy

Link to comment
Share on other sites

Armando Sanna
16 ore fa, Modelone ha scritto:

Una parola devo spenderla pure per la Ortofon quintet black una testina "sana" ma non emozionante con alti un poco indietro.

Sono d’accordo , per me è  una testina non molto emozionante, nel senso che non ti prende negli ascolti rimanendo a mio avviso un po troppo controllata con una notevole messa a fuoco ma non ti entusiasma .

Di diverso stampo la EMT 006 dove la dinamica, il dettaglio e il palcoscenico sonoro ti coinvolgono e trasportano nell’evento .

Ho letto che qualcuno la consiglia moltissimo per la classica , io la ritengo semplicemente “all round “ ottima con tutti i generi musicali poiché è dotata di un gran ritmo .

Link to comment
Share on other sites

@Modelone grazie per la tua riflessione. Posso dire che tra modelli diversi della stessa marca di testina ne, ci sono differenze, queste possono essere accentuate anche da abbinamenti braccio/giradischi a loro volta diversi. 

La mia Benz LP Cardas la trovo stupenda, superiore a molte altre testine ascoltate in quella fascia e oltre, anche mia la Lyra Delos si è rilevata una gran bella testina, molto raffinata anche se un po’ più “leggera” della Benz. 

Un domani, mi piacerebbe provare una Hana, ma per confrontarla con la mia Benz, bisognerebbe rivolgersi alla Umani Red, mentre per la Delos, forse basterebbe una Hana ML. Ma, al momento, mi godo le mie scelte.

Link to comment
Share on other sites

Il 4/4/2021 at 20:03, iBan69 ha scritto:

Comunque, sono rimasto sbalordito della resa di quella vecchia Denon DL 160 ... testina da 200€ stupenda!

Straordinario. C'è l'ho anch'io e la alterna o con una ortofon quintet Black shibata 

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Armando Sanna ha scritto:

Sono d’accordo , per me è  una testina non molto emozionante,

Per me è una grande testina che lascia spazio alla emozione indotra dalla musica. Per me i componenti  non deve emozionare ma servire la musica. Il motivo per cui preferisco kubelik a stokowski

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

FabioSabbatini

Le mie Benz LPs, Benz glider L, Ortofon A90, Koetsu urushi vanno tutte benone 

La Koetsu un po' più rompiscatole ma questione di gusti 

Ovviamente poi ci sarebbe da considerare anche il circo braccio gira pre DAC/ADC vari ecc...

 

Link to comment
Share on other sites

Armando Sanna

@stanzani

poco male , abbiamo visioni diverse su cosa ti deve dare una testina nella fattispecie.

A me non è piaciuta molto e riposa nella sua confezione , magari in un futuro potrò riascoltarla e magari potrà anche piacermi …

 

Link to comment
Share on other sites

angeloklipsch

Ho la AT 33Sa, testina dalla grana finissima, molto ariosa e raffinata sulle alte, bel punch. Ottima per la classica e jazz.

Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, angeloklipsch ha scritto:

Ottima per la classica e jazz.

Con il Jazz, prediligo testine più calde e corpose, con un’eccellente gamma media. Con la classica, invece, ariosa dettagliata e neutra. 

Link to comment
Share on other sites

@stanzani concordo con le tue sensazioni : la  160 è sull'rb300 del pt prima serie(quella con la levetta e i trim per regolare la velocità), per quello che costava un vero affare, ancora non capisco perché abbiano smesso di farla, mantenendo l'inferiore 110. La black sta sull'epa 250 dell'SL1025. 

PS

Comunque un ascolto a Stokowsky nona di Beethoven Decca Phase 4 ti consiglio di darlo. 

Buoni ascolti 

Link to comment
Share on other sites

23 minuti fa, 78 giri ha scritto:

Comunque un ascolto a Stokowsky nona di Beethoven Decca Phase 4 ti consiglio di darlo. 

Stokowski lo ascto volentieri ma il suo porgere la musica così... Estroverso molto yankee mi da sui nervi. Allora sul versante... soggettivo preferisco mengelberg. Fine OT. 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, 78 giri ha scritto:

ancora non capisco perché abbiano smesso di farla

è una domanda che si sono posti in molti.

La DL160 è sicuramente limitata agli estremi, ma perdona molto e consente ascolti molto rilassati. A me piace ancora moltissimo. 

Link to comment
Share on other sites

@iBan69

11 ore fa, iBan69 ha scritto:

Con il Jazz, prediligo testine più calde e corpose, con un’eccellente gamma media. Con la classica, invece, ariosa dettagliata e neutra. 

Abbiamo visioni opposte , l'hifi è bello perché vario.... 

Link to comment
Share on other sites

Delle mie testine attuali quelle che si esprimono meglio sulla classica sono la Miyajima Kansui, la Kiseki Purpleheart e la SPU Meister Silver. Ho da troppo poco tempo Koetsu Black (vecchia versione) e Zyx Airy1000S per esprimermi. Le altre sono più adatte a jazz e rock.

Link to comment
Share on other sites

Mah ,leggendovi sul l'uso di varie testine con i vari generi mi vien da pensare che alla fine sono tutte "equalizzazioni" come con i "cavi", alla fine,  penso che la migliore sia sempre quella che non ci mette di suo. Comunque la "neutralità" in tutti i sensi, dell'impianto (in questo caso testina)  personalmente penso vada sempre confrontata con gli strumenti amplificati e non dal "vero" Già alcune incisioni sono variamente e (in qualche caso)  pesantemente elaborate  dai "tecnici " del suono poi ci si mette (si aggiunge) quello che si pensa sia meglio per ascoltare e l'originalità esecutiva iniziale  alla fine non corrisponde più ( il tutto secondo me).Quindi alla fine: quale testina permette( fra Voi esperti che possedete questo gran parco di  costose testine) la migliore neutralità? 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.