Jump to content

Pre e finali che hanno fatto la storia di Accuphase


GFF1972
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti, 

quale amante degli occhioni blu, vorrei conoscere di più anche le elettroniche Accuphase, la loro storia ed i pre e finali che vi sono entrati di diritto; vorrei, infatti, regalarmi una accoppiata pre e finale da ascoltare in studio, affiancandola ai miei McIntosh vintage (C28 e MC2105).

Qualche settimana fa, chiesi quali fossero pre e finali vintage di riferimento ed emerse che una accoppiata storica è stata il pre C-200 ed il finale P-250: me lo confermate?

Inoltre, lasciando il vintage e passando agli ultimi venti anni, secondo voi, qual è l’accoppiata pre e finale di riferimento che rappresenta al meglio il suono Accuphase?

Grazie,

Gianluca

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

@GFF1972

Ciao Gianluca,
l'icona del vintage Accuphase è senza dubbio l'abbinata C 200 / P 300, cui eventualmente unire per motivi collezionistici il sintonizzatore T 100.
Quanto agli ultimi anni, ti suggerirei di "assaggiare" la classe A Accuphase, magari un A 60 (oppure A 65) pilotato da un pre C 2410 oppure, meglio ancora, C 2810. Da verificare, per un uso con il giralp, se siano già dotati della scheda opzionale per il phono: quella per il 2810 è forse meno facile da trovare, sul 2410 vanno benissimo anche quelle in uso sugli integrati, assolutamente intercambiabili da almeno vent'anni a questa parte. 

Link to comment
Share on other sites

@codex Non mi risulta che il 2410 possa montare la scheda fono degli integrati (magari fosse possibile). Nel manuale viene indicata la AD-2810 che credo sia la stessa usata per il 2810. Il 2410 è comunque compatibile con l'attuale AD-2850.

Link to comment
Share on other sites

@proclo

Hai ragione, infatti il pre compatibile con le schede degli integrati è l'entry level del periodo, ovvero il C 2110.
Le altre schede, ad ogni modo, spesso si trovano già comprese negli apparecchi usati, vista la classe degli stessi, ma bisogna considerarne la presenza o l'assenza al momento della quotazione.

Link to comment
Share on other sites

@codex Grazie.

Io avrei trovato il pre C-200 ed il finale P-250; il pre, per altro, ha anche la scheda phono (penso che, all’epoca, le elettroniche Accuphase avessero di serie la scheda phono, divenuta, poi, opzionale). Il P-250 è molto al di sotto del P-300? Non vale, pertanto, la pena corteggiarlo?

Gianluca

Link to comment
Share on other sites

Il p 250 è un anno più giovane del p 300.

Di solito travasano dal più grande dell'anno precedente, al più piccolo dell'anno successivo. Non mi aspetto grandi differenze, e comunque non darei per scontato che siano a favore del 300.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, GFF1972 ha scritto:

il pre, per altro, ha anche la scheda phono

I pre di quell'epoca hanno ingressi phono molto sofisticati, trattandosi della sorgente principale, in uno appunto ai sintonizzatori AM-FM ed ai registratori a bobine o cassette.
Ho letto qualcosa a proposito del C 200 che illustrava le mirabolanti prestazioni appunto degli ingressi phono (più di uno, mi sembra) nel primo apparecchio realizzato dalla neonata Accuphase, allora "Kensonic".

Link to comment
Share on other sites

32 minuti fa, Ggr ha scritto:

comunque non darei per scontato che siano a favore del 300

Quando si acquista vintage un certo valore collezionistico bisogna pur attribuirlo a dei pezzi staccati che, all'epoca, venivano venduti insieme. Se poi si presentano occasioni di acquisto diverse, perché no?

Link to comment
Share on other sites

@GFF1972
Benissimo, allora vai a rendergli visita...

Poi magari ci racconti tu se ti sono piaciuti o meno, sempre rammentando che qui si tratta di riprodurre musica in maniera piacevole 😉

Link to comment
Share on other sites

Petergenius

Ho avuto per quasi 20 anni l'accoppiata C200 e P 300 che pilotava due Altec 15 e che dire.....davvero tante belle emozioni!!

Link to comment
Share on other sites

Petergenius

@GFF1972 Se ti può essere d'aiuto oltre al P300 ho avuto il P 260 ed il P400 che sono di poco successivi ed ho trovato in tutti e tre uno stesso "family sound" dunque penso che il P250 non si discosti molto dagli altri, riguardo l'affidabilità quando parli di Accuphase vai sul sicuro 👍

Link to comment
Share on other sites

Petergenius

@codex Grazie Mariano ,eravamo nei primi anni '80 e avevo all'epoca appena 16 anni e soprattutto la fortuna di avere un padre che ero riuscito a far appassionare all'hi-fi e pur brontolando mi aveva assecondato in quelle spese folli. Quell'impianto era completato da un giradischi Teksonor MT 101 con braccio SME IIIS ed una testina Stanton 881S e mi ha fatto compagnia per quasi vent'anni, come ripeto grandi emozioni e bellissimi ricordi😄 

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti, ho bisogno di una mano da chi conosce queste elettroniche: oltre al C200 e P250, forse ho trovato anche un C200 ed un P300; ho, però, una perplessità: questo P300, di cui posto una foto, ha una cornice nera, che non ho mai visto; è originale?

Grazie,

Gianluca

 

FD343906-B1FF-4130-BC61-17F787D4E526.jpeg

Link to comment
Share on other sites

In rete non ne ho visti cosi.

Però all'inizio avevano più scelta cone finitura. L'e205 lo facevano anche nero. Quindi potrebbe benissimo essere una serie rifinita cosi.

Link to comment
Share on other sites

19 ore fa, GFF1972 ha scritto:

ho, però, una perplessità: questo P300, di cui posto una foto, ha una cornice nera, che non ho mai visto; è originale?

a parte lo sportellino in basso che è nero in quel modello, la cornice mi sembra posticcia come a coprire segni o graffi;

diciamo che è solo un problema estetico, certo che rovina un pò la classe del finale; la parte superiore non dovrebbe proprio esserci e spero che lateralmente non sia stato verniciato

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share




  • Obiettivi Recenti

    • Great Content
      dago
      dago earned a badge
      Great Content
    • Superstar Member
      Coltr@ne
      Coltr@ne earned a badge
      Superstar Member
    • White Vinyl Badge
      jammo
      jammo earned a badge
      White Vinyl Badge
    • Helpful
      ferrocsm
      ferrocsm earned a badge
      Helpful
    • Superstar Member
      hinsubria
      hinsubria earned a badge
      Superstar Member
    • Superstar Member
      Glennascaul
      Glennascaul earned a badge
      Superstar Member
    • Great Content
      alexis
      alexis earned a badge
      Great Content
    • Helpful
      KIKO
      KIKO earned a badge
      Helpful
    • Gold Vinyl Badge
      Titian
      Titian earned a badge
      Gold Vinyl Badge
    • Superstar Member
      znorter
      znorter earned a badge
      Superstar Member
  • 173 Pink Floyd discografia essenziale

    1. 1. Quali sono, secondo te, i dischi immancabili dei Pink Floyd?


      • 1967 - The Piper at the Gates of Dawn
      • 1968 - A Saucerful of Secrets
      • 1969 - More
      • 1969 - Ummagumma
      • 1970 - Atom Heart Mother
      • 1971 - Meddle
      • 1972 - Obscured by Clouds
      • 1973 - The Dark Side of the Moon
      • 1975 - Wish You Were Here
      • 1977 - Animals
      • 1979 - The Wall
      • 1983 - The Final Cut
      • 1987 - A Momentary Lapse of Reason
      • 1994 - The Division Bell
      • 2014 - The Endless River
      • 1988 - Delicate Sound of Thunder (live)
      • 1995 - Pulse (live)
      • 2000 - Is There Anybody Out There?: The Wall Live 1980-1981
      • 2021 - Live at Knebworth 1990

  • Last Adverts

×
×
  • Create New...