Jump to content

Le nostre esperienze negative con gli operatori del settore hifi


transaminasi
 Share

Recommended Posts

transaminasi
23 minuti fa, codex ha scritto:

Questa non è una cortesia, è un atto di fede.

Posso capire una cauzione, un acconto, ma pagare in anticipo tutto mi sembra esagerato ed anche controproducente, dal momento che il distributore viene normalmente pagato con termini dilatori anche ampi.
Per tanti motivi che non sto qui a spiegare, con il semplice ritardo di un mese ti è andata anche bene.

E' capitato di agire in questo modo quando mi sono trovato di fronte rivenditori che in precedenza, non nel caso specifico, mi hanno mandato i prodotti (nuovi imballati) da provare senza impegno. Per questo ho deciso di fare il 'favore' rischiando un pochino.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
BEST-GROOVE
3 ore fa, transaminasi ha scritto:

che è un contratto avente forza di legge) per l'acquisto di diffusori nuovi imballati ricevendo invece una coppia di casse

ho letto ho letto, nel tuo caso la pretesa e corretta e fuori discussione.

Peró se ne leggono nel tempo talmente tante che fanno scuotere la testa da farla diventare rindondante.

Link to comment
Share on other sites

Tutto sommato un ex demo é già in parte rodato e se  qualche difetto di fabbrica  c'era se ne sono già accorti.

Quindi se il negoziante lo dice e lo sconto é buono forse  é più affidabile del nuovo.

Poi non parliamo di scarpe o vestiti che comunque sono toccati e provati da altri prima di essere venduti.

 Tutto sommato anche se qualcuno prima di me ha girato due manopole e pigiato due bottoni non mi formalizzo.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Gici HV

Negozio pro, chiedo se hanno delle Neumann kh310 da ascoltare, ne hanno solo un paio nuove, già vendute e ancora inscatolate, nessun problema, il commesso me le sballa davanti agli occhi e me le installa, dice che prima di venderle le testano per vedere se ci sono problemi, nessun cliente si è mai lamentato, anzi.

..il mondo pro è proprio un altro mondo..😉

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

transaminasi
1 ora fa, iBan69 ha scritto:

Il mercato HiFi, invece, è fatto anche da personaggi con la puzzetta sotto il naso

Secondo me è soltanto una forma di feticismo.

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

magicaroma

@dadox  a me fanno il nastro da imballaggio con il mio nome, ma non si farebbero nessun problema a scrivere Mark Levinson, Rolex o Parmigiano Reggiano 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

@magicaroma Mah, non capisco…adesso arriviamo a dubitare che un negoziante si prenda tale briga? Quindi sarebbe classificabile non più com negoziante, ma come...? A occhio non sai riconoscere un imballo fatto da un macchinario😳

Devi essere uno che ha fatto spesso visita al solo mercato dell’hifi usata. 😙

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

transaminasi
29 minuti fa, dadox ha scritto:

adesso arriviamo a dubitare che un negoziante si prenda tale briga?

Siamo quasi nei casi limiti secondo me. 

Link to comment
Share on other sites

27 minuti fa, transaminasi ha scritto:

Siamo quasi nei casi limiti secondo me. 

Insomma, si vede a schiocco di dita quando si apre un apparecchio uscito dalla fabbrica. A meno che non si ordini da un costruttore cantinaro, ma io ho sempre notato cartoni e doppi imballi dei costruttori, nastri fissati a macchina, sovente presenti le reggette in nylon, buste e relativi accessori stipati e confezionati a modo, nessun intervento esterno da primo disimballaggio...ne avrò maneggiati troppi...quindi me ne accorgo subito...😉

Una volta mi hanno cambiato un finale Carver. Per poi accorgermi quando andai a ritirarlo, che era sempre il mio, riparato e non sostituito, ho riconosciuto lo scotch per come lo avevo tagliato io in origine, ergo, ho piantato una grana non da poco e cambiato marchio.

Link to comment
Share on other sites

magicaroma

@dadox allora ti racconto la mia. Negozio di fiducia, frequentato per anni e comprato, non poco, prove a casa senza impegno, gli ho lasciato bei soldini e sempre con soddisfazione, persona cordiale, porte sempre aperte e impianti sempre in funzione. Una decina d'anni fa decido di cambiare lettore cd, vado in negozio ne provo un paio e decido per uno, gli dico "vabbè, fammi il prezzo e dammi questo", lui dice che il prezzo me lo fa comunque ma lo fa arrivare nuovo imballato. Vabbè, qualche giorno di attesa, il lettore arriva, lo porto a casa lo apro e diteli di quello che volete, ma non era nuovo; tante piccole cose, un'impronta, il cellophane leggermente sgualcito, era perfetto, ancora lo uso con  soddisfazione, ma non era nuovo imballato. Non ne parlo come una fregatura, ho avuto quello che volevo ad un ottimo prezzo ma tant'è.

Altro che fare visita spesso al solo mercato dell' hi-fi usato

Link to comment
Share on other sites

Se non lo "sapeste" a certi negozianti,(mica al cantinaro) le ditte costruttrici mandano pure i nastri di imballaggio originali,non occorre farseli fare.

Link to comment
Share on other sites

magicaroma

@transaminasi dopo qualche giorno commentando il suono del lettore dissi così, con nonchalance "ma sei sicuro che era nuovo?", si mise subito sulla difensiva e mi rispose in maniera piuttosto piccata "era nuovo si, perché?". Non ho ribadito, non avevo voglia di polemizzare, tanto più che ero soddisfatto dell'acquisto

 

 

Link to comment
Share on other sites

magicaroma

@nixie

2 ore fa, nixie ha scritto:

Se non lo "sapeste" a certi negozianti,(mica al cantinaro) le ditte costruttrici mandano pure i nastri di imballaggio originali,non occorre farseli fare.

Cercavo di essere diplomatico.

Comunque mi sembra anche giusto; se tutti vogliono sentire l'oggetto in negozio, provarlo in casa qualche giorno, comprarlo nuovo imballato con lo scontone e la permuta, bisogna pur trovare il modo di contentare il cliente 

Link to comment
Share on other sites

transaminasi
9 minuti fa, magicaroma ha scritto:

dopo qualche giorno commentando il suono del lettore dissi così, con nonchalance "ma sei sicuro che era nuovo?", si mise subito sulla difensiva e mi rispose in maniera piuttosto piccata "era nuovo si, perché?". Non ho ribadito, non avevo voglia di polemizzare, tanto più che ero soddisfatto dell'acquisto

La cosa strana è che tu avevi fatto presente che avresti preso quello che ti aveva fatto provare in negozio, cioè non sei stato tu ad aver 'preteso' il nuovo imballato ma è lui, non si sa per quale motivo (per fare il grandioso?), che ti ha proposto di consegnartene uno nuovo allo stesso prezzo. In pratica ha fatto tutto da solo:  si è preso il disturbo di ordinarne uno nuovo (ma chi gliel'ha chiesto??? anche se a quanto pare il disturbo non se l'è preso), non ti ha dato quello nuovo (complimenti per la correttezza...) e ha rimediato una figura da cioccolataio aggravata dal fatto di avere di fronte un cliente storico (eh bravo!). 

Link to comment
Share on other sites

magicaroma

@transaminasi infatti. Ancora me lo sto chiedendo, sono arrivato a pensare che forse non volendo ho fatto qualcosa che lo ha indispettito, chesso, una battutaccia, un'uscita infelice. Boh

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...